ArticoliIn primo pianoMulti

I fan chiedono a Bethesda di inserire Shirley Curry nel prossimo Elder Scrolls

La nonna più famosa di Internet, accanita giocatrice di Skyrim, potrebbe comparire nel prossimo capitolo della serie

I fan di The Elder Scrolls V: Skyrim potrebbero già conoscere i Let’s Play di Shirley Curry. Accanita giocatrice del titolo Bethesda, i suoi video su YouTube sono seguiti da centinaia di migliaia di appassionati follower. Ed ha ben 82 anni.

Sì, avete capito bene: uno dei grandi elementi del successo di questa YouTuber sta proprio nella sua attempata età, e nel fatto che, nonostante tutti i problemi di salute derivanti da una tale anzianità, continua a giocare e ad appassionarsi alle vicende del Sangue di Drago. In effetti, proprio l’anno scorso è entrata nel Guinness dei Primati come YouTuber più anziana al momento in attività.

Ora, come riporta Eurogamer, il fatto che l’uscita di The Elder Scrolls VI sembri più lontana che mai (è stato lo stesso Pete Hines a confermare che ci vorrà ancora un po’ di tempo per lo sviluppo) ha generato, come si sa numerosi commenti da parte della community. Uno di questi proviene dalla stessa Curry, che ha affermato che probabilmente non arriverà a giocarlo, a causa della sua già veneranda età.

Tale affermazione, a quanto pare, ha colpito molti utenti e fan, che hanno chiesto a Bethesda, se il peggio dovesse avverarsi, di immortalare la Curry come, ai tempi, venne fatto per Erik West, fan di Oblivion che visitò gli studi di sviluppo immediatamente prima di spirare. West stesso è comparso poi in Skyrim come Erik The Slayer, come tributo da parte di Bethesda allo sfortunato giocatore.

È partita, dunque, l’immancabile petizione su Change.org, che chiede a Bethesda di compiere, ancora una volta, questo tipo di operazione. Al momento, la petizione in questione ha raccolto circa 2.600 firme. Curry si è detta entusiasta dell’idea, ma rimane ancora da capire cosa ne pensa la software house.

Tags

1 commento su “I fan chiedono a Bethesda di inserire Shirley Curry nel prossimo Elder Scrolls”

Commenta questo articolo