Articoli

Etna Comics, l’edizione 2019 è stata da record

Oltre 85.000 presenze e raccolti oltre 7.000 euro all’asta di beneficenza. I proventi alla Clinica Pediatrica del Policlinico Vittorio Emanuele ed all’A.C.A.R.

L’edizione 2019 di Etna Comics è stata caratterizzata da diversi record e da molte novità che alla fine della fiera si sono rivelate vincenti.

La nona edizione della fiera che si è svolta nell’area delle Ciminiere a Catania ha fatto registrare oltre 85.000 presenze nonché numeri importanti. In particolare anche in uno dei suoi fiori all’occhiello: l’asta di beneficenza .

Sono stati raccolti oltre 7 mila euro, frutto delle opere realizzate e donate, per l’occasione, dagli artisti ospiti della kermesse.

L’ASTA 2019

Il ricavato del 2019 andrà a sommarsi a quello dello scorso anno per la realizzazione di un’aula multimediale all’interno della Clinica Pediatrica del Policlinico Vittorio Emanuele di Catania diretta dal professor Martino Ruggieri, presente all’asta insieme al CEO di Ecogruppo Italia, Angelo Maugeri, in rappresentanza dell’associazione A.C.A.R., Conto alla Rovescia, per la diffusione dell’informazione e la ricerca sulla malattia esostosante e la sindrome di Ollier/Maffucci, a cui sarà devoluta una parte dei fondi raccolti.

Battuta al prezzo più alto, una tavola originale di Doomsday Clock della DC Comics realizzata da Gary Frank. Poi i Batman di Danijel Žeželj, in acrilico su carta telata, e di Alex Maleev, ad acquerello.

Prezioso anche il contributo di Neal Adams che ha realizzato un Batman Who Laughs (Batman che ride) e quello di Laura Zuccheri, prima donna disegnatrice di Tex, con un acquerello della storia del personaggio che esordirà quest’anno con il nuovo Texone.

L’asta di beneficenza è una tradizione ormai consolidata che ha permesso, negli anni, di realizzare progetti di solidarietà. Ad esempio quello di scolarizzazione, avviato tra il 2011 e il 2014, in favore di cinquecento bambini del villaggio di Makumbi in Congo. O di pubblica utilità, come quando i proventi delle edizioni 2015, 2016 e 2017, furono destinati al restyling del playground di piazza Nettuno a Catania.

LE QUATTRO GIORNATE DELL’EDIZIONE 2019 E DATE 2020

Etna Comics ha comunque fatto bingo. In tutti i sensi. Forte di quattro giornate all’insegna di divertimento, cultura e spensieratezza, la manifestazione diretta da Antonio Mannino già è proiettata al futuro.  Sono state annunciate le cinque giornate con cui sarà celebrato il decennale della kermesse.

Come annunciato sul palco dal numero uno del festival, durante gli immancabili saluti finali, l’appuntamento con Etna Comics 2020 sarà dal 29 maggio al 2 giugno.  Il conto alla rovescia è già iniziato.

Ma in questo 2019, come già ampiamente scritto, la manifestazione è cresciuta non solo nei numeri ma anche la sua portata internazionale. Quest’anno più che mai ha visto a Catania un tripudio di star di livello mondiale: da Neal Adams a Gary Frank, da Keiichiro Toyama a Tony Bancroft, da Ian Livingstone a Shiyoon Kim, da Jean Luc-Cano ad Alfred Nguyen e Peter Due, da Johnny Galecki a Giancarlo Esposito.

L’attore italo-americano, reso celebre dal personaggio di Gus Fring in Breaking Bad, è stato il protagonista assoluto della quarta ed ultima giornata.

Carismatico, travolgente e dalla battuta sempre pronta, il grande Giancarlo Esposito ha emozionato per ore i suoi fan raccontando aneddoti della sua vita privata e personale. Esposito ha alternato battute ironiche a momenti di profonda commozione. Come quando ha ricordato il padre, napoletano, e quel profondo amore nostalgico per l’Italia che ha accompagnato la sua vita.

Sala eSports gremita in ogni ordine di posto per la conferenza con il “terribile signore della droga” e padiglioni presi letteralmente d’assalto dai visitatori, in una giornata che ha sfiorato il tutto esaurito ai botteghini. Novità interessanti anche dall’area Indie che ha fatto il suo esordio e che è stata realizzata in collaborazione col GDG di Catania. In particolare Devs Make Games (DMG) si è occupato di questo spazio dedicato ai videogiochi indipendenti.

 

Tags

Commenta questo articolo