SpecialeMulti

I migliori giochi sportivi/corse del 2018

Le serie sportive si evolvono ma c’è anche qualche sorpresa

L’anno passato ha proposto una enorme varietà di titoli sportivi e di racing da tenere d’occhio. Non è stato facile selezionare la cinquina ed assegnare il relativo GOTY come miglior gioco sportivo/corse del 2018.

La qualità generale, infatti, è stata altissima con alcuni titoli che hanno confermato il loro percorso di miglioramento, sia pure a piccoli passi, ed altri che sono stati delle vere e proprie rivelazioni. Ci spiace non poter parlare di Forza Horizon 4, universalmente riconosciuto come uno dei miglior racing non solo del 2018 ma anche degli ultimi anni ma non abbiamo avuto l’opportunità di provarlo.

Giusto nominarlo perché siamo sicuri sia un gran gioco, ma abbiamo preferito quest’anno, come non mai, dare spazio a nostre recensioni. A confermare l’ottima annata, la presenza nella parte finale del nostro speciale di tanti giochi che abbiamo voluto menzionare per la loro qualità anche se non sono rientrati nel ristretto lotto dei candidati.

Ecco, dunque, la nostra top cinque. Buona lettura.

5) PES 2019

Da anni la serie Pro Evolution Soccer sta rincorrendo il rivale Fifa. Dopo un periodo di predominio, infatti, il titolo di Konami è stato costretto ad inseguire. I risultati si stanno vedendo pian piano. Il 2018 per la serie è stato segnato dall’abbandono della licenza della Uefa Champions League. Un’assenza pesante che per molti avrebbe potuto significare il declino.

Così non è stato perché nonostante tutto, PES 2019 si è rilevato all’altezza del predecessore. Anzi, in termini di gameplay e spettacolarità pura, il nuovo capitolo della saga calcistica è anche migliore rispetto al già ottimo PES 2018. Tolta la Champions, infatti, gli sviluppatori hanno puntato fortemente in primis sul gameplay puntellandolo ulteriormente e dopo sui contenuti con licenze ufficiali che sono poi applicate in gioco attraverso aggiornamenti costanti.

Le infinite vie per trovare la rete sono esaltate dalla buona libertà d’azione. I ritmi sono credibili così come le giocate. Certo, capitano le giocate impossibili o le topiche clamorose ma dall’altra parte la situazione è sostanzialmente identica. Inoltre, c’è da dire che a tratti, la grafica è impressionante. E questo lo notiamo soprattutto nei volti dei giocatori. Ultimamente siamo rimasti folgorati da una vecchia conoscenza come Gabriel Omar Batistuta. Al netto dei cali di zuccheri dell’IA (fisiologici), di qualche licenza pesante che inevitabilmente manca e di una telecronaca rivedibile (pesantemente), PES 2019 è davvero molto godibile e comunque consigliabile.

4) HORIZON CHASE TURBO

Una vera e propria sorpresa. Dal Brasile, Aquiris Game Studios ha calato il jolly grazie ad Horizon Chase Turbo. Si tratta di un racing che omaggia i grandi classici del passato. I più grandicelli ed i nostalgici ricorderanno senza dubbio Lotus Esprit Turbo Challenge nonché Jaguar XJ 220.

Ebbene, Horizon Chase Turbo ci fa rivivere le stesse sensazioni grazie ad un gameplay eccelso, ad una sfida costante e continua, a numerosi contenuti da sbloccare, a tanti circuiti da percorrere lungo il globo. Il tutto condito da una grafica low poly (a basso contenuto di poligoni) di livello eccelso grazie anche ad una velocità d’azione non indifferente. Il gioco si è fatto apprezzare su Pc, ma anche su PS4 e Switch dando ad un vasto pubblico l’emozione di rivivere i bei tempi dell’era 16 bit. Complice anche un gampelay eccelso come dicevamo per due motivi: è in grado sempre di offrire una sfida di livello e quindi sempre stimolante e non punisce mai. La guida è gradevole. Un’esperienza arcade da ricordare che se avesse avuto anche l’editor dei circuiti avrebbe sbancato del tutto. Ma mai dire mai…

3) NBA 2K19

2K raramente fallisce un colpo. Figuriamoci poi se si tratta del suo titolo sportivo di punta. NBA 2K19 non si ferma e continua la sua corsa a canestro schiacciando senza particolari dubbi. Abbiamo encomiato il gioco per eccellenza sulla pallacanestro americana che ogni anno si arricchisce di nuovi dettagli, nuovi contenuti, tante chicche e migliora ulteriormente un gameplay che rasenta il realismo allo stato puro.

