ArticoliIn primo piano

Le porte di Citadel: Forged with Fire sono ora aperte

La magica avventura ha inizio

I giocatori si preparino a spolverare la loro scopa e a lanciare qualche incantesimo. Citadel: Forged With Fire è pronto ad accoglierli nel suo magico reame. Il gioco MMORPG è ora disponibile su PS4, Xbox One e pc via Steam.

Ambientato nell’incantato mondo di Ignus, questo magico RPG sandbox online insegnerà agli aspiranti maghi l’arte degli incantesimi, del volo e della costruzione, per forgiare alleanze, per formare una casata e, successivamente, un impero. In quanto apprendista mago, i poteri del giocatore potranno essere utilizzati contro creature magiche, sia buone che cattive, e in tutto il mondo inesplorato di Ignus.

CARATTERISTICHE CHIAVE DI CITADEL: FORGED WITH FIRE

●  incantesimi: i giocatori possono incantare qualsiasi bacchetta o arma, selezionare l’effetto desiderato, aggiungere l’essenza elementale per creare incantesimi sorprendenti e addomesticare delle bestie e raccogliendo risorse.
●  il potere del volo: perché camminare quando si può volare? Si può sfruttare la propria abilità magica per salire nei cieli e lanciarti dall’alto o viaggiare per il mondo con il proprio manico di scopa personalizzato.
●  costruire castelli mozzafiato: palazzi medievali da costruire e da arricchire con scudi magici, torri di attacco e pietre rigeneranti.
●  un ricco mondo fantasy:v pianure, fitte foreste, maestose montagne, paludi marce, tundra ghiacciata e pericolose caverne immerse in un modo di 36km quadrati

●  broomstick sports: si potrà sfidare in team altri giocatore in competizioni aree.
●  boss dungeons: Cripte Abbandonate con boss impegnativi che solo i maghi più potenti possono superare.
●  creature magiche: una vasta gamma di creature nemiche da combattere, addomesticare e montare come lupi, fenici, draghi, troll e altro ancora.
●  un impero da forgiare: possibilità di creare una casata per dominare il mondo di Ignus.
Tags

2 commenti su “Le porte di Citadel: Forged with Fire sono ora aperte”

Commenta questo articolo