ArticoliIn primo piano

Yamauchi (Gran Turismo) “Il periodo PS3 è stato un incubo”

nurburgring_nordschleife_gr3

Kazunori Yamauchi, capo di PolyPhony Digital e papà della serie Gran Turismo ha etichettato come “Incubo” il periodo PlayStation 3 per le limitazioni tecniche.

Intervistato da GameSpot, ha parlato del rapporto tra la serie e la console Sony:

“Il periodo con PS3 per noi è stato come una specie di incubo. Eravamo in una situazione scomoda. Volevamo fare determinate cose ma non si potevano fare. Si era costretti dall’hardware PS3. C’era un sacco di frustrazione. L’hardware di PS3 era qualcosa che a prima vista dava la sensazione di poter realizzare certe cose quando in realtà non era così”.

E continua:

“In termini di sviluppo, era molto difficile realizzare giochi. Dopo anni e anni di sforzi, il risultato ottenuto era veramente insoddisfacente per noi. Ma la PS4 è valida: questa volta siamo veramente in grado di realizzare ciò che vogliamo, quindi ci divertiremo”.

Ed a tal proposito, Gran Turismo Sport – il prossimo capitolo della serie, il primo per PS4 – attualmente in sviluppo, uscirà nel novembre 2016. Yamauchi spiega che il nome è stato scelto per l’attenzione del giovo verso gli eSports ma poi aggiunge che avrebbe anche potuto chiamarlo Gran Turismo 7 viste le numerose novità.

Yamauchi afferma inoltre che adesso inizierà una nuova era per la serie GT:

“Da questo titolo in poi, potrete veramente considerare l’inizio di una nuova era per la serie, per via del livello d’innovazione e di tecnologia che offriremo”.

Infine, Yamauchi afferma che il titolo offrirà un livello di competizione accessibile a tutti, non ai soli professionisti:

“Il sistema accoppierà i giocatori intelligentemente, ogni giocatore sarà abbinato ad un avversario con lo stesso stile di guida ed abilità. Questo Gran Turismo è realmente pensato per giocatori che giocano a un titolo racing per la prima volta con molti degli eventi offline creati per i principianti. Quindi non aspettatevi un simulatore hardcore”.

Tags