HardwareRecensioni

XR700 Nighthawk Pro Gaming, Recensione

Prestazioni di alto livello e design di pregio, abbiamo provato il top router di Netgear

I router sono ormai parte integrante della nostra vita lavorativa e non. La settimana scorsa abbiamo festeggiato i 30 anni del World Wide Web, ossia della rete che permette di connetterci con tutto il mondo. Da allora acqua, pixel, e dati – in questo caso – ne sono passati sotto i ponti e da questa ne è derivata la naturale evoluzione delle componentistiche hardware. Una vera e propria corsa.

Ovviamente i router non fanno eccezione. A tal proposito, abbiamo avuto l’occasione di provare un dispositivo d’eccezione: l’XR700 Nighthawk Pro Gaming firmato da Netgear, società sempre più specializzata in questo settore.

Un settore, quest’ultimo, che grazie anche a nuove tecnologie come streaming in alte risoluzioni (prima a 720p, poi 1080p ed ora allo standard 4K), o lo sviluppo degli esport che esigono linee con assenza latenza, sta crescendo ulteriormente per far fronte alle sempre più molteplici richieste di un mercato che non si limita soltanto agli esempi che abbiamo appena accennato.

Ecco, quindi, la nostra prova su strada di quello che, lo diciamo fin da ora, è una fuoriserie. Un modem dal prezzo alto ma giustificato da prestazioni eccellenti che permettono di sfruttare al meglio la connessione.

Buona lettura.

UN DESIGN GRAFFIANTE

Apriamo la nostra recensione con un dettaglio che oggettivamente dovrebbe avere poco peso nella valutazione di un router. Il design, infatti, non influirà su prestazioni o altro ma è sicuramente – in questo caso – molto accattivante ed avvalora, in questo caso, l’adagio “anche l’occhio vuole la sua parte”.

Aprendo la confezione siamo rimasti a bocca aperta per quanto visto. Il nero è il colore predominante ma un’elegante linea rossa a V spezza la colorazione. Le quattro antenne lo rendono simile ad una nave spaziale. Ci è sembrato – ed è un aneddoto grazioso da riportare – di trovarci di fronte al volto di un robottone protagonista di alcune serie giapponesi famose negli anni’80 vedi Mazinga o GodSigma ad esempio. Abbiamo anche ipotizzato, sempre scherzosamente, che – una volta acceso – potesse anche decollare e spiccare il volo come un drone. Insomma, per non portarla alla lunga, le forme, a tratti sinuose e le dimensioni generose (321,9 x 243,7 x 64,5 mm, esagerate, circa il 40 percento in più del nostro router Telecom attuale), ci hanno comunque colpito favorevolmente strappandoci anche un sorriso per i ricordi che abbiamo appena accennato. È altrettanto vero che tali dimensioni sono un po’ invasive e non troppo comode. Tuttavia esistono anche gli alloggi per il fissaggio al muro.

Il materiale è in plastica. Troviamo 17 led. È possibile anche disabilitare la stragrande maggioranza delle luci per evitare l’effetto “astronave” da “Incontri ravvicinati del terzo tipo” di notte (e dormire al buio serenamente). Le quattro antenne danno una copertura WiFi con banda da 2.4 GHz, quella da 5 GHz, fino addirittura ad una di 60 GHz. Una bomba che non ha avuto problemi di sorte nel nostro appartamento (che è di vecchia concezione e presenta mura spessissime). Il segnale era sempre ad altissimi livelli anche con la stampante wireless che ha risposto ai comandi decisamente in modo più veloce rispetto alla media.

Sono presenti anche 6 porte LAN Gigabit + 1 WAN ed una porta LAN 10 Gigabit SFP+.

IL POSSENTE LATO HARDWARE

Ci sono anche due porte USB 3.0. Servono per lo streaming ed il backup più rapidi oltre che per un facile accesso ai contenuti multimediali memorizzati. La punta di diamante, però, è la presenza di un processore quad-core a 1,7 GHz che facilita enormemente lo streaming, il gioco online o qualsiasi altra attività (download anche multipli da più dispositivi, chat ed altro) a 4K UHD. Questo alleggerisce anche il lavoro del Pc o degli altri dispositivi.

LA SCHEDA IN SEI PUNTI

  1. Antenne attive a elevate prestazioni

Migliore copertura WiFi e maggiore velocità di connessione per tutta la casa.

  1. Sette porte One Gigabit Ethernet

(6 LAN + 1 WAN): possibilità di aggregare due porte quando si stabilisce la connessione a uno switch compatibile per aumentare le porte cablate per sessioni di gioco LAN in gruppo.

  1. Porta LAN SFP+ 10 Gigabit

Accesso più rapido per un trasferimento dati incredibilmente veloce per il gaming, il backup di file multimediali e dati e lo streaming. Possibilità di connettersi a uno switch per il gaming NETGEAR SX10 per sessioni di gioco LAN in gruppo a latenza ridotta.

