ArticoliIn primo pianoVideo

Sniper Ghost Warrior 3, la Challenge Mode svela le missioni secondarie

Gli sviluppatori di CI Games non hanno paura di offrire ai cecchini più esperti un’altissima difficoltà per un’esperienza complessiva ancora più impegnativa. Oggi, la software house polacca presenta ai fan di lunga data e a quelli nuovi, una nuova modalità di Sniper Ghost Warrior 3: la Challenge Mode.

Nella nuova impostazione open-world di Sniper Ghost Warrior 3, le Side Ops sono grandi missioni collaterali dove i giocatori possono muoversi liberamente in tutta l’area, anche evitando i nemici che incontrano. Guarda il video che mostra una missione Side Ops in corso con l’aggiunta della Challenge Mode.

I fan di lunga data di Sniper Ghost Warrior hanno chiesto una modalità per mettere alla prova i giocatori più esperti e la Challenge Mode offre un livello di sfida estremo. Con l’HUD mancante, un aumento della percezione del nemico e i marcatori degli avversari che scompaiono dopo aver usato il drone di sorveglianza, completare con successo le missioni richiederà un arsenale di armi ben attrezzato e molti accessori per passare in osservato.

“La Challenge Mode è una delle caratteristiche di Sniper Ghost Warrior 3 che preferisco, in quanto mette alla prova le competenze del giocatore esperto che non può fare affidamento sugli aiuti del gioco – ha dichiarato Tomasz Pruski, senior level designer presso CI Games – un buon esempio è quando si usa il drone che marcherà i nemici, una volta richiamato indietro però, i giocatori dovranno contare solo sulla loro memoria per ricordarsi dove sono collocati. Sarà richiesta una mira più precisa, i giocatori dovranno puntare alla testa, in quanto i nemici sono molto più corazzati”.

Tags