ArticoliIn primo pianoMulti

Remothered: Tormented Fathers, ecco l’edizione fisica

Disponibile su tutte le console

Remothered: Tormented Fathers, già disponibile in versione digitale, arriva oggi nei negozi in versione fisica, grazie ad un accordo stipulato da Darril Arts e dall’italiana Stormind Games con SOEDESCO. Le copie fisiche potranno essere acquistate per le piattaforme Switch, PlayStation 4 e Xbox One. Potete già leggere la nostra opinione sul gioco.

UNA GEMMA DEL GENERE SURVIVAL HORROR

Remothered: Tormented Fathers è stato una rivelazione del genere horror. Il gioco ha ricevuto recensioni molto positive e ha vinto parecchi premi sin dal suo rilascio digitale nel 2018. Per citarne alcuni, GOTY 2018 attribuito da Rely on Horror, Best Italian Game 2018 assegnato durante gli Italian Video Games Awards, Miglior Gioco Indie 2018 e Miglior Gioco Italiano 2018. Il videogame è stato anche citato tra i migliori giochi horror usciti nel 2018.

Nonostante cominciò come progetto amatoriale, il titolo aveva l’obiettivo di dare un seguito alla saga, ferma inesorabilmente al 2002. Il team ha lavorato 10 anni a questo progetto che è divenuto qualcosa di più grosso rispetto all’idea originale, molto vicino alle atmosfere del gioco seppur molto diverso.

Come se non bastasse, il titolo tutto italiano ha ricevuto anche un endorsement da Keiichiro Toyama, creatore di videogiochi cult come Silent Hill, Siren e Gravity Rush. Il videogame designer, considerato fonte di ispirazione dagli sviluppatori del gioco, ha cosi twittato:

Chris-san, mi sono innamorato del nuovo videogioco survival horror Remothered e della sua storia. Sarebbe meraviglioso se un giorno, in qualche modo, riuscissimo a fare qualcosa insieme.

IL GIOCO

Il titolo horror è il primo titolo di una trilogia videoludica in terza persona. I giocatori dovranno calarsi nei panni di Rosemary Reed, una donna di 35 anni che investiga sulla misteriosa scomparsa di una ragazzina di nome Celeste. Mentre si avvicina alla verità, si trova a dover combattere per la sua stessa sopravvivenza.

Tags

Commenta questo articolo