RecensioniPC

Rigid Force Alpha, Recensione Pc

Uno shoot’em up classico che riprende tanti classici tra i quali R-Type e Gradius V in veste moderna

Vorremmo aprire in modo diverso questa nuova recensione su uno shoot’em up. Lo vorremmo fare senza ricordare come questo genere molto in voga negli anni ’80 sia tornato in voga grazie alle produzioni indie. Ma è più forte di noi. È un dato di fatto con il quale ci sembra doveroso ricordarlo.

Com8com1, un team indipendente tedesco di stanza ad Hannover ha pubblicato su Steam a fine agosto, Rigid Force Alpha, uno shoot’em up di chiara ispirazione retro disponibile su Pc. Ma come si comporta questo nuovo titolo? Sarà in grado di conquistare i vecchi giocatori? E ne catturerà di nuovi?

Vi diciamo la nostra in questa nostra recensione sul gioco che è in sviluppo da diverso tempo: già nel 2014 venne pubblicato un video dalla software house tedesca sulla pre-alpha nel quale si vede un prototipo abbastanza diverso dal gioco che abbiamo provato.

UN PO’ R-TYPE, UN PO’ GRADIUS MA CON LA SUA PERSONALITA’

Il fatto che gli autori di Rigid Force Alpha siano tedeschi ci fa venire in mente la “scuola Rainbow Arts” che realizzò oltre a Turrican (nel secondo capitolo c’era anche una fase shoot’em up mica male), X-Out e Z-Out. Rainbow Arts realizzò anche Katakis (a proposito di shoot’em up) poco prima dell’uscita per home computer di R-Type… ma questa è un’altra storia.

Il titolo oggetto della nostra recensione ci porta nello spazio per pilotare una navetta che deve difendere l’umanità dall’arrivo dei soliti alieni minacciosi. Nei sei stage del gioco molto vari possiamo notare tanti richiami al passato. Non possiamo non notare influenze da R-Type e Gradius. I nemici biomeccanici, enormi astronavi, robot e creature mostruose ci offrono un ventaglio di quanto abbiamo giocato ed affrontato anni fa. Tutte cose già viste ma ben rielaborate in livelli orchestrati molto bene dove la crescente difficoltà è una sfida che i giocatori di vecchia scuola non possono che accogliere a braccia aperta con un impegno prolungato.

Rigid Force Alpha vanta un gameplay solido. Abbattendo i nemici si raccolgono dei globi di energia che aumentano la nostra barra di energia che servirà per lo sparo a “sputo”. Più ampia è la barra, più – ovviamente – sarà duraturo il raggio speciale della determinata arma in uso. E qui è giusto dire quanto siano pirotecnici questi raggi.
Per cambiare arma invece si devono distruggere dei nemici simili a quelli visti in R-Type che rilasciano tali bonus. Troviamo, così, raggi letali e spettacolari al tempo stesso, ma anche potenziamenti interessanti come un satellite che può essere piazzato in qualunque direzione attorno alla nostra navetta. Questa è una delle parti migliori e che dà personalità a Rigid Force Alpha rispetto alla massa.

Questo satellite è molto più versatile di quanto visto in passato su altri titoli. È piuttosto intelligente e può effettivamente difendere al meglio o se posizionato al meglio anche aumentare il volume di fuoco. Ma non sarà una passeggiata di salute. Questi accorgimenti ci aiuteranno nel tentativo di sopravvivere ed andare avanti ma i nemici certamente non stanno a guardare. Ed anche gli ambienti andando avanti saranno sempre più ostili.

Cascate di sabbia, nebbia e quant’altro ci renderanno la vita ulteriormente difficile nei vari stage che si susseguono e che, un pezzo alla volta, ci rimandano flash dal passato. Insomma, il gioco è tosto ma non è impossibile e la difficoltà è stata implementata alla grande.

