AnteprimaPC

Terra Randoma, anteprima Steam early access

Rivisitiamo il magico mondo di Terra Randoma con l'anteprima della versione early access

Sostieni IlVideogioco.com

Caro lettore, la redazione de IlVideogioco.com lavora per fornire aggiornamenti precisi e affidabili in un momento lavorativo difficile messo ancor più a dura prova dall’emergenza pandemica.
Se apprezzi il nostro lavoro, che è da sempre per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Vorremmo che il vero “sponsor” fossi tu che ci segui e ci apprezzi per quello che facciamo e che sicuramente capisci quanto sia complicato lavorare senza il sostegno economico che possono vantare altre realtà. Sicuri di un tuo piccolo contributo che per noi vuol dire tantissimo sotto tutti i punti di vista, ti ringraziamo dal profondo del cuore.




Lo scorso novembre abbiamo avuto il piacere di provare Terra Randoma, interessante gioco di ruolo indie sviluppato da Deniz K. Grazie ad alcune variazioni sul tema e un concept a metà tra sessioni cartacee e gameplay a turni, il prodotto ci ha convinto pur mettendo in conto la natura embrionale della versione da noi testata. Poco più di un mese dopo, precisamente il 17 dicembre, il gioco è stato reso disponibile attraverso l’early access di Steam.

L’anteprima oggetto di questo articolo fa riferimento all’ultima versione rilasciata, la 0.686c. Buona lettura.

AVVENTURE CASUALI E NUOVI EROI DIGITALI

Terra Randoma

Terra Randoma prende nome dal continente che si creerà ad ogni gameplay. Data la natura procedurale di questa produzione ogni partita sarà differente nella forma, simile nella sostanza. Quello che non cambierà è il background, dove storie e leggende narrano di una creatura mitica, pericolosa e molto affamata sopita nei meandri della terra.

A metà tra l’Apocalisse e il Ragnarok, ogni cento anni essa si risveglia, divorando l’interno mondo per poi riaddormentarsi in un lungo sonno. Pochi sono gli anziani che si tramandano i “segni del risveglio”, minuzie di un’altra era che permettono di capire che la fine sta arrivando.

Si narra di un eroe indomito e solitario, che dovrà avventurarsi tra interminabili foreste, deserti, cripte e luoghi mistici alla ricerca dei frammenti d’una tavola che nasconde il luogo dove il mortale nemico dimora. L’artefatto da comporre è diviso in cinque parti, ognuna delle quali nascosta in un luogo conosciuto da cinque lord che non si fidano di nessuno, nemmeno dell’eroe stesso.

CREAZIONE SEMPLICE E IMMEDIATA

Terra Randoma

La scelta del proprio personaggio si snoda attraverso sette classi principali cui si è aggiunto da qualche aggiornamento il druido, ma confidiamo in nuove introduzioni nei prossimi aggiornamenti. Anche se lo schema base è quello classico riferito a mago, guerriero e ladro, le classi non differiscono solo per foggia o statistiche da migliorare al passaggio di livello, in quanto il gameplay e l’approccio verso i nemici risulteranno differenti anche in modo marcato.

Ad ogni classe andrà poi associato un segno che garantirà determinati bonus, più una serie di abilità che sbloccheremo durante il gioco. Magie e tecniche di combattimento sono applicate a particolari pietre che potranno essere acquistate anche da mercanti che risiedono in gilde e nelle cittadine. Le statistiche base riflettono l’archetipo del gioco di ruolo vecchio stampo: Forza, Destrezza, Intelligenza.

Quanto espresso fin’ora potrebbe erroneamente portarci a classificare Terra Randoma come un prodotto semplice ed immediato. E in effetti sotto certi aspetti è così, ma l’ago della bilancia risiede in un gameplay punitivo, scevro di buone intenzioni rispetto ad errori che in molti frangenti faranno comparire il Game Over anche dopo una manciata d’incontri.

