ArticoliVideo

LKA e Wired Productions presentano Martha is Dead

Il nuovo thriller del team italiano, già autore di The Town of Light, si chiama Martha is Dead ed arriverà nel 2020

Sostieni IlVideogioco.com

Caro lettore, la redazione de IlVideogioco.com lavora per fornire aggiornamenti precisi e affidabili in un momento lavorativo difficile messo ancor più a dura prova dall’emergenza pandemica.
Se apprezzi il nostro lavoro, che è da sempre per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Vorremmo che il vero “sponsor” fossi tu che ci segui e ci apprezzi per quello che facciamo e che sicuramente capisci quanto sia complicato lavorare senza il sostegno economico che possono vantare altre realtà. Sicuri di un tuo piccolo contributo che per noi vuol dire tantissimo sotto tutti i punti di vista, ti ringraziamo dal profondo del cuore.




Qualcosa bolle nella pentola di LKA: lo studio italiano, assieme al publisher Wired Productions, annuncia con un trailer Martha is Dead. Il gioco, presentato al pubblico con un trailer che vi mostriamo, è descritto come un thriller psicologico in arrivo nel 2020 mentre non sono state ancora svelate le piattaforme di riferimento.

La nuova collaborazione dimostra l’importanza strategica della partnership tra le due compagnie. Dopo quattro anni, quindi, dal debutto di Town of Light realizzato nel 2016, Martha is Dead vuole continuare la strada tracciata da LKA con uno stile narrativo multistrato combinato con la presenza di ambientazioni reali ed un misto di storia, superstizione ed angoscia psicologica.

Ambientato nella Toscana del 1944, a sud della linea gotica mentre il conflitto tra i tedeschi e le forze alleate è intensificato, il corpo profanato di una donna annegata viene trovato. La sorella gemella, la giovane figlia di un soldato tedesco, deve affrontare il trauma acuto di questa grave perdita mentre la verità sul brutale omicidio è avvolta sa un misterioso folklore mentre l’orrore della guerra è sempre più vicino.

UNREAL ENGINE 4 NEL COFANO

Con il fotorealismo al suo interno e l’utilizzo di tecniche di texturing avanzate insieme al pieno supporto per il ray tracing in tempo reale, Martha is Dead è costruito con l’Unreal Engine 4 ed è impostato ancora una volta per confondere il confine tra gioco e realtà portando storie umane vita; amplificato con produzione di alto livello, immagini cinematografiche e audio inquietante.

Leo Zullo, amministratore delegato di Wired Productions, ha sottolineato:

Siamo lieti di lavorare ancora una volta con il team di incredibile talento di LKA poiché la loro capacità di dare vita alle storie è dimostrata ancora una volta con questo progetto unico. Martha is Dead è un’avventura meravigliosa e inquietante che porterà i giocatori attraverso una storia indimenticabile, e siamo sicuri che lascerà un segno con i giocatori come ha fatto con noi…

Luca Dalcò, fondatore e direttore creativo, LKA, ha detto:

In LKA vogliamo raccontare storie che spingono la vostra immaginazione al limite, mentre abbracciamo quegli elementi del mondo reale che rendono le nostre narrazioni più coinvolgenti e radicate. Siamo lieti di unire ancora una volta le forze con Wired Productions, un editore che condivide la nostra visione fornendo al contempo un supporto incredibile per portare il nostro gioco sul mercato.

I fan dei thriller in prima persona vivranno un’opportunità unica attraverso Martha is Dead, in quanto il gioco offre una storia agghiacciante vista attraverso gli occhi di una giovane donna innocente che è in missione per scoprire la verità. Lungo la strada scoprirà cose che nessuno dovrebbe affrontare… la morte è stata la strada facile rispetto ad una vita guastata da angoscia mentale ed emotiva che persiste.

Ulteriori dettagli sul gioco saranno diffusi prossimamente comprese le piattaforme di riferimento e la data di lancio.

Tags

Sostieni IlVideogioco.com

Caro lettore, la redazione de IlVideogioco.com lavora per fornire aggiornamenti precisi e affidabili in un momento lavorativo difficile messo ancor più a dura prova dall’emergenza pandemica.
Se apprezzi il nostro lavoro, che è da sempre per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Vorremmo che il vero “sponsor” fossi tu che ci segui e ci apprezzi per quello che facciamo e che sicuramente capisci quanto sia complicato lavorare senza il sostegno economico che possono vantare altre realtà. Sicuri di un tuo piccolo contributo che per noi vuol dire tantissimo sotto tutti i punti di vista, ti ringraziamo dal profondo del cuore.




Commenta questo articolo