ArticoliIn primo pianoMulti

Red Dead Redemption 2 è pronto a sbarcare su Pc

Nvidia ha già allestito la passerella per il titolo, atteso per domani, con dei nuovi driver Game Ready

La versione per Pc di Red Dead Redemption 2 (qui la nostra recensione della versione PS4) è proprio dietro l’angolo: uno dei titoli più attesi dell’anno verrà lanciato nella giornata di domani. I giocatori GeForce sono tuttavia già pronti per lanciarsi in una vera e propria avventura western grazie ai driver Game Ready per il gioco targato Rockstar Games.

Red Dead Redemption 2

IL GIOCO

Sviluppato dai creatori di Grand Theft Auto V e Red Dead Redemption, Red Dead Redemption 2 è una storia epica che ritrae la vita nel cuore spietato dell’America, dove Arthur Morgan e la banda di Van der Linde cercano disperatamente di infrangere la legge. Il vasto e suggestivo mondo del gioco permetterà inoltre di godersi una nuovissima ed eccitante esperienza multiplayer online con nuovi miglioramenti grafici e tecnici della versione per Pc

Ricordiamo che la versione Pc del titolo includerà inoltre l’accesso gratuito al mondo di gioco condiviso di Red Dead Online, corredato di tutti i miglioramenti già pubblicati e i più recenti aggiornamenti ai contenuti, tra cui Professioni della frontiera e i Ruoli di Cacciatore di taglie, Commerciante e Collezionista, con i quali è possibile ottenere ricompense uniche.

Di seguito i requisiti di sistema.

REQUISITI CONSIGLIATI

  • Sistema operativo: Windows 10 – April 2018 Update (v1803)
  • Processore: Intel Core i7-4770K / AMD Ryzen 5 1500X
  • RAM: 12 GB
  • Scheda video: NVIDIA GeForce GTX 1060 da 6 GB / AMD Radeon RX 480 da 4 GB
  • Spazio d’archiviazione: 150 GB
  • Scheda audio: Compatibile con DirectX.

REQUISITI MINIMI

  • Sistema operativo: Windows 7 – Service Pack 1 (6.1.7601)
  • Processore: Intel Core i5-2500K / AMD FX-6300
  • RAM:  8 GB
  • Scheda video: Nvidia GeForce GTX 770 da 2 GB / AMD Radeon R9 280 da 3 GB
  • Spazio d’archiviazione: 150 GB
  • Scheda audio: Compatibile con DirectX.
Tags

Commenta questo articolo