In primo piano

Minecraft, incografica dei due anni con Microsoft

Sostieni IlVideogioco.com

Caro lettore, la redazione de IlVideogioco.com lavora per fornire aggiornamenti precisi e affidabili in un momento lavorativo difficile messo ancor più a dura prova dall’emergenza pandemica.
Se apprezzi il nostro lavoro, che è da sempre per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Vorremmo che il vero “sponsor” fossi tu che ci segui e ci apprezzi per quello che facciamo e che sicuramente capisci quanto sia complicato lavorare senza il sostegno economico che possono vantare altre realtà. Sicuri di un tuo piccolo contributo che per noi vuol dire tantissimo sotto tutti i punti di vista, ti ringraziamo dal profondo del cuore.




minecraft

Sono passati quasi due anni da quando Mojang e Microsoft si sono alleate per Minecraft. O meglio, da quando il colosso di Redmond ha acquistato per 2,5 miliardi di dollari, lo studio allora capitanato da Markus Notch Persson. Da allora, sono state annunciate molte novità e sono stati raggiunti ottimi risultati.

Di seguito un riassunto dei dati più importanti:

  • Ad oggi sono state vendute all’incirca 100 milioni di copie di Minecraft: 106.859.714 per essere precisi. Per rendere l’idea, se ogni persona che ha comprato il videogioco si unisse per formare una nazione, sarebbe la dodicesima nazione più popolata al mondo dopo Russia, Giappone e Messico.
  • Il numero di persone che giocano a Minecraft sta crescendo più che mai! Infatti, ogni mese contiamo una media di oltre 40 milioni di utenti unici tra tutte le piattaforme disponibili.
  • Dall’inizio del 2016 sono state vendute in media 53.000 copie di Minecraft ogni giorno.
  • I giocatori di Minecraft provengono da tutto il mondo; addirittura quattro copie sono state vendute in Antartide.
  • Gli utenti di ogni età e sesso si godono Minecraft su 14 diverse piattaforme; l’età media è di 29 anni e il 40% dei giocatori è di sesso femminile.
Tags

Sostieni IlVideogioco.com

Caro lettore, la redazione de IlVideogioco.com lavora per fornire aggiornamenti precisi e affidabili in un momento lavorativo difficile messo ancor più a dura prova dall’emergenza pandemica.
Se apprezzi il nostro lavoro, che è da sempre per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Vorremmo che il vero “sponsor” fossi tu che ci segui e ci apprezzi per quello che facciamo e che sicuramente capisci quanto sia complicato lavorare senza il sostegno economico che possono vantare altre realtà. Sicuri di un tuo piccolo contributo che per noi vuol dire tantissimo sotto tutti i punti di vista, ti ringraziamo dal profondo del cuore.




Commenta questo articolo