Inoltre è giusto osservare come il titolo proponga non solo la classica modalità storia con sei stage principali ma sono state incluse una modalità Arcade e la Boss Rush. Due varianti semplici che danno rigiocabilità al tutto. Nella Arcade non ci saranno opzioni per continuare e si dovranno salvare degli astronauti e distruggere alcune cisterne per ottenere punti e bonus. Nell’altra modalità, invece, è intuibile che si tratti di una rivisitazione degli scontri con tutti i boss affrontati. Ed alcune battaglie di queste sono spettacolari. Il titolo si distingue anche per la presenza delle classifiche globali e di 40 obiettivi su Steam.

SCROLLING ORIZZONTALE, 2,5D, ASPETTO PULITO, GRANDE COLONNA SONORA

Siamo vicini al tirar le somme ma è giusto prima parlare dell’aspetto tecnico del gioco. Non parliamo di miracoli ma di un compito svolto in modo molto attento da sviluppatori sicuramente appassionati.

Visivamente ci troviamo di fronte un quadro molto pulito e fluido con sfondi molto interessanti ed ambientazioni belle da vedere sono in 2d mentre i nemici hanno modelli in 3d. Una soluzione adottata da moltissimi titoli che ha pro e contro. Naturalmente.

Le note positive sono tantissime con animazioni dei nemici molto fluide, colori vivaci ed una sana confusione nei momenti più concitati che non viene assolutamente minata da rallentamenti di sorta. Le stonature sono piccole sbavature ed alcune piccole incongruenze cromatiche a nostro avviso tra ambienti ed alcuni tipi di nemici. Standard, invece, le scene di intermezzo che ci presentano i vari livelli.

Per il resto assistiamo ad un vero e proprio tripudio dedicato agli shoot’em up classici a scorrimento orizzontale che offre anche sfide contro nemici giganteschi e spettacolari da vedere nonché da abbattere con un ventaglio di armi che variano dagli spari multipli, ai laser ad armi a ricerca e così via. Anche le esplosioni sono ben fatte e contribuiscono ad alzare l’asticella. Essenziale l’interfaccia di gioco così come i menu.

Splendida, invece, la colonna sonora firmata da DREAMTIME con Michael Chait. Uno stile synth che accompagna l’azione grazie anche a motivi davvero interessanti ed orecchiabili.

COMMENTO FINALE

Rigid Force Alpha è un omaggio ben riuscito ai classici del passato in chiave moderna. Una frase che sembra scontata ma che è veritiera. Un bel collage tra passato e presente ad ambientazione sci-fi che rappresenta un bel lavoro da parte di Com8com1.

Il titolo propone meccaniche consolidate con una interessante gestione del satellite difensivo della navetta in grado di attaccare ed essere spostato in molti modi. Le cose da fare con la navetta, che ricorda quella di R-Type (quante volte abbiamo ripetuto questo titolo nella nostra recensione?), sono tante proprio per la presenza di questo satellite che può aumentare a dismisura la potenza di fuoco ma può offrire protezione. La raccolta dei globi d’energia per aumentare la potenza della determinata arma aggiunge pepe al gameplay che ha il grande pregio di avere una difficoltà molto calibrata. La sfida è molto tosta ed i livelli di difficoltà sono adatti  tanto ai principianti quanto agli esperti.

Rigid Force Alpha prende il meglio di altri titoli e lo riporta con grande naturalezza. È questo l’ottimo risultato ottenuto dagli sviluppatori. Non è esente da difetti, chi non lo è? Non tanto su alcuni picchi davvero complicati ma crediamo che probabilmente gli sviluppatori avrebbero potuto osare ancora di più. Per quanto sia tutto molto interessante, tutto quello che abbiamo visto non era nulla di troppo originale ma, dopo quasi 40 anni di shoot’em up, volere  una cosa del genere sarebbe (forse) pretenzioso. Per il resto, si tratta di un titolo assolutamente consigliato caldamente agli amanti di questo tipo di giochi.

Pregi

Vero tripudio ai classici degli shoot’em up. Grafica molto interessante. Colonna sonora notevole. Gameplay bilanciato e piccola chicca sulla gestione della navetta. Sfida appagante.

Difetti

Il connubio 2d-3d funziona bene ma a volte ha delle piccole sbavature a nostro avviso, soprattutto nel primo stage. Nulla che non si sia visto.

Voto

8+

Tags

1 commento su “Rigid Force Alpha, Recensione Pc”

Commenta questo articolo