Articoli

Arrivano in Italia le nuove schede madri Asus

Basate su chipset TRX40, sono ora disponibili ROG Zenith, ROG Strix e ASUS Prime per i Ryzen Threadripper di terza generazione

Asus ha annunciato l’arrivo in Italia della sua nuovissima serie di schede madri TRX40, ROG Zenith II ExtremeROG Strix TRX40-E Gaming Prime TRX40-Pro. Esse implementano miglioramenti e nuove funzionalità per aiutare professionisti, appassionati e giocatori a liberare tutto il potenziale dei processori Ryzen Threadripper di terza generazione di AMD.

Insieme al chipset TRX40, le CPU Threadripper di terza generazione portano per la prima volta PCI Express 4.0 sul desktop di fascia alta, raddoppiando la larghezza di banda su un totale di 64 lane PCIe 4.0 per consentire ancora più velocità a dispositivi SSD, schede grafiche e dispositivi audio/video. Ogni slot PCe e slot M.2 delle Asus TRX40 sfruttano PCIe 4.0 per la massima larghezza di banda: questo significa che tutte le schede di espansione funzioneranno alla massima velocità possibile.

Per gli utenti desktop di fascia alta, la serie TRX40 offrono invece fino ad un massimo di 256 GB di RAM su otto slot. Le nuove CPU Threadripper di terza generazione conservano il supporto delle precedenti generazioni per quanto riguarda le memorie ECC per permettere di sfruttare al meglio anche le RAM a 3200 MHz portandole oltre i limiti grazie alla tecnologia esclusiva OptiMem III di Republic of Gamers (ROG). Vediamo nel dettagli le tre nuove schede madri.

Asus schede madri

ROG ZENITH II EXTREME

ROG Zenith II Extreme è perfetta per gli utenti professionali e gli appassionati di giochi che desiderano sfruttare al massimo tutti i core delle CPU Threadripper di terza generazione e la velocità delle memorie. Il pannello decorativo sopra lo schermo I/O vanta un motivo olografico Infinity Lighting, mentre il display OLED LiveDash a colori permette di visualizzare codici POST, informazioni di sistema o immagini personalizzate. La cover ROG Armor in alluminio copre la maggior parte del lato anteriore della scheda e un backplate in metallo la rinforza al meglio, soluzione ideale in caso di utilizzo di dissipatori e schede di espansione di grandi dimensioni e peso.

La ROG Zenith II Extreme utilizza un design VRM avanzato a 16 fasi di potenza, così da non avere problemi anche in caso di overclock estremo. Molti componenti in una build di fascia alta possono surriscaldarsi parecchio quando i carichi di lavoro aumentano, quindi il principale dissipatore VRM utilizza due ventole semi-passive che si accendono solo quando le temperature dei componenti sottostanti raggiungono i 60°C. Per migliorare ulteriormente la dissipazione, un tubo unisce il dissipatore principale VRM con uno ausiliario sotto la copertura I/O ed è presente un’ulteriore ventola sotto il dissipatore di calore del chipset che allontana il calore dagli slot M.2 principali e dal silicio di TRX40 stesso così da permettere al suo flusso d’aria di aiutare a mantenere basse le temperature del SoC VRM durante l’overclocking della memoria. Ognuna di queste ventole sfrutta un sistema intelligente che le aziona solo quando è necessario e possono essere controllate da Fan Xpert 4.

Ampia capacità di archiviazione è garantita da cinque slot M.2, ciascuno dei quali utilizza fino a quattro corsie di PCIe 4.0, e ben otto porte SATA.

Il networking è un aspetto chiave per workstation e macchine desktop di fascia alta. ROG Zenith II Extreme presenta tre diverse interfacce: Un controller Gigabit Ethernet Intel I211-AT, uno Aquantia AQC-107 10GbE per velocizzare i trasferimenti multi-terabyte e Intel AX200 Wi-Fi 6 e supporto Bluetooth 5 per una connessione ultra-veloce anche senza cavi.

Sul pannello posteriore si trova invece un totale di sette porte USB 3.2 Gen 2 con 10 Gbps di throughput e delle sorprendenti USB 3.2 Gen 2×2 Type-C superveloce con 20 Gbps di larghezza di banda. Sono presenti inoltre sul pannello frontale una coppia di connettori USB 3.2 Gen 2, quattro porte USB 3.2 Gen 1 e tre porte USB 2.0.

