Editoriale

Nove anni e non sentirli, auguri a noi

IlVideogioco.com compie nove anni e guarda al futuro con ottimismo. Sempre

Il 27 settembre è una giornata particolare. Beh, si, per molti è il compleanno di Google. Per me, invece, è la data da ricordare: lo stesso giorno del 2010, però, è nato IlVideogioco.com.

Scrissi il mio primo ed uno dei pochissimi editoriali perché non ancora non mi sento pronto per scriverli. Considero l’editoriale una cosa da esperti, da veterani ed io ancora non lo sono avendo sempre tanto da imparare.

Oggi, quindi, il mio giornale compie 9 anni. È un bel traguardo e per questo ringrazio i lettori affezionati ed i tanti amici che in questi anni ho imparato a conoscere. Vecchi e nuovi. Così come chi ha la bontà di collaborare con me sorbendosi anche dei cazziatoni che in una “redazione” che si rispetti non possono mancare. Ringrazio il mio tecnico, Francesco Di Marzo che da tre anni ha preso il timone squisitamente tecnico ed aggiorna codice, design e features del portale. Il mio abbraccio va ai collaboratori che negli ultimi mesi mi onorano della loro presenza più o meno costante: Danny DSC che oggi è il nostro primo inviato alla Milan Games Week 2019; Donato Marchisiello, Dino C., Davide Viarengo, Antonio Patti e Massimo Reina. Quest’ultimo mi onora della sua firma da qualche mese a questa parte ed è un piacere leggerlo. Così come avere stretto contatto con chi collabora e mi aiuta in questo progetto ed avventura contro tutto e tutti. Un saluto affettuoso anche a chi ha collaborato in questi anni come Luca Rungi o Giuseppe Saso. E non credo di dimenticare nessuno.

Non è tutto rosa e fiori, è bene che si sappia e se oggi dovessi avere una idea del genere, probabilmente non la porterei avanti. I motivi? Il giornalismo come tutte le cose cambia. Purtroppo non sempre in meglio ed alcuni concetti sono stati travisati a mio avviso. Ma non è questo il momento per parlare delle cose che non vanno. Solo, è giusto farvi sapere che non è facile scrivere e parlo personalmente negli ultimi tempi, una media (sempre personale) di 10-12 articoli al giorno tra lunedì e venerdì.

Per non parlare del SEO, stramaledettissimo SEO che sta uccidendo il giornalismo come lo ho imparato in oltre 15 anni di collaborazione con La Sicilia e da un paio di mesi con il Giornale di Sicilia che mi ha dato la grande possibilità di rimettermi in gioco su un quotidiano cartaceo.

Prima era semplice: titolo, articolo, un’immagine e qualche tag. Ora no. L’articolo deve avere almeno 200 parole, devi mettere i link d’entrata e d’uscita… le categorie, i tag giusti, titolo e catenaccio, e la maledettissima keyword. Morale della favola, i tempi per la realizzazione di un articolo sono quasi raddoppiati. Me ne farò una ragione ma il “chi me l’ha fatto fare” ogni tanto si fa sentire.

E poi le leggi di mercato che guardano solo i grandissimi numeri… altra storia. Altra storia.

Ma 9 anni e con quasi 39.000 articoli di archivio non sono una passeggiata. Vorrei pure annunciarvi alcune novità. Ci stiamo lavorando su. Una riguarderà chiaramente la sessione video. Vorrei implementarla non soltanto con i trailer forniti dagli sviluppatori e publisher ma anche gameplay fatto da me o da altri collaboratori. Magari anche streaming facendo vivere effettivamente l’account Twitch e fare qualche diretta anche su YouTube e Facebook. Per la serie ci metterò e ci metteremo la faccia. Entro fine anno dovremmo farcela. Ed entro fine anno dovremmo anche iniziare una collaborazione interessante… sul piano artistico. È tutto quasi definito ma poi ne parleremo 😊

Non dimenticate di leggerci, supportarci e commentarci. Vogliamo migliorare sempre seguendo anche i vostri consigli. Grazie per esserci stati, per esserci e per il futuro. Una promessa ve la devo: miglioreremo e cresceremo sempre più.

Tags

Commenta questo articolo