ArticoliIn primo piano

Oppaidius Summer Trouble ha già raggiunto il traguardo su Kickstarter

Si chiama Oppaidius Summer Trouble ed è una lettera d’amore verso i videogiochi giapponesi degli anni ’90. Quelli, per intenderci, che guardavamo con l’occhio ammirato (e non solo) quando leggevamo sulle riviste dell’epoca degli articoli sul famoso PC Engine.

SbargiSoft, questo è il nome del team indie, ha così iniziato una raccolta fondi su Kickstarter. L’obiettivo, modesto a dire il vero, di 1.500 euro è già stato superato e si vola verso quota 2.000. Inoltre vi ricordiamo che è disponibile una demo giocabile e sono stati annunciati gli stretch goals, ossia gli obiettivi secondari con novità a quota 2.200 (extra wet dream scene); a 3.500 (special 8 bit panic buttom); 5.000 (artbook fisico e digitale); 7.500 (Hiroki Kikuta) ed a 10.000 un obiettivo segreto.

La storia ci parla di una ragazza incredibile che suona alla porta del protagonista cambiando così la sua estate per sempre… o per tutta la vita.

Questo sarà solo l’inizio di un viaggio nelle profondità nella sua ossessione per i seni, di un percorso di ritorno al mondo esterno e verso le emozioni, rimaste sopite per troppo tempo.

Ecco le caratteristiche:

  • Fondali in pixel-art con risoluzione e palette native delle retro-console dell’epoca
  • Musiche originali realizzate con chip FM degli anni 90 (Yamaha YM2151) di Luca Della Regina (Xydonia)
  • Tre musicisti giapponesi ospiti, tra cui Norihiko Hibino delle saghe di Metal Gear Solid e Bayonetta
  • Più di 100 frame di animazione disegnati a mano
  • Un segretissimo finale “HOT” da sbloccare
  • Fatto in Italia!
Tags

Commenta questo articolo