ArticoliIn primo pianoMulti

Importanti novità in arrivo per Sea of Thieves, parola di Joe Neate

Dietro la porta ci sono il upporto per mouse e tastiera su Xbox One e disattivazione cross-play

Sea of ​​Thieves, il titolo piratesco online basato sull’esplorazione e caratterizzato da meccanismi di navigazione innovativi, non è riuscito a fare breccia nel cuore di coloro che preferiscono le esperienze single-player. Proprio per questo, lo sviluppatore Rare nella persona del produttore esecutivo Joe Neate, durante il Fun & Serious Festival di Bilbao, ha promesso una revisione sostanziale del sistema di missioni. Lo si legge su Windows Central.

Lo stesso Neate ha inoltre dichiarato che anche il sistema di combattimento è stato praticamente ottimizzato. Parametri come il knockback, il combattimento con spade e armi da fuoco e altri meccanismi complessi saranno migliorati per un’esperienza più fluida, ma importanti novità riguarderanno il cross-play e il supporto per mouse e tastiera.

In precedenza, il gioco non dava la possibilità di disattivare il cross-play. Fortunatamente, una patch imminente consentirà di disattivarla in modo da giocare solo con altri giocatori con controller. Tuttavia, Neate ha aggiunto che il supporto per mouse e tastiera stava arrivando su Sea of ​​Thieves, ma coloro che hanno scelto di usare un mouse e una tastiera su Xbox One sarebbero stati inseriti nella categoria del cross-play. Se si disattiva l’opzione per abilitare il cross-play su Xbox One, non si potrà giocare con nessuno che usi anche mouse e tastiera.

Il produttore esecutivo ha evidenziato anche il divario esistente tra la giocabilità su Pc e su console, affermando che molti giocatori di Sea of ​​Thieves ritengono che giocare con gli utenti Windows, specialmente se hanno frequenze di fotogrammi più elevate o mouse e tastiere, li mette in una situazione di svantaggio. Anche su Xbox One X, Sea of ​​Thieves non raggiunge i 60 fps. La mira è goffa, specialmente quando si tratta di usare il fucile da cecchino. Il frame rate più alto implica anche meno input lag, quindi tutto è molto più preciso. I giocatori Pc quindi, sono sicuramente più avvantaggiati.

Sempre Neate ha continuato affermando che usare un mouse e una tastiera per puntare su un gioco a 30 FPS è tortura, quindi non è sicuro di come funzionerà lo squilibrio tra Pc e Xbox One. La soluzione più semplice sarebbe quella di aggiungere un’opzione a 60 FPS al gioco riducendo la risoluzione e le impostazioni grafiche. Ci vorrà un po’ di attesa e vedere come funziona. Fino ad allora, ai giocatori verrà data l’opzione di disabilitare il cross-play, con il supporto per la tastiera in arrivo.

Tags

Commenta questo articolo