In primo pianoSpecialeMulti

Cities: Skylines – Airports, è ora di decollare

A sette anni dall'uscita, il celebre titolo di Colossal Order continua a espandersi; questa volta per via aerea

Sostieni IlVideogioco.com

Caro lettore, la redazione de IlVideogioco.com lavora per fornire aggiornamenti precisi e affidabili in un momento lavorativo difficile messo ancor più a dura prova dall’emergenza pandemica.
Se apprezzi il nostro lavoro, che è da sempre per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Vorremmo che il vero “sponsor” fossi tu che ci segui e ci apprezzi per quello che facciamo e che sicuramente capisci quanto sia complicato lavorare senza il sostegno economico che possono vantare altre realtà. Sicuri di un tuo piccolo contributo che per noi vuol dire tantissimo sotto tutti i punti di vista, ti ringraziamo dal profondo del cuore.




Quando parliamo di Cities: Skylines, è doveroso ricordare che si tratta di uno dei city builder più completi e ben realizzati degli ultimi anni. Una realtà che abbiamo constatato noi stessi attraverso le recensioni delle versioni Pc e PS4, nell’ormai lontano 2015. E in questi sette anni, la software house Colossal Order ha rilasciato diverse altre espansioni, che hanno arricchito il gioco a livello esponenziale. Dotandolo di nuove strutture, unità, meccaniche e via discorrendo.

Da qualche giorno è disponibile l’espansione Airports, che consentirà agli appassionati di avere moltissime opzioni extra di creazione e personalizzazione del proprio aereoporto. Tanti nuovi elementi dunque, che ora scopriremo in questo approfondimento dedicato proprio a Cities: Skylines – Airports, curato dal nostro Claudio Pira. Ricordiamo che il pacchetto è disponibile su Pc, PS4 e Xbox One. Il titolo invece, è come sempre pubblicato da Paradox Interactive. Buona lettura.

LE DIMENSIONI CONTANO

Cities: Skylines – Airports ci permetterà, come suggerisce il nome, di espandere tantissimo le opzioni di costruizione per quanto riguarda gli aeroporti. Se consideriamo le limitate strutture di base disponibile nel gioco base in quest’ambito, si tratta dunque di una novità considerevole. Grazie a quest’espansione infatti potremo costruire aereoporti di ogni dimensione. Da piccolo campi d’aviazione per i fanatici del volo fai-da-te, fino ad arrivare ai grandi poli di aggregazione internazionale.

L’aspetto che salta subito all’occhio (anche da parte del giocatore meno navigato) riguarda proprio la nuova e grande scelta in quel del menu di costruzione. Ma come si erige quindi un aereoporto perfettamente funzionante? Innanzitutto dovremo espandere la nostra città, fino a farla diventare una vera e propria megalopoli. Successivamente potremo individuare un’area consona alla costruzione di un sito aeroportuale degno di questo nome. Un’area possibilmente grande, da trasformare appunto in un importante “distretto aeroportuale”.

Cities: Skylines

Una volta individuato il sito e scelto le dimensioni, potremo iniziare a costruire. Dalla voce “Trasporti” sarà possibile accedere al menu di costruzione che ci interessa, dove dovremo cliccare sull’icona a forma di aereo. Qui potremo vedere i vari menu dedicati allo “stile” dell’aeroporto, ai supporti per gli aerei, alle decorazioni per le strutture, ai trasporti pubblici, alle piste e così via. Sulla base del nostro stile di gioco e dei nostri gusti, riusciremo a realizzare l’aeroporto dei nostri sogni.

La particolarità di quanto concesso da questo nuovo pacchetto sta proprio nella libertà di scelta che viene fornita al giocatore. Potremo decidere nel dettaglio cosa costruire e in che ordine. Se prima erigere i vari terminal, oppure se dare la precedenza ai magazzini, agli hotel di lusso adiacenti alla struttura o ai parcheggi. Man mano che l’aeroporto prenderà forma, inoltre, verranno sbloccate nuove opzioni di personalizzazione. Ivi compresa la possibilità di far entrare in gioco velivoli più grandi. Per farlo però dovremo soddisfare le esigenze dei turisti e di tutti coloro che usufruiranno dei primi servizi di trasporto aereo messi a disposizione da noi.

DAI TRASPORTI DI COLLEGAMENTO AL PREZZARIO

Cities: Skylines - Airports

Altre feature importanti comprese in Cities: Skylines – Airports riguardano la possibilità di collegare il nostro aeroporto ai trasporti “di terra” già presenti nel gioco, come autobus e treni. Per farlo dovremo realizzare strade e reti ferroviarie da collegare con i vari terminal. Inutile dire che facendolo potremo facilitare notevolmente il trasporto di merci e persone, decretando un notevole sviluppo industriale nell’ambito del turismo. Una vera manna per la nostra città e i suoi cittadini.

Colossal Order ha pensato a ogni piccolo dettaglio. Pensiamo per esempio al fatto di poter gestire direttamente i prezzi dei biglietti e delle tasse aeroportuali. Senza dimenticare la facoltà di realizzare persino un logo unico per l’aeroporto, o anche per le singole compagnie aeree che permetteranno i servizi di trasporto aereo. In definitiva, si tratta quindi di un’espansione di notevole qualità che andrà ad arricchire non poco l’esperienza di tutti i fan del titolo.

DA AVERE SENZA RISERVE

Cities: Skylines – Airports va a (rin)innovare un settore che nel gioco base era stato indubbiamente trascurato, per così dire. Per i fanatici del trasporto aereo questo nuovo pacchetto costituirà un’aggiunta impareggiabile alla loro personalissima esperienza di creazione e gestione a 360 gradi di una megalopoli. Che grazie al lavoro svolto da Colossal Order ora potrà essere ancora più varia e completa. Nonostante il prezzo possa risultare eccessivo (circa 13 euro), il nostro consiglio è assolutamente quello di dare una chance a quest’espansione. La quale comprende una serie di feature e opzioni che lasciano trasparire a chiare lettere l’impegno riversato dagli sviluppatori sulla loro creatura… Sulla quale, a questo punto, è lecito aspettarsi ulteriori novità in futuro. Buon viaggio!

Tags

Sostieni IlVideogioco.com

Caro lettore, la redazione de IlVideogioco.com lavora per fornire aggiornamenti precisi e affidabili in un momento lavorativo difficile messo ancor più a dura prova dall’emergenza pandemica.
Se apprezzi il nostro lavoro, che è da sempre per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Vorremmo che il vero “sponsor” fossi tu che ci segui e ci apprezzi per quello che facciamo e che sicuramente capisci quanto sia complicato lavorare senza il sostegno economico che possono vantare altre realtà. Sicuri di un tuo piccolo contributo che per noi vuol dire tantissimo sotto tutti i punti di vista, ti ringraziamo dal profondo del cuore.




Commenta questo articolo