Recensioni

Netgear XR300, Recensione

Abbiamo provato il nuovo router di Netgear. DannyDSC ci dice cosa ne pensa

Wifi, reti cablate, 5G. Il progresso non si ferma, e la necessità di essere connessi a velocità sempre più alte ma soprattutto più stabili nel tempo, è diventata una prerogativa di quasi tutte le aziende produttrici di modem e router.

Netgear, azienda americana pioniera nella connettività, si è sempre dimostrata attenta e coraggiosa nell’introdurre nuove tecnologie. Il router XR300, è l’ultimo nato di una gamma di prodotti indicati specificatamente per il gaming, e per i giocatori più esigenti. Mentre il nostro direttore Edoardo Ullo ha proposto la recensione dell’unità ammiraglia (il router XR 700), DannyDSC si è occupato dell’XR300.

Ricordiamo che il nuovo router ha fatto il suo debutto lo scorso 4 aprile e che il suo prezzo è di 199,99 euro.

Buona lettura.

PANORAMICA

La serie Nighthawk di Netgear vanta un ottimo numero di periferiche, non tutte indirizzate solamente ai gamer più esigenti, ma che hanno un comune denominatore: velocità e stabilità con ping più bassi possibile. È chiaro che questo fattore rappresenti un punto d’interesse anche per tutte quelle attività, ad esempio il file sharing o lo streaming video, di grandi dimensioni.
Ma basse latenze, refresh e framerate sono caratteristiche primarie per tutti i giocatori amanti dell’online gaming. Un ping troppo alto o non stabile, può portare a fenomeni di stuttering o tearing, nemici acerrimi di qualsiasi battle royale o gioco online competitivo.

La peculiarità dell’XR300 è quella di ridurre i tempi di latenza (ping) in modo uniforme garantendo un’ottima connessione a tutte le unità collegate alla rete.

CONNETTIVITÀ

Il router monta ben 3 antenne ad alte prestazioni nella parte posteriore. Queste antenne sono dotate di tecnologia beamforming, e possono aumentare l’estensione della rete in maniera semplice ed efficace nella banda 2,4 G. La parte posteriore è molto user friendly e chiara. Oltre alla porta per l’alimentatore, troveremo il collegamento WAN (per collegare il router al modem), e 4 porte LAN. Sul lato sinistro troveremo altre 4 porte, questa volta Gigabit Ethernet, e il classico tasto reset.

Nella parte frontale, troviamo 10 led, che andranno a segnalarci l’alimentazione, la connessione ad internet, la connettività delle porte di rete, le bande 2,4G / 5G.

Ci sono anche 2 pulsanti che possono essere usati per connettere velocemente alla rete wireless altri dispositivi, come ad esempio smartphone o console. A differenza di altre unità, anche la connessione tramite porta usb è facilitata, grazie alla sua posizione frontale. L’estetica di questo modem è accattivante, ed elegante.

SOTTO LA SCOCCA

Oramai i modem sembrano quasi dei piccoli computer, e l’XR300 non è da meno. All’interno della mainboard di questo router troveremo un processore dual core da 1 Ghz, che si occuperà di operare sulla rete per gestire i carichi di lavoro. Uno scenario interessante che potremmo usare come esempio, è Netflix e qualsiasi gioco online.

Se usassimo il nostro smartphone, il nostro televisore, ed il nostro computer allo stesso momento, qualunque modem verrebbe inesorabilmente messo in seria difficoltà, poiché tutte le unità chiederebbero una certa priorità per fruire del flusso video o dati in maniera stabile e continua.
Chi potrebbe soffrirne maggiormente, potrebbe essere proprio il nostro computer, avente un ping decisamente più alto, portando a fenomeni di stuttering o di perdita della connessione al server di gioco. Ma grazie alla tecnologia “anti-buffer bloat” di Netgear, il computer avrà una sorta di “corsia preferenziale”, appositamente indirizzata all’uso dei giochi. Questo, nella maggior parte dei casi porterà ad eliminare possibili ritardi.

UNA APP PER CONTROLLARLI TUTTI

Una peculiarità di questo modem, ed in generale della stessa Netgear, è l’app che viene fornita per visualizzare e gestire in un certo qual modo la propria connessione.

Fruibile via smartphone sia iOS che Android, ci permetterà di controllare quali dispositivi stanno usando la rete, quanta banda stanno consumando, e stabilire le priorità alla connessione, abilitando o disabilitando le varie unità collegate. La dashboard web, sfrutta il DumaOS, ed è semplice e chiara. Netgear ha lavorato molto su questo fattore, consentendo anche a chi non è avvezzo con i modem una completa gestione del proprio dispositivo. Anche le opzioni avanzate sono facilmente raggiungibili e molto chiare, davvero un ottimo lavoro.

VIAGGIARE SICURI

Per quanto riguarda la sicurezza siamo a livelli medio alti. Possiamo gestire gli account guest, opzioni per il controllo della connessione rivolte ai genitori, e gestione su tutti i contenuti che possono essere o meno visualizzati. Le funzionalità per la connessione tramite rete VPN sono di base, ma c’è anche da dire che vengono sfruttate principalmente in ambienti lavorativi, a cui il prodotto si rivolge in maniera indiretta. Potremo decidere di impostare l’aggiornamento del firmware del router in modo totalmente automatico, così da non essere obbligati ad installazioni ed update in prima persona. Durante tutta la fase di test del router, ci siamo trovati a disagio con la definizione “router da gaming”.

Questo perché l’XR300 è un prodotto tanto potente quanto versatile. Molti router anche recenti, non permettono tanta personalizzazione, anche in ambito lavorativo. Proprio in quest’ultimo scenario, questo piccolo gioiellino griffato Netgear, potrebbe essere sfruttato sia come gestore di vari altri router, o per impostare in maniera diretta la quantità di banda per ciascun dispositivo ad esso collegato. Dalla connessione cablata alla gestione della banda, tutto è reso semplice ed immediato. E questo lo rende valido sia per gli adetti ai lavori che per i gamer più incalliti. Forse, l’unico neo di questa unità è il non poterla collegare direttamente alla nostra linea dsl. Per farlo, dovremo passare necessariamente dal modem già presente nell’abitazione o nel luogo di lavoro dove verrà installato.

COMMENTO FINALE

A chi si rivolge il Netgear XR300? In realtà, è un router per tutti i gusti, ma che i giocatori dovrebbero tenere seriamente in considerazione. È ottimo anche per chi non ha voglia di smanettare tra mille configurazioni e vuole avere tutto a portata di click. Non solo gaming quindi, visto che le peculiarità di questo dispositivo possono essere molto utili per lo streaming e lo sharing di file di grandi dimensioni. Ping bassi e connessione stabile aiuteranno non poco anche la semplice navigazione, rendendola più reattiva, ma in ambito videoludico saranno una vera e propria manna dal cielo.

Un altro punto a favore di questo router è il prezzo, visto che parliamo di un router quasi top di gamma da circa 180 euro / 250 euro (prezzo di listino 199,99 euro), cifra sicuramente in linea con quanto ha da offrire, ed interessante visto a quanto vengono proposte unità simili dalla concorrenza. Se cercate un router Wi-Fi efficace, semplice da configurare, e che vi permetta di avere tutto sotto controllo senza impazzire tra mille settaggi, l’XR300 è da tenere in seria considerazione

Pregi

Semplice ed intuitivo. Tecnologia all'avanguardia. Prezzo aggressivo.

Difetti

Peccato non sia anche modem. Dimensioni generose.

Voto

8,5

Tags

1 commento su “Netgear XR300, Recensione”

Commenta questo articolo