Non mancano soluzioni audio premium grazie ad un codec SupremeFX S1220 in accoppiata ad un DAC Sabre ESS di fascia alta a 32 bit. È inoltre incluso il supporto software DTS Sound Unbound, per suoni accurati e precisi con audio 3D posizionale.

Asus schede madri

ROG STRIX TRX40-E GAMING

ROG Strix TRX40-E Gaming è una scheda madre che richiede un desktop di fascia alta e con grandi opzioni di personalizzazione, un’estetica elegante e un Display OLED LiveDash da 1,3 pollici.

Anche questa scheda presenta un design VRM a 16 fasi con due ventole semi-passive sopra il dissipatore per mantenere basse le temperature dei componenti, anche durante un overlock impegnativo, inoltre i connettori ProCool II aiutano a garantire un’alimentazione stabile ai numerosi core dei Threadripper.

La scheda offre anche molte opzioni per dispositivi di archiviazione e periferiche con tre socket M.2, ciascuno collegato a quattro corsie di PCIe 4.0, nonché otto porte SATA. Sul retro della scheda sono presenti otto porte USB 3.2 Gen 2 con 10 Gbps di larghezza di banda, inclusa una Type-C, insieme ad altri quattro connettori USB 2.0 Type-A. La scheda madre di Asus presenta inoltre header dedicati sia per pompe AIO che per loop personalizzati.

Sono presenti tre controller di rete: Intel AX200 Wi-Fi 6 con Bluetooth 5, Realtek Ethernet da 2,5 Gbps abbinato all’Intel I211-AT Gigabit Ethernet. Per la parte di audio, la scheda madre di Asus utilizza un codec audio SupremeFX S1220 oltre al supporto DTS Sound Unbound.

Asus schede madri

ASUS PRIME TRX40-PRO

ASUS Prime TRX40-Pro è una scheda madre affidabile, pensata per qualsiasi appassionato o professionista impegnato spesso in attività come editing video e rendering 3d che beneficiano della potenza delle CPU a molti core. Oltre al design pulito e futuristico della scheda, il dissipatore di calore VRM in alluminio spazzolato sfrutta un sottosistema di alimentazione a 16 fasi composto da fasi integrate Infineon TDA21462 abbinate a chokes ed altri componenti premium. Ogni singolo slot di espansione utilizza le prestazioni di PCIe 4.0: tre Asus SafeSlot PCIe x16 occupano la parte principale della scheda e sono pronti a dare il massimo in una configurazione x16/x16/x16.

Sono inclusi tre slot M.2, chi lavora con file video di grandi dimensioni può collegare in RAID più dispositivi NVM Express (NVMe) per una maggiore larghezza di banda I/O e una riproduzione senza interruzioni nei loro alloggiamenti di modifica. Due di questi slot si trovano sotto un dissipatore dedicato per impedire il surriscaldamento dell’SSD. Il terzo slot M.2 posiziona l’SSD in verticale per sfruttare il flusso d’aria ambientale attorno al socket della CPU.

La selezione delle porte USB sul pannello posteriore include tre connettori USB 3.2 Gen 2 Type-A e una porta USB 3.2 Gen 2 Type-C reversibile per fornire fino a 10 Gbps. La scheda madre di Asus possiede anche un set completo di ventole e header di raffreddamento a liquido controllabili con Fan Xpert 4. La scheda include anche un socket E-key M.2 2230 per chiunque desideri aggiungere un modulo Wi-Fi. La connettività cablata viene garantita da una porta Gigabit Ethernet supportata da un chip Intel I211-AT.

Il codec audio Realtek S1220 offre una qualità audio incontaminata, supportato dalla schermatura EMI e dagli strati PCB separati per i canali sinistro e destro così da mantenere l’integrità del segnale. Quando è il momento di aumentare il volume, il supporto DTS:X Ultra garantisce un audio spaziale 3D coinvolgente e preciso alle cuffie o agli altoparlanti collegati.

Asus schede madri

Tags

1 commento su “Arrivano in Italia le nuove schede madri Asus”

Commenta questo articolo