  1. WiFi 802.11ad a 60 GHz

Tecnologia Wi-Fi più veloce per download e backup istantanei.

  1. Potente processore quad-core a 1,7 GHz

Il processore più veloce per router domestici, in grado di garantire lo streaming, il gioco o qualsiasi altra attività si desideri a 4K UHD.

  1. Due porte USB 3.0

Streaming e backup più veloci, oltre a un facile accesso ai contenuti multimediali memorizzati.

Insomma, un quadro interessante che potrebbe far comodo alle squadre esport o a chi, ad esempio, gestisce gaming center (dove gaming si intende, ovviamente, videogiochi in rete, lan, wi-fi, online) anche in virtù di alcune caratteristiche che possono essere fruibili grazie al software di cui andremo a parlare.

DUMAOS PER UTILIZZARE AL MEGLIO IN ESTREMA SEMPLICITA’

La potenza è nulla senza controllo, recitava un celebre spot pubblicitario che si adatta perfettamente al nostro caso. L’XR700 Nighthawk Pro Gaming offre un programma per la facilissima gestione e monitoraggio delle attività chiamato DumaOS. Appena collegato il dispositivo, infatti, sarà avviata automaticamente una procedura guidata che in pochi passaggi configurerà il router. E di questo ne siamo stati piacevolmente sorpresi visto che – non lo nascondiamo – avevamo alcune remore a tal proposito pensando di dover essere costretti a smanettare con chissà quali settaggi. Chiaramente i più smaliziati potranno andare oltre per spremere fino all’ultimo la banda sfruttabile dal router. Ma anche con i settaggi ed a velocità di crociera, tutto fila liscio.

Completata anche la registrazione avremo accesso al DumaOS, davvero essenziale e di facilissimo utilizzo – fortunatamente tradotto anche in italiano – che ci permette, come dicevamo, di monitorare tutto quello che serve: panoramica sulla linea, geo-filtering dei server che serve all’utente per poter trovare il miglior server e non avere cali di ping.

Non è perfetto visto che ogni tanto fa delle bizze ma quando va tutto per il verso giusto i server rilevati appaiono fisicamente su una mappa evidenziata all’interno del settaggio chilometrico stabilito con un comodo slider. Tra l’altro, sono supportati tantissimi giochi: FIFA, Pro Evolution Soccer, Battlefield, League of Legends, Fortnite, Overwatch e molti altri che vanno per la maggiore.

Uno dei punti di forza è senza dubbio il fatto che ci siano molte opzioni dedicate videogiocatori. Attraverso una dashboard dedicata, infatti, si potrà vedere l’utilizzo della banda in tempo reale in aggiunta a diversi i parametri accessori, ping incluso. Tutto questo grazie al Quality of Service (QoS) che offre anche la possibilità di gestire la banda in modo autonomo suddividendola come si desidera ai vari dispositivi riconosciuti e connessi. Questa selezione permette di ottimizzare ulteriormente la nostra banda e di evitare che altri utenti connessi in casa possano interferire i nostri match compromettendoli in modo irreparabile. Basta, a volte, anche uno sguardo ad un sito di un familiare da un altro dispositivo casalingo e gli sforzi vanno a farsi benedire. Con il Quality of Service questo rischio viene eliminato a priori.

COMMENTO FINALE

Il router XR700 Nighthawk Pro Gaming può essere considerato come una fuoriserie in fatto di connessione e gestione. Ha tutto quello che serve per migliorare il nostro ambiente lavorativo e di gaming online. Permette, infatti, sfruttare fino all’ultimo brandello di connessione in quello che più desideriamo.

Il prezzo di 499 euro è sicuramente elevato e non alla portata di tutti ma è altrettanto vero che sono soldi ben spesi se si desiderano certe prestazioni online. Il tutto, poi, viene facilitato ed avvalorato dall’eccellente software DumaOS che permette di sfruttare al meglio quello che il router offre. Sorpresi dalla qualità e potenza della connessione Wi-Fi che ha avuto pochissime incertezze sotto sforzo, che ovviamente si affianca alla già solida cablata. In sostanza è la summa di hardware e software a fare la vera differenza anche perché DumaOS permette di utilizzare al meglio una Ferrari scongiurando il pericolo di guidarla come una 500 vecchio modello e quindi evitando uno spreco immane.

Si tratta, dunque, ed è giusto fare questa ultima osservazione, di un investimento per il futuro, da tenere in considerazione anche in ambito enterprises, considerando la possibilità di allocare una determinata quantità di banda a questo o quel client.

Pregi

Hardware spaziale. Software in dotazione che facilita l'utilizzo. Prestazioni di alto livello. Eccellente per i giocatori per gli streamer ma anche per le famiglie che hanno numerosi dispositivi collegati in contemporanea. Oh, si… il design è davvero bello.

Difetti

Il prezzo, benché giustificato, è piuttosto elevato e non alla portata di tutti. Le dimensioni sono veramente ingombranti.

Voto

9-

Tags

Commenta questo articolo