IL GUSTO DELL’AVVENTURA

All’inizio di ogni partita il gioco provvederà a creare un continente, popolato da mostri, città e molti dungeon. Le città sono popolate da npc che permetteranno di intraprendere incarichi secondari di varia natura e difficoltà, commercianti (dove acquisteremo armature, armi, accessori, cibo e pozioni) e una taverna dove rifocillarci e riposare per recuperare punti vita. Le missioni completate influenzano la reputazione di un personaggio presso i cittadini e soprattutto il lord, custode della posizione del frammento di tavola.

La casualità incide anche sul benessere degli insediamenti che saranno oggetto di varie situazioni. Rivolte, momenti d’oro, assedio di una fazione nemica, andranno ad impattare su prezzi e pericoli che troveremo nelle adiacenze. La mappa su cui muoveremo il personaggio è a griglia quadrata e ogni passo sancirà lo scorrere del tempo. Gli incontri casuali possono essere di natura positiva o negativa e in entrambi i casi avremo alternative al combattimento immediato.

Il combattimento e gli incarichi non serviranno solo ad acquisire punti esperienza ma anche per racimolare oro che servirà per migliorare il nostro equipaggiamento. In questo frangente il gioco pretende una corposa fase di grinding, visto che i prezzi dei commercianti sono tutto meno che abbordabili. Dal canto nostro, suggeriamo di non essere tirchi soprattutto con le pozioni, vero ago della bilancia soprattutto nei dungeon.

Questi ultimi non sono persistenti e possono essere lasciati e ripresi solo se oggetto di incarichi non ancora completati. Alternativamente scompariranno in modo permanente pertanto è utile esplorarli a fondo e lasciando a terra solo l’equipaggiamento considerato inutile.

È ORA DI COMBATTERE

Il combattimento è a turni e gestito da un sistema WEGOUGO che vede il personaggio e i nemici eseguire un’azione per volta. Un fattore che consideriamo convincente è il bestiario, molto ampio e tutt’ora in fase di sviluppo attiva. Che siano creature, banditi o rinnegati, ogni npc che affronteremo sarà a sua volta dotato di attacchi e abilità uniche.

La componente tattica è particolarmente preminente nelle fasi in cui ci troveremo ad affrontare più di una creatura, cosa che accadrà nella maggior parte delle occasioni. La nostra posizione e lo studio della mappa offre punti in cui incanalare i nemici per affrontarne uno alla volta, ma in alcuni casi la ritirata potrebbe essere la nostra unica opzione. Sebbene il combat system sia “veloce” il gioco non perdona gli errori mostrando un insospettabile lato hardcore.

Al momento in cui scriviamo questa seconda anteprima, è ancora presente il “trucco” che avevamo descritto a novembre. In pratica, se vi trovate in fin di vita durante l’esplorazione di un dungeon e non sapete come fare, basterà salvare e ricaricare diverse volte finché le aree adiacenti non offriranno altari curativi ed oggetti unici. Come “fregare” il gioco sfruttando l’assioma: “Non crediamo in situazioni non vincenti”.

COMMENTO FINALE

Terra Randoma è un interessante roguelike che si espande ad ogni update. Il combattimento è immediato e veloce ma strategicamente approfondito.

Grazie ad un aspetto grafico estremamente piacevole e con un’ottima rigiocabilità, risulta ben definito nonostante la fase d’accesso anticipato. In quanto a difficoltà non fa molti sconti. Sebbene sia possibile scegliere tra ben cinque livelli, quello normale offrirà un ottimo grado di sfida e il game over sarà una variabile non così incostante.

Non ci resta che attendere i prossimi aggiornamenti, sperando nell’introduzione di classi, abilità, quest e orpelli atti a variare il più possibile l’offerta.

Tags

Sostieni IlVideogioco.com

Caro lettore, la redazione de IlVideogioco.com lavora per fornire aggiornamenti precisi e affidabili in un momento lavorativo difficile messo ancor più a dura prova dall’emergenza pandemica.
Se apprezzi il nostro lavoro, che è da sempre per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Vorremmo che il vero “sponsor” fossi tu che ci segui e ci apprezzi per quello che facciamo e che sicuramente capisci quanto sia complicato lavorare senza il sostegno economico che possono vantare altre realtà. Sicuri di un tuo piccolo contributo che per noi vuol dire tantissimo sotto tutti i punti di vista, ti ringraziamo dal profondo del cuore.




Commenta questo articolo