ArticoliGalleryVideoMulti

11-11: Memories Retold arriva a novembre

Ed avrà un doppiaggio di livello mondiale con Elijah Wood e Sebastian Koch

Nelle scorse ore è arrivata la data di lancio di 11-11: Memories Retold. Bandai Namco ha annunciato che l’avventura narrativa ambientata durante la Prima Guerra Mondiale sarà disponibile in Italia il prossimo 8 novembre per Pc, PS4 ed Xbox One.

Il publisher ha svelato inoltre diversi dettagli. In 11-11: Memories Retold, i protagonisti principali saranno Kurt, Harry ed i loro compagni animali.

Per portare in vita i personaggi di questa commovente avventura, il publisher ha annunciato ufficialmente il coinvolgimento di due attori del calibro di Elijah Wood e di, Sebastian Koch, come doppiatori del gioco.

Elijah Wood è un celebre attore con oltre 26 anni di carriera e film del calibro della trilogia de “Il Signore degli anelli”, “Se mi lasci ti cancello”, oltre alle produzioni SpectreVision, “Open Windows” e “Cooties”. In 11-11: Memories Retold, Wood presta la sua voce a Harry, un fotografo canadese-americano che partecipa al primo conflitto mondiale solo per scoprire direttamente dal fronte le realtà della guerra.

Con oltre 30 anni di carriera fra teatro, televisione e schermi cinematografici, Sebastian Koch è particolarmente noto per le sue parti in “Homeland”, “Il ponte delle spie” e “Le vite degli altri”. Come Kurt in 11-11: Memories Retold, interpreterà un pacifista guidato dal senso del dovere.

Sviluppato da Aardman e DigixArt, il titolo consentirà ai giocatori di esplorare una serie di scene paragonabili a un vero dipinto, come mostrato nel nuovo trailer che vi proponiamo e nelle foto sottostanti. Con questo stile grafico unico, la storia si ispira a eventi reali. I giocatori potranno provare i due schieramenti di un evento storico molto complesso che gli farà conoscere la dura realtà della guerra, affrontando le drammatiche conseguenze della prima guerra mondiale sia in prima linea che nella retroguardia, e cercando di preservare la propria umanità per i propri cari.

Tags

Commenta questo articolo