ArticoliMulti

Sherlock Holmes: Chapter One, svelati nuovi dettagli

Il team parla della longevità, del combattimento, della personalizzazione e dei piani post rilascio grazie ad una video-intervista ed a un trailer con gameplay

Sostieni IlVideogioco.com

Caro lettore, la redazione de IlVideogioco.com lavora per fornire aggiornamenti precisi e affidabili in un momento lavorativo difficile messo ancor più a dura prova dall’emergenza pandemica.
Se apprezzi il nostro lavoro, che è da sempre per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Vorremmo che il vero “sponsor” fossi tu che ci segui e ci apprezzi per quello che facciamo e che sicuramente capisci quanto sia complicato lavorare senza il sostegno economico che possono vantare altre realtà. Sicuri di un tuo piccolo contributo che per noi vuol dire tantissimo sotto tutti i punti di vista, ti ringraziamo dal profondo del cuore.




È arrivato un nuovo trailer e nuovi dettagli extra inediti del mondo che esploreremo in Sherlock Holmes: Chapter One. Ad annunciarlo, il team di Frogwares che sviluppa questo titolo.

Il video mette in evidenza alcuni dei nuovi luoghi e dei bizzarri crimini che incontreremo sull’isola. In superficie il posto sembra un paradiso mediterraneo, ma scavando un po’ più a fondo e troveremo un’isola di segreti sinistri, crimini bizzarri e un sistema giudiziario contorto.

Il nuovo trailer del gioco, buona visione.

 

Video panoramica che evidenzia in quattro punti focali le novità da parte degli sviluppatori. Avremo dettagli su longevità, combattimento, personalizzazione e post lancio. Buona visione.

 

Come evidenziato dalla panoramica degli sviluppatori, quest’isola è un mondo di criminalità, di disuguaglianza sociale ed economica e dove “la legge” è spesso solo un suggerimento. Gli isolani si fanno regolarmente giustizia da soli con la polizia che chiude un occhio su richiesta dei signori locali.

Crimini e casi sconcertanti metteranno alla prova le nostre capacità di investigazione.

DETTAGLI IN ANTEPRIMA

1 Tempo di gioco stimato e numero di missioni

Antonina Melnykova, Lead Narrative Designer, sottolinea:

Attualmente riteniamo che la storia principale richiederà circa 15 ore per essere completata, mentre una partita completista sarà più vicina a un limite di 30-40 ore. Avremo 5 missioni principali che si estendono su più ore e più di 30 missioni secondarie di varie dimensioni e complessità, ognuna delle quali offre una scelta morale.

In ogni missione principale avrai anche diversi sospetti e se troverai o meno quello giusto dipende da quanto sei bravo come detective. Puoi interpretare i tuoi indizi in molti modi che possono portare a teorie differenti. Alcune di queste teorie sono più facili e più convenienti di altre, ma ciò non significa che siano corrette. Una volta trovato il sospettato, non importa se è la persona giusta, avrai la possibilità di decidere il suo destino. La giustizia sull’isola è un po’ distorta e il nostro obiettivo è evitare una moralità in bianco e nero, quindi è possibile che tu voglia schierarti con il trasgressore.

2 Lascia che ci sia sangue, il combattimento

Yaroslav Martyniuk, Lead Feature Designer, dice:

Il combattimento ha luogo solo dove è giustificato dalla storia. Non puoi sparare a persone a caso per le strade, poiché non pensiamo che si adatti al personaggio e sei incoraggiato ad adottare un approccio non letale. Tuttavia, se sei messo alle strette in uno scontro a fuoco o non hai abbastanza tempo per trovare la debolezza di un nemico, è possibile sparare e ucciderlo. Ciò avrà alcune conseguenze, ad esempio, potrebbe peggiorare il tuo rapporto con il tuo amico Jon, ma non vogliamo togliere questa opzione e costringere i giocatori a usare un solo stile di gioco.

Chapter One è un gioco di azione e avventura, con un’enfasi sul gameplay investigativo, ma il combattimento è ancora un elemento importante. Sherlock è piuttosto agile, quindi potrai usare la sua agilità per cambiare copertura o evitare di essere colpito. Impugna una piccola pistola e alcuni strumenti come le bombe fumogene che usa per inabilitare i nemici. Può anche usare l’ambiente a suo vantaggio, ad esempio sparando a un debole supporto del balcone per abbatterlo.

3 Un occhio per le cose belle, la personalizzazione

 Yaroslav Martyniuk, Lead Feature Designer, spiega:

Sebbene abbandonato e malandato, Sherlock ha la sua villa sull’isola poiché è qui che ha trascorso la sua infanzia. Sarai in grado di restaurare e decorare la villa come meglio credi, con merci provenienti da commercianti locali. Inoltre, alcune stanze della villa diventeranno accessibili solo in seguito, aiutando a rivelare i segreti su Sherlock e la sua famiglia. Puoi anche acquistare o trovare abiti per Sherlock durante il gioco. Alcuni saranno cosmetici, cambiando l’aspetto di Sherlock, mentre ad altri sarà richiesto di completare le missioni.

4 Progressi attuali e piani post rilascio

Sergey Oganesyan, produttore + Community Manager, racconta:

Il gioco è ora in pre-alpha e speriamo di mostrare una profonda immersione nel gameplay investigativo intorno a dicembre / gennaio. Stiamo anche pianificando di supportare il gioco dopo il rilascio con contenuti aggiuntivi, ma non lo trasformeremo in un titolo “Games as a Service”. Sherlock Holmes: Chapter One è un gioco completo e autonomo, sviluppato e auto-pubblicato interamente da Frogwares. Puntiamo a rilasciarlo nel 2021 su Pc, PS4, Xbox One e console di nuova generazione.

Alberto Pagano

Tags

Sostieni IlVideogioco.com

Caro lettore, la redazione de IlVideogioco.com lavora per fornire aggiornamenti precisi e affidabili in un momento lavorativo difficile messo ancor più a dura prova dall’emergenza pandemica.
Se apprezzi il nostro lavoro, che è da sempre per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Vorremmo che il vero “sponsor” fossi tu che ci segui e ci apprezzi per quello che facciamo e che sicuramente capisci quanto sia complicato lavorare senza il sostegno economico che possono vantare altre realtà. Sicuri di un tuo piccolo contributo che per noi vuol dire tantissimo sotto tutti i punti di vista, ti ringraziamo dal profondo del cuore.




Commenta questo articolo