ArticoliIn primo pianoPCMulti

Rustler, annunciata l’uscita dall’accesso anticipato

Tra qualche mese anche i giocatori su console potranno provare a vincere il Grande Torneo e commettere tutti i crimini possibili

Sostieni IlVideogioco.com

Caro lettore, la redazione de IlVideogioco.com lavora per fornire aggiornamenti precisi e affidabili in un momento lavorativo difficile messo ancor più a dura prova dall’emergenza pandemica.
Se apprezzi il nostro lavoro, che è da sempre per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Vorremmo che il vero “sponsor” fossi tu che ci segui e ci apprezzi per quello che facciamo e che sicuramente capisci quanto sia complicato lavorare senza il sostegno economico che possono vantare altre realtà. Sicuri di un tuo piccolo contributo che per noi vuol dire tantissimo sotto tutti i punti di vista, ti ringraziamo dal profondo del cuore.




L’attesa finirà tra non molto. Rustler (qui la nostra anteprima) ha infatti una data di uscita dall’accesso anticipato. A darne l’annuncio è Modus Games, che a partire dal prossimo 31 agosto rilascerà il gioco completo anche su PS4, PS5, Xbox One, Xbox Series X/S e Switch.

Per celebrare questa notizia è stato inoltre un nuovo trailer, che mostra alcuni dei furti e dei crimini che il protagonista, Guy, potrà commettere.

Di seguito il trailer di annuncio ufficiale (PEGI 18). Buona visione.

SU RUSTLER

Rustler è un gioco d’azione comico che immerge i giocatori in un mondo medievale storicamente poco accurato. Una dimensione storica alternativa, dove si potranno provare in prima persona i soprusi dell’epoca ma anche la caccia alle streghe. Usando spade sofisticate e balestre raffinate, i giocatori potranno completare una vasta gamma di missioni intrecciate fra loro.

Oppure potranno darsi al free-roaming seminando caos nei villaggi e nelle città. Sarà possibile scegliere se andare a piedi o in sella a un cavallo (naturalmente rubato). L’intero vagabondare del giocatore sarà condito da una vena umoristica ispirata a Monty Python.

CARATTERISTICHE CHIAVE

In Rustler i giocatori potranno:

  • Diventare un criminale calvo e audace in una sandbox medievale – Il mondo di Rustler è pieno di umorismo, anacronismi e riferimenti alla cultura pop.
  • Distruggere il territorio con combattimenti old shool in visuale isometrica –  Si potranno usare spade, lance, escrementi e balestre.
  • Mandare al diavolo tutto e provare a vincere metà del regno – Come povero contadino, il giocatore dovrà essere creativo poter vincere il Gran Torneo. Si potranno formare strane alleanze, incrociare i propri nemici e cercare (scavando) le ossa dei dinosauri all’interno di una trama leggera e scorrevole, facile da seguire ma difficile da comprendere.
  • Assumere bardi per poter combattere a ritmo di musica – I bardi potranno fungere da radio personale. Non lasceranno il giocatore neppure durante il più sanguinoso dei conflitti, e cambierà la dinamica della canzone a seconda dell’azione. Nel caso in cui le melodie prodotto non dovessero essere gradite, si potrà sempre tirar loro un pugno in faccia.
  • Avere a che fare con un sacco di cavalli – Il giocatore potrà spedire le mucche in cielo, travestirsi da guardia o dalla morte stessa, fumare erba, disegnare forme fantasiose con un aratro, sopravvivere a un assalto completo delle guardie dopo aver ucciso mezza città e molto altro ancora.

Per maggiori informazioni rimandiamo al sito ufficiale.

Tags

Sostieni IlVideogioco.com

Caro lettore, la redazione de IlVideogioco.com lavora per fornire aggiornamenti precisi e affidabili in un momento lavorativo difficile messo ancor più a dura prova dall’emergenza pandemica.
Se apprezzi il nostro lavoro, che è da sempre per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Vorremmo che il vero “sponsor” fossi tu che ci segui e ci apprezzi per quello che facciamo e che sicuramente capisci quanto sia complicato lavorare senza il sostegno economico che possono vantare altre realtà. Sicuri di un tuo piccolo contributo che per noi vuol dire tantissimo sotto tutti i punti di vista, ti ringraziamo dal profondo del cuore.




Commenta questo articolo