ArticoliIn primo piano

Aeon of Sands – The Trail arriva ad inizio dicembre su Steam

Il gdr indie è sviluppato da Two Bits Kid

Aeon of Sands – The Trail è un gdr “disavventura” grafica-testuale retrò firmato dal team indipendente Two Bits Kid che arriverà il prossimo 4 dicembre su Steam per Pc Windows, Mac e Linux.

In questo titolo, il giocatore interpreta uno sfaticato impiegato comunale, tale Setrani, Set per amici e creditori. La sua città è una delle ultime rimaste di una società post-civilizzata, in un mondo desertico e bruciato da due soli, e il nostro impiegato comunale ne è stato appena buttato fuori con una missione disperata: la ricerca di una carovana smarrita. Ed è appena lunedì.

Aeon of Sands – AoS per brevità – è ambientato in un innominato mondo originale, completamente desertico e abitato da tribù nomadi o stanziali, creature feroci e fameliche. L’esplorazione avviene in una visuale in pseudo 3d che, viste le foto, ricorda parecchio Eye of the Beholder mentre il combattimento è in tempo reale.

Ad esplorazione e combattimento, si alterna una parte di avventura grafica “a bivi”, come quella dei libri-game degli anni ’80 e ’90: le scelte del giocatore durante questa parte del gioco danno forma al viaggio di Setrani nel mondo desertico del Aeon of Sands – The Trail.

Tali scelte fanno incontrare a Set questo o quel compagno, aprono l’accesso a questo o quel dungeon, e lo portano verso uno dei tre possibili finali del gioco.

Soprattutto contribuiscono a manifestare il carattere di Setrani al giocatore: non si tratta solo di un dungeon crawler nel quale un avatar ne vale un altro ma è più simile ad un gioco di ruolo in cui il ruolo iniziale da interpretare è predefinito.

Pertanto le scelte presentate al giocatore, per quanto polarizzanti, non possono dividersi in giuste e sbagliate, ma hanno di certo conseguenze differenti tra loro.

Una delle conseguenze più importanti è la selezione di quali aree saranno accessibili e quali no. Il titolo ha più di 60 aree esplorabili, divise in 20 siti sulla mappa di gioco: nel corso di una sessione di gioco completa se ne esplorano tra un terzo e metà, quelle che le scelte del giocatore hanno aperto.

Per accedere alle altre sono necessarie scelte differenti, o magari un oggetto speciale, o la presenza di un particolare compagno nel gruppo.

Setrani può aggiungere fino a due altri personaggi nel suo gruppo, tra quelli che incontra durante le sue peregrinazioni.

CARATTERISTICHE PRINCIPALI

  • CRPG (gioco di ruolo “cartaceo”) non lineare con colpi di scena dipendenti dal giocatore nella trama;
  • Rigiocabilità: ogni scelta è importante e conduce a storie diverse;
  • Finali multipli;
  • Azione e combattimenti in tempo reale;
  • 20 siti da visitare;
  • Più di 60 diversi labirinti da esplorare;
  • Più di 60 avversari e boss unici;
  • Ambiente 2,5D completamente disegnato a mano;
  • Più di 240 scene illustrate a mano ad accompagnamento dei dialoghi;
  • Circa 140 dialoghi, solo una parte di tutta la storia è leggibile nel corso di una sola partita;
  • Audio 3D dinamico;
  • Musica registrata parzialmente dal vivo;
  • Fino a due ulteriori personaggi possono fare parte del gruppo, le personalità dei compagni influenza il risultato della storia e apre nuove strade nella stessa;
  • 2 tipi di magia: uno elementale, fortemente dipendente dagli oggetti, e uno misterioso, da scoprire nel corso del gioco;
  • Più di 200 oggetti, la maggior parte dei quali, unici.

Gli autori di Aeon of Sands – The Trail sono Marco Pedrana, fondatore di TwoBitsKid, ha lavorato tra le altre cose alla traduzione di Eye of the Beholder in italiano su Amiga, mentre Florian Fischer ha lavorato allo sviluppo di Ultima Iris.

Tags

Commenta questo articolo