RecensioniPC

Counter Terrorist Agency, Recensione

Combattiamo il terrorismo mondiale di tutte le sfumature attraverso la CTA

Dall’undici settembre 2001, per certi versi, il mondo non è stato più lo stesso: nonostante moti storici e ideologie politico-religiose che si perdono nella notte dei tempi, il terrorismo è divenuto argomento “noto” globalmente con la caduta delle torri gemelle. In quel caso, si parlò di terrorismo di matrice islamica, ma sono purtroppo tante le vicende correlate a organizzazioni che, mosse da scopi che vanno dall’ultra-nazionalismo al controllo economico e finanziario del globo o di parte di esso, hanno macchiato di rosso e di nero la storia della società umana negli ultimi decenni. In questo senso, Counter Terrorist Agency ci introduce proprio in questo terribile universo, ma “dall’altra parte della barricata”, nelle vesti del “cervello” di un’organizzazione di contro-spionaggio in stile Cia, nata con lo scopo di contrastare movimenti più o meno segreti, ma dalla chiara e pericolosa matrice.

Vi lasciamo alla recensione del gioco sviluppato dal team indipendente Play2Chill e distribuito dai publisher Games OperatorsPlayWay S.A. che fa il suo debutto su Steam per gli utenti Pc e Mac proprio oggi.

A CAPO DELLA CTA PER COMBATTERE IL TERRORISMO

Counter Terrorist Agency è un gioco gestionale/strategico in tempo reale che poggia le sue movenze ludiche su alcuni eventi tristemente reali (seppur il titolo specifichi di non prendere ispirazione da nessun evento di cronaca in particolare). In modo particolare, com’è facile evincere dal titolo, nel gioco si affronterà il tema del terrorismo, in tutte le sue crude e terribili sfaccettature, attraverso una agenzia fittizia, la CTA, che si dedica al sistematico smantellamento delle cellule terroristiche sparse per il globo. Affronteremo diverse “facce” della stessa, terribile medaglia: dal terrorismo islamico a quello degli estremismi ultra-nazionalistici, sino ad arrivare a vere e proprie società occulte che si muovono per controllare il pianeta.

Nel gioco, il protagonista rivestirà il ruolo di un operatore della succitata organizzazione, impegnata in un arduo compito di prevenzione, profilazione e individuazione di pericoli, trame “oscure” e personaggi pericolosi, attraverso un’accurata investigazione approntabile ad hoc attraverso i sofisticati mezzi a disposizione dell’agenzia.

In linea di massima, il giocatore sarà impegnato, attraverso l’analisi di pezzi di informazione, da chiamate registrate a conversazioni private, per teorizzare eventuali cospirazioni per la conquista del pianeta o atti terroristici potenziali: la difficoltà sarà non solo nel completare la più classica delle operazioni di “unione dei puntini”, ma anche scegliere in modo intelligente le tempistiche: intervenire troppo presto significherebbe spaventare e far fuggire i sospettati. Intervenire troppo tardi… beh, il terribile epilogo qui sarebbe sin troppo evidente.

GAMEPLAY

Counter Terrorist Agency

Nel gioco, il “complicato” sistema a disposizione della CTA si “attiverà” nel momento in cui accadrà qualcosa di “sospetto” tra una serie di individui già noti all’organizzazione: di lì, il giocatore sarà chiamato ad “osservare” e tracciare le azioni del/dei sospetto/sospetti per vedere se esso/essi siano correlabili a qualche organizzazione o cellula terroristica specifica.

Nel momento in cui la correlazione è evidente, il player avrà un ventaglio di possibilità molto diverse da loro: potrebbe procedere all’arresto e all’interrogazione del sospetto, oppure continuare ad “osservarlo” per cercare di andare più a fondo nella faccenda e cercare di risalire “la piramide”. Ogni operazione richiederà l’utilizzo di uan serie di risorse specifiche, da agenti sul campo ad hacker o, in alcuni casi, alla cooperazione di interi stati.

Proprio con questi ultimi, Counter Terrorist Agency rivelerà un’altra, profonda caratteristica: una buona relazione con differenti nazioni ci servirà proprio per non perdere possibilità di manovra e di osservazione degli eventi in specifiche aree del globo. Ogni qual volta completeremo un’operazione, il gioco ci assegnerà dei punti in base alla “performance”, ed è qui che Counter Terrorist Agency rivelerà una “puntina” di ruolismo: la “currency” servirà a dotare la nostra agenzia di nuovi e più potenti mezzi, attraverso lo sblocco di abilità e strumenti specifici disponibili in diversi skill tree correlati a differenti abilità.

Nonostante le tematiche, Counter Terrorist Agency sarà un gioco piuttosto semplice meccanicamente e il tutorial iniziale, ci dispiegherà completamente il titolo in tutte le sue sfaccettature e ingranaggi. Nonostante un sicuro divertimento e una varietà superficiale di casi, in realtà dopo qualche ora di gioco le operazioni muteranno radicalmente in vastità, arrivando a coinvolgere diversi contatti e profili impegnati in attività criminose in tutto il globo, ma non tanto a livello concettuale, risultando in questo senso ripetitive e, dopo un po’, “semplici” nel comprendere il “verso” e il “senso” dei dati raccolti sinora, proprio per il succitato loop concettuale delle missioni.

IL LATO TECNICO

Tecnicamente, Counter Terrorist Agency è un “senza voto”: l’intera azione si svolgerà su di una mappa “spy style” del globo terrestre, dove avremo, in pieno stile filmesco, riquadri, coadiuvati da piccole immagini e visuali cupe dallo stile “cold” tipiche dell’immaginario cinematografico su spie, indagini e quant’altro. Nonostante ciò, l’unico dato valutabile è il complessivo design dell’interfaccia, semplice e funzionale anche se non perfetta al 100%, e lo stile artistico dell’opera, validissimo nel suo abbandonarsi ai dettami dettati da cinema e Tv.

COMMENTO FINALE

Counter Terrorist Agency è un ottimo managing/simulativo dedicato ad un argomento difficile e masticabile: il titolo ci spronerà ad indagare, ad unire i puntini e a prendere decisioni difficili. Ed offre la sensazione di essere immersi in un’agenzia antiterrorismo.

Peccato che, proprio per l’impostazione del gioco, i casi da seguire saranno nominalmente tanti, ma concettualmente “pochi”, risultando in una certa ripetitività di fondo.

Pregi

Un tuffo nella nostra cupa realtà. Gameplay delle indagini ben realizzato.

Difetti

Alla lunga ripetitivo. Stilisticamente valido ma poco originale.

Voto

8

Tags

Commenta questo articolo