Recensioni

Eufloria (PlayStation 3)

Ci sono titoli che puntano sull’aspetto tecnico perché si sa che l’immagine conta molto in questo mondo dove spesso e volentieri viene premiata la grafica e non il “cuore”. Bene, Eufloria punta sui contenuti, sulle idee e su quello che riesce a trasmettere ai giocatori.
Apprezzato strategico in tempo reale realizzato dal talentuoso team Omni Systems, ed uscito già da un paio d’anni su pc (Steam), Eufloria è approdato a metà  settimana sul PlayStation Store per gli utenti PlayStation 3.

NON UN SEMPLICE PORTING

Come già accennato, Eufloria è già stato pubblicato su pc, su Steam. A distanza di due anni è giunto sullo store della console di casa Sony con alcune novità rispetto al passato.
Se il comparto tecnico (che descriveremo più in la in questa recensione) è rimasto identico tra le due versioni, ci sono alcuni cambiamenti dal punto di vista della sostanza e delle caratteristiche supplementari.
Su PlayStation 3 oltre al riequilibrio dell’intelligenza artificiale, è stato aggiunto un utilissimo tasto per accelerare il tempo (un fast-forward) in modo tale da proiettare subito il giocatore nel vivo dell’azione.
E sono state aggiunte unità (piantine nel nostro caso) faro che dirigono le nuove piantine e semi. Limature che migliorano il prodotto pc.
I comandi sul pad della PlayStation 3 sono stati strutturati in modo intelligente e basterà poco per padroneggiare le nostre azioni e controllare ogni aspetto che serve, dal semini da inviare, alle unità da far crescere, alle statistiche di ogni singolo pianeta. Non si sentirà troppo la mancanza di mouse e tastiera.

Tanti semini gravitano attorno al pianeta. Se ne possono inviare ad altri pianeti per portare la vita con gli alberelli Dyson

IL MONDO DI EUFLORIA

Ma cosa è Eufloria? Un gioco strategico in tempo reale? Si, ma non solo. Il mondo di Eufloria sembra essere incantato. Sospeso nel tempo. Uno spazio disegnato in modo minimalista in cui si deve portare la vita piantando semini, facendo crescere piantine ed alberi negli asteroidi che compongono questi planetoidi.
Un gioco con una vena ambientale molto marcata e resa in modo delicata ed artisticamente convincente anche se questi pareri sono assolutamente soggettivi.

UN GAME-PLAY IMMEDIATO ED ACCATTIVANTE

Il principio di Eufloria è semplice: inviare semini nei pianeti, piantare alberelli Dyson (che successivamente si potranno migliorare). Questi alberelli genereranno altri semini che saranno inviati ad altri pianeti. Per piantare un albero Dyson occorreranno dieci semi. Ci sono anche le piantine difensive che fungeranno da “torrette” contro i semi grigi, la peste che bisogna debellare per vincere. Mentre gli stessi semini a contatto con un pianeta ostile daranno origine a battaglie “spaziali”.

GRAFICA ESSENZIALE, SONORO D’ATMOSFERA

Eufloria presenta un volto minimalista dai tratti essenziali. I pianeti, le piante, i semini ed anche le battaglie sono molto semplici. La grafica in 2d ha colori molto forti e ben amalgamati nel complesso carina.
Chiaramente nessuno grida al miracolo ma fa il suo dovere e si muove senza incertezze. Il sonoro è probabilmente la parte tecnica più robusta. I brani immergono nel mondo di Eufloria così come gli effetti ambientali (anche loro essenziali ma ben fatti).

Il pianeta è colonizzato, il primo alberello Dyson è piantato sul pianetino. Ora si dovranno piantare altri alberelli e possibilmente piantine difensive per proteggere il prezioso pianeta dagli attacchi dei cattivi semini grigi

CAMPAGNA LUNGA MA MANCA IL MULTIPLAYER
La longevità del gioco di Omni è assicurata da una modalità storia di 25 missioni ben strutturati. C’è anche la schermaglia. Non sarà una passeggiata ma la sfida è ampia ed articolata con ore di immersione in questo strategico dal cuore ambientalista. Peccato che manchi il multiplayer che avrebbe giovato senza dubbio ad un interessantissimo gioco.

CONCLUSIONI

Le idee a volte sono più efficaci di tonnellate e tonnellate di grafica. Il concetto di Eufloria è interessante e sviluppato piuttosto bene. Omni Systems, un team indie composto da Rudolf Kremers ed Alex May ha realizzato un bel gioco.
Certo, non è esente da difetti, la mancanza di un comparto multi-giocatore è una pecca che al giorno d’oggi molti non perdonano, ma si può sopravvivere. A volte le meccaniche sono ripetitive ma si può soprassedere.
Il gioco è benevolo anche se con picchi di difficoltà. Tuttavia, soprattutto all’inizio, sarà facile giocare ma sarà difficile smettere. Eufloria propone un buon rapporto qualità-prezzo (9,99 euro su PSN, 10,99 su Steam) è un altro merito. Ah, dimenticavamo, anche su PS3, tra le lingue selezionabili è disponibile l’italiano. 

 

Pregi

Concept di gioco brillante. Tematica affascinante. Realizzazione pulita. Difficile smettere di giocare. Comandi semplici.

Difetti

Manca il multiplayer. A volte ripetitivo.

Voto

8

Tags

Commenta questo articolo