ArticoliMulti

Kingdom Come: Deliverance, i voti della stampa internazionale

Accoglienza altalenante per il gdr di Warhorse Studios

Oggi, come in molti avrete letto, è il gran giorno di Kingdom Come: Deliverance, attesissimo gdr medievale di Warhorse Studios che dopo 4 anni dal successo su Kickstarter ha fatto il suo esordio su Pc, PS4 ed Xbox One.

In attesa della nostra recensione (e possiamo anticiparvi che le nostre prime impressioni sulla versione PS4 sono abbastanza positive, ndr), la stampa internazionale si è espressa in modo altalenante. Si va dal 4 di The Six Axis al 9 di Gaming NEìexus e GameSpew.

Ecco i link raccolti da VG247.

Tags

2 commenti su “Kingdom Come: Deliverance, i voti della stampa internazionale”

  1. Gran parte delle recensioni negative hanno a che fare con le magagne tecniche del gioco, e credo sia giusto far capire alle case editrici che rilasciare un prodotto incompleto non è più qualcosa su cui la stampa di settore (figurarsi quindi i videogiocatori) è disposta a chiudere un occhio.

    Alla luce delle caratteristiche di CryEngine, che divide i suoi files di gioco in tronconi da 2GB e quindi impedisce di intervenire selettivamente sui singoli bug senza dover ricompilare l’intero troncone, era obbligatorio un testing più rigoroso prima del rilascio. Invece abbiamo già 23GB di patch al day one ed altri fix già annunciati per le prossime due settimane.

    So bene che Warhorse Studios è uno sviluppatore di piccole dimensioni, ma questo non può più costituire una scusante e mi auguro che anche titoli provenienti da editori più grossi vengano trattati allo stesso modo. Davvero un peccato, perché sull’autenticità dell’esperienza e lo spessore della campagna c’è poco da eccepire.

  2. Grazie per il commento e per un’informazione tecnica che oggettivamente non conoscevo: quella riguardante il CryEngine che divide i suoi files in settori enormi da 2GB. Credo che se avessero ritardato un po’ avrebbero fatto solo bene al gioco. Tuttavia posso dirti che non è per niente male: lo sto giocando su PS4 e finora (ho fatto solo 3 ore di gameply però e quindi praticamente nulla) non ho visto nulla di ché salvo qualche effetto pop-up che penso sia prevedibile su PS4 liscia (non so su PS4 Pro mentre mi auguro che il problema non sussista per i Pc di fascia medio-alta). Voler fare un gioco così col Cry Engine a questo punto è stata una scommessa. Secondo me non è stata persa: il gioco ha raccolto 1,1 milioni di sterline ma produzioni ben più ambiziose hanno richiesto molti soldi in più. Credo, inoltre, che molte critiche si siano levate perché il titolo non è facile o immediato come The Witcher o Skyrim (forse un po’ sopravvalutato quest’ultimo anche se adoro il mondo di The Elder Scrolls). Sapro’ dirti di più in futuro, però. Ma a sensazione, ti dico che molte critiche sono esagerate. Magari i sbaglierò perché nessuno è infallibile, tanto meno io, quindi vedremo in futuro 🙂

Commenta questo articolo