ArticoliIn primo pianoVideoMulti

WRC 8 e l’importanza delle note del copilota

Sean Johnston ed il suo copilota Alex Kihurari hanno detto la loro sul nuovo capitolo della serie dedicata al Mondiale Rally

Bigben e Kylotonn hanno invitato il principale giocatore di e-sports e talentuoso giovane pilota americano Sean Johnston e il suo copilota Alex Kihurani a provare WRC 8 per avere la loro opinione sulla simulazione rallystica in arrivo a settembre su Pc e console.

Johnston non è solamente un pilota di primissimo livello ma anche un giocatore e-Sport per la GT Academy. Come esperto nelle simulazioni automobilistiche risulta particolarmente qualificato per parlare di una licenza come WRC.

Il loro feedback ha confermato che il realismo raggiunto nelle differenti categorie è di assoluto livello. Johnston ha inoltre posto l’accento sull’accuratezza delle note del copilota, davvero cruciali nelle corse di rally per aiutare il pilota a superare le sfide degli stage speciali.

Vediamo l’intervista sottotitolata in italiano. Buona visione.

Asfalto, ghiaia e persino ghiaccio: la fisica ultra di WRC 8 vuole rendere al meglio i differenti comportamenti del veicolo sulle diverse superfici. Per essere più veloci e risultare vittoriosi, ogni curva del tracciato va conosciuta a fondo. Ecco perché le note del copilota sono così importanti. Anticipano i rischi e permettono di trovare il percorso migliore. “Impressionati” dalla coerenza tra i pacenotes e le sensazioni percepite durante la competizione, Sean Johnston e Alex Kihurani hanno evidenziato il realismo e il divertimento che ha aggiunto.

I loro commenti, combinati con quelli già raccolti dai migliori giocatori e-Sport di WRC, stanno aiutando gli sviluppatori a rifinire il gameplay di WRC 8 e a creare un’esperienza memorabile. Grazie al sistema di clima dinamico e alla fisica ultra-realistica, il giocatore avrà bisogno di precisione, accurate previsioni e velocità di reazione per arrivare al livello più alto attraverso i 102 stage del titolo.

Johnston ha spiegato:

Sono stato davvero impressionato dal sistema di note del copilota, specialmente per quanto effettivamente coincidano con le curve, cosa mai vista in una simulazione!

Tags

Commenta questo articolo