ArticoliEsportsVideoMulti

Hearthstone, ecco il percorso eSport per il 2019

Con un video, Blizzard spiega come intende supportare il titolo nella scena sportiva del prossimo anno

Con un post sul blog ufficiale di HearthstoneBlizzard ha comunicato ai propri fan come intende migliorare l’offerta competitiva ufficiale del gioco per il 2019. Tra gli obiettivi principali, scopriamo, rientra una nuova concezione dell’Hearthstone Championship Tour, che è stato definito “difficile da seguire, non accessibile ai nuovi giocatori come dovrebbe e non sostenibile per i professionisti“.

Da qui, nasce un nuovo sistema competitivo a tre livelli: qualificazioni, tornei dal vivo in tutto il mondo e l’ultimo, esclusivo livello, con più di 4 milioni di dollari in premi distribuiti in tutto il sistema nel 2019. Di seguito il funzionamento dettagliato.

Qualificazioni

Nel corso dell’anno, gli eSport di Hearthstone vedranno centinaia di tornei di qualificazione, prevalentemente online. I primi inizieranno in primavera e non avranno limiti regionali: chiunque, da qualunque parte del mondo, potrà partecipare nell’orario che preferisce. Vincere una qualificazione consente di avanzare al livello successivo della competizione.

Tornei dal vivo in tutto il mondo

Nel 2019 saranno organizzati tre tornei solo su invito in giro per il mondo, e altri sono già in programma per il 2020. Questi eventi dal vivo vedranno impegnati i migliori giocatori, da campioni consolidati ad aspiranti professionisti usciti vincenti dai loro primi tornei, che si affronteranno per un montepremi da 250.000 dollari a evento. Il successo in queste competizioni spalancherà le porte dell’ultimo, definitivo livello competitivo.

Competizione esclusiva

Tale livello prevede una competizione stagionale online con formato all’italiana, frazionata in divisioni regionali e con la partecipazione dei migliori giocatori di tutto il mondo. Inizierà dopo l’HCT World Championship, terminando con un finale a fine anno. I giocatori che partecipano a questa competizione riceveranno dei bonus in base alle loro prestazioni, oltre al passaggio automatico agli eventi globali dal vivo del livello precedente.

Altre novità

Tra le ulteriori modifiche ai regolamenti, Blizzard ha anche annunciato l’intenzione di mandare in pensione il formato Conquista. L’intento, comunica il colosso americano, è quello di rendere i vari formati delle competizioni più comprensibili e facili da seguire.

A tale proposito concorre anche il sistema Hearthstone Master, pensato per premiare i giocatori migliori in base alla continuità delle loro prestazioni, con ricompense legate al totale dei punti competitivi delle precedenti tre stagioni. I punti ottenuti durante la Stagione 1 2018 non scadranno l’1 dicembre. Da quel giorno fino al 31 marzo 2019, i giocatori affronteranno una stagione di transizione che conferisce altri punti che contribuiscono al totale dell’anno successivo. Durante questo periodo i giocatori potranno ottenere punti nei Tour Stops, negli HCT Winter Playoffs e nell’HCT Winter Championship, ma non nella ladder.

Tags

Commenta questo articolo