ArticoliEventiUncategorizedMulti

Parte la terza edizione di Gamerome

Dal 21 al 23 novembre, tra conferenze, ospiti e seminari

La Fondazione VIGAMUS ha annunciato l’avvio della Gamerome, ovvero la Rome Developers Conference, un evento internazionale per gli sviluppatori giunto quest’anno alla terza edizione. Il programma, dal 21 al 23 novembre presso la Link Campus University di Roma, prevede iniziative, talk, workshop e incontri dedicati alle esigenze di tutti i professionisti del settore. Potete trovare al sito ufficiale maggiori informazioni.

Saranno presenti grandi publisher provenienti da tutta Europa, che valuteranno i titoli dei team indipendenti per la possibile pubblicazione (tra i più importanti, Nintendo of Europe e Bandai Namco Entertainment Europe). Tali titoli gareggeranno poi per i Gamerome Showcase Awards.

Ad aprire Gamerome il 21 novembre dalle 9.30 alle 14.30, presso Link Campus University, il seminario formativo ad accesso libero “Gaming e gamification” ideato in collaborazione con il Goethe-Institut e l’organizzazione non-profit Alternative Europee. A seguire, dalle 15.30 alle 17.30, la tavola rotonda “Fueling Game Industry with Culture”, con Marco Accordi Rickards, Direttore Generale di Fondazione VIGAMUS. Inoltre, il 21 novembre pomeriggio, a partire dalle 15.00, si terrà anche il Playtest del progetto Labourgames presso la Link Campus University, un progetto finanziato dal programma europeo Creative Europe ed orientato all’innovazione e al collegamento fra il mondo del lavoro e il mondo del gioco.

Giovedì 22 e venerdì 23 novembre si entra nel cuore della conferenza con gli appuntamenti presso il Centro Congressi Auditorium Aurelia di Roma. Attraverso i numerosi seminari, i dibattiti e le conferenze, questa edizione si propone di esplorare i diversi punti di vista del mercato globale dei videogiochi con il contributo di speaker internazionali provenienti sia dall’industria indie sia da quella tripla A, con un focus sulle tematiche legate ad arte, tecnologia, sviluppo del business e nuovi trend, come diversity e pari opportunità, IA, eSport e blockchain.

Giovedì 22 si inaugura con il keynote di David Cage che tratterà il tema della narrazione interattiva in riferimento alle sue ultime opere. Venerdì 23 è la volta del mentoring speciale dei team indipendenti con Tomonobu Itagaki, celebre creatore di videogiochi giapponese reso celebre dalle serie Ninja Gaiden e Dead or Alive.

Marco Accordi Rickards ha dichiarato, a proposito di questa nuova edizione:

Il Gamerome è un’occasione di confronto e di analisi sul settore digital entertainment ma, soprattutto, un’opportunità importante e globale di visibilità per giovani talenti; mentre il mercato europeo dei videogiochi raggiunge 1,8 miliardi di dollari nel 2017, investire nel capitale umano è fondamentale. Secondo la società di analisi Newzoo, l’Italia riflette la situazione molto positiva del segmento europeo, mediorientale e africano che arriverà a generare 28,7 milioni di dollari nel 2018, con una crescita del +8.8% l’anno. Considerando che oltre 1.000 persone sono impiegate attualmente nell’industria italiana dei videogiochi, con una media di età di 33 anni, riteniamo cruciale realizzare eventi locali ma di portata internazionale che offrano agli addetti ai lavori e ai giovani studenti che vogliono investire il proprio futuro nel settore l’occasione di aggiornarsi e stabilire rapporti professionali, con possibilità di business e nuovi progetti.

Tags

Commenta questo articolo