ArticoliIn primo piano

eFootball PES 2020, Konami spiega il cambio del titolo

Ne parla Lennart Bobzien, brand manager, della serie

L’annuncio del nuovo PES è stato accompagnato dal cambio del titolo in eFootball PES 2020. Questa è stata una delle sorprese maggiori. Il brand manager di Konami, Lennart Bobzien, ha spiegato il motivo di questa “mossa” a GameSpot.

È sempre difficile parlare di Pro Evolution Soccer in Europa e quando abbiamo discusso di questa novità abbiamo pensato di inserire il termine football, come è giusto che sia in un mercato europeo. Manteniamo ancora PES nel nome del prodotto poiché riteniamo che sia ancora parte della storia della serie e vogliamo che rimanga intatto. Di conseguenza la combinazione è stata eFooball: PES.

Inoltre, dai primi dettagli sembra che ci sarà una concentrazione sull’Esport. Bobzien ha parlato anche di PES League ed eFootball Pro.

Abbiamo pensato che includendo la parole eSport nella denominazione del gioco comunichiamo alla nostra community, ma anche ad un pubblico più ampio, che gli Esport svolgeranno un ruolo molto importante andando avanti.

In settimana, Konami ha annunciato la collaborazione col Manchester United per eFootball PES 2020 in arrivo su Pc, PS4 ed Xbox One il 10 settembre.

Da fine mese, invece, sarà possibile provare la demo.  Questa includerà 14 squadre, undici di queste già annunciate. Si tratta di Barcellona, Arsenal, Palmeiras, Flamengo, Sao Paulo, Sport Club Corinthians Paulista, Vasco da Gama, Boca Juniors, River Plate, Universidad de Chile e Colo-Colo.

Ricordiamo che eFootball  PES 2020 vuole fare da apripista in una nuova decade dove le simulazioni calcistiche avranno un ruolo sempre più importante, con la ferma intenzione di rivoluzionare il mondo dell’eFootball e portare questo sport a un’audience mondiale sempre più ampia.

Tags

Commenta questo articolo