ArticoliMulti

GTA Online, bonus sulle missioni di import/export

Nuovi bonus settimanali, stavolta incentrati sulle missioni di vendita di import/export

Altra settimana, altro aggiornamento sugli sconti e le offerte per gli utenti di GTA Online. Questa volta, Rockstar Games offre dei bonus del 50% di GTA$ in più sulle missioni di vendita di import/export e un ulteriore sconto del 50% sulle casse di carico speciale.

In più, i giocatori potranno ottenere la Deluxo, oppure assaltare Fort Zancudo sulla Ruiner 2000. Basterà partecipare a una gara o a una missione per veicoli speciali di Rockstar per guadagnare GTA$ e RP doppi per l’intera settimana.

I proprietari di Terrorbyte potranno mettere a frutto i loro talenti grazie alle ricompense doppie nelle attività dei clienti, mentre i trafficanti d’armi potranno affrontare qualsiasi missione per veicoli armati dal loro Centro Operativo Mobile per ottenere GTA$ e RP doppi fino al 19 novembre.

Ma veniamo ora agli sconti veri e propri di GTA Online per questa settimana:  Warstock Cache & Carry offre sconti fino al 40% su una selezione di veicoli speciali. Tra i veicoli in offerta troviamo la subacquea Ocelot Stromberg e l’auto volante Imponte Deluxo.

  • Imponte Deluxo – 25% di sconto
  • Mammoth Thruster – 40% di sconto
  • Ocelot Stromberg – 40% di sconto
  • Imponte Ruiner 2000 – 40% di sconto
  • Coil Rocket Voltic – 40% di sconto
  • Nagasaki Blazer Aqua – 40% di sconto
  • Overflod Tyrant – 30% di sconto
  • Ocelot XA-21 – 30% di sconto
  • Coil Cyclone – 30% di sconto
  • Coil Raiden – 30% di sconto
  • Pfister Comet SR – 30% di sconto
  • Livree (veicoli e velivoli) – 30% di sconto
  • Verniciature (veicoli e velivoli) – 30% di sconto
  • Potenziamenti al motore (veicoli e velivoli) – 30% di sconto
  • Cerchioni – 30% di sconto
  • Turbo – 30% di sconto
  • Gomme antiproiettile – 30% di sconto
  • Potenziamenti e personalizzazioni per armi Mk II – 35% di sconto
  • Munizioni (armi Mk II comprese) – 35% di sconto
  • Giubbotto antiproiettile – 35% di sconto

Tags

Commenta questo articolo