Chi vuole giocare a basket, sa che deve scegliere la serie NBA 2K grazie proprio alla giocabilità che riesce a sorprendere vista l’ottima intelligenza artificiale e la fisicità degli atleti sul parquet. Il tutto migliorato grazie ad una fisica sempre più pulita. Il grosso rammarico, però, che va un po’ a minare tanto lavoro di ricerca e di sviluppo, è senza dubbio la presenza massiccia delle microtransazioni. Un vero peccato anche perché il gioco ha un suo costo. Giusto costo, ci mancherebe, visto che godiamo di uno spettacolo tecnico, video ed audio di eccelsa fattura, ma le microtransazioni sono fastidiose.

2) FIFA 19

Da anni è il gioco calcistico per eccellenza. La serie Fifa si è rinnovata ulteriormente  sotto tutti i punti di vista con Fifa 19. Il gameplay è stato migliorato ed offre spunti interessanti e divertenti. Riteniamo sempre, però, che il divertimento maggiore lo si raggiunga con squadre di seconda e terza fascia a scendere mentre con i top club il lato simulativo scemi un po’.

Sono i contenuti a fare il solco con la concorrenza. Importante l’arrivo della Champions League e delle relative licenze Uefa. Ma c’è anche da ricordare il terzo atto dell’amata modalità Il Viaggio che vede ancora protagonista il nostro Alex Hunter (già presente in Fifa 18 e 17), ma anche la sua sorellastra Kim e l’amico-rivale (ma se non altro davvero amico) Danny Williams. Una modalità storia/gdr che ha nella tecnica narrativa a taglio cinematografico il lato migliore.

E non mancano la carriera da allenatore, da giocatore (anche da portiere presente da Fifa 11), e la Ultimate Football Team che da anni campeggia nonché il calcio femminile sempre più definito anche se ancora non troppo diffuso. Questo solo per dare una breve carrellata ma c’è molto di più da spulciare anche online. Più alcune opzioni rapide davvero interessanti ed utili che migliorano la fruizione del gioco.

E non sono da meno anche le bellezze tecniche. A tratti sembra di guardare una partita in televisione soprattutto se giochiamo con le squadre su licenza. Ultima, ma non ultima anche l’aggiunta della modalità Mondiali. Un pregio il titolo in sé ma non per la serie. Il motivo? Non ha apportato nulla a livello di gameplay mentre negli anni passati, quando il gioco ufficiale sulla Coppa del Mondo veniva pubblicato autonomamente era una sorta di preview di quello che sarebbe arrivato dopo nelle versioni “standard”.
Ad ogni modo, Fifa 19 continua il lavoro e lo sforzo di EA Sports ma in Fifa 20 ci dovranno essere maggiori propulsori per tornare a distanziare ulteriormente la concorrenza che si è avvicinata.

1) and the winnter is… F1 2018

Codemasters è una sicurezza sui racing. L’esperienza maturata nel corso di questi anni si è fatta sentire quanto in simulazioni rally quanto in quelle sulla Formula 1. Ed è proprio F1 2018 che vince il nostro GOTY sportivo/racing.

Pur non avendo rivoluzionato nulla rispetto al passato, il gioco ha rinnovato la serie con alcune novità interessanti che ne hanno aumentato soprattutto la ri-giocabilità e quindi la longevità. Oltre ai contenuti che vanno al di là alla modalità Carriera (vero nocciolo del titolo ed in grado di farci fare il giro del mondo attraverso 21 circuiti), grazie alla presenza delle vetture classiche (alcune iconiche) ed altre modalità, è il gameplay vero e proprio protagonista di F1 2018.

Il gioco include naturalmente i cambiamenti regolamentari della stagione che nella realtà ha visto trionfare ancora una volta Lewis Hamilton. Ma joypad alla mano, la giocabilità è altamente scalabile ed adatta a tutti: dal neofita al pilota più smaliziato.

Il divertimento varia da un’esperienza praticamente arcade ad una veramente simulativa. Ottenere piazzamenti e risultati positivi a livelli difficili dà molta soddisfazione.

Abbiamo concluso la nostra recensione così:

Codemasters centra Pole Position, giro veloce e primo posto pur non rivoluzionando troppo ma confermando ed ampliando una formula sempre più consolidata consegnando al grande pubblico uno dei migliori titoli di guida di quest’anno.

E sostanzialmente è stato il migliore, anche se sul filo del rasoio.

Menzioni: New Star Manager, Football, Tactics & Glory, Ultimate Racing 2D, Wreckfest, MXGP Pro, WWE 2K19, V-Rally 4, TT Island.

Tags

Commenta questo articolo