Interviste

Intervista a Derek Chin (Lead Design di Desert Owl Games) per The Huntsman: Winter’s Curse (ITA-ENG)

Derek Chin

Di Edoardo Ullo e Luca Rungi

Con l’arrivo dei libri 4 e 5 di qualche giorno fa, si è chiusa la prima stagione videoludica di The Huntsman: Winter’s Curse, interessante mix di avventura, gdr e strategia a turni dai toni fiabeschi, ambientato nel mondo Fantasy di Biancaneve e il Cacciatore.

Come avrete certamente letto, il gioco ci ha preso non poco (nelle due recensioni – qui e qui – ha saputo conquistarsi un meritatissimo 8+) ma al contempo ci ha fatto venire delle curiosità. Abbiamo quindi contattato Desert Owl Games, la software house indipendente che ha sviluppato Huntsman: Winter’s Curse ed abbiamo parlato con loro di un po’ di tutto.

Ecco le nostre quattro chiacchiere con Derek Chin, capo designer della software house statunitense. Buona lettura.

Prima di tutto grazie per il prezioso tempo che ci dedicate rispondendo alle nostre domande. Prego, presentatevi ai nostri lettori.

“Ciao a tutti! Sono Derek Chin, lead designer per Desert Owl Games”.

Ora che la prima stagione è finita, vorremmo sapere come sia nata l’idea per la realizzazione di The Huntsman: Winter’s Curse.

“E’ stato un progetto collaborativo tra il nostro studio e la NBCUniversal. La storia del gioco si piazza nello stesso universo del film ma con una nostra storia distinta. Abbiamo voluto rispettare i temi del film per costruirci sopra alcuni dettagli come quelli del tradimento e della trasformazione. Abbiamo anche assunto una scrittrice: Janni Lee Simner per aiutarci con lo script per il gioco e siamo estremamente soddisfatti di come la storia sia venuta fuori”.

Quando è iniziato ufficialmente lo sviluppo?

“Circa un anno fa, ad aprile 2015. Inizialmente avevamo realizzato alcuni prototipi interni per il sistema di combattimento, e quello dei dialoghi come prove concettuali. Lo sviluppo vero e proprio è iniziato subito dopo”.

Quante persone hanno lavorato ed attualmente lavorano a questo progetto?

“Un discreto numero di persone hanno lavorato al gioco nel suo ciclo di sviluppo anche se non tutte sono state coinvolte contemporaneamente in tutta la fase ed altre hanno seguito parti di lavoro specifiche. Oltre 30 persone hanno lavorato sul gioco tra le squadre di Desert Owl Games ed NBCUniversal”.

The Huntsman: Winter’s Curse è un ottimo mix di Gdr, strategia a turni ed avventura. Quali sono i punti forti ed i punti deboli del gioco secondo voi?

“All’inizio, sapevamo che lo stile visivo e l’aspetto sarebbero stati un successo e siamo molto soddisfatti a tal proposito. La visuale di combattimento e l’audio hanno veramente contribuito a rendere l’aspetto del gioco completo. Abbiamo lavorato molto per dare profondità ed evitare la sensazione di ripetitività della storia. Siamo orgogliosi di quello che ne è venuto fuori e di quello che abbiamo fatto per raggiungere l’obiettivo.
Fin dal lancio, invece, avremmo voluto avere più illustrazioni a schermo intero e la localizzazione in altre lingue. Tuttavia, quando si pubblica un gioco con l’uscita di un film, il termine ultimo non può essere esteso!”.

huntsman_1

Abbiamo realmente apprezzato come Abigail Larson abbia lavorato al gioco. Come è iniziata la sua collaborazione?

“Eravamo già fan dei lavori artistici di Abigail, così quando è stato deciso lo stile del gioco, sapevamo che lei sarebbe stata perfetta. L’abbiamo contattata una volta scritti i punti cardini della storia”.

La colonna sonora del gioco è impressionante. Ci sono piani per la realizzazione di un dlc o di un album digitale?

“La colonna sonora originale di è stata realizzata da Adgio Hutchings. Abbiamo lavorato assieme in passato ed amiamo le sue opere. Ha anche lavorato in un discreto numero di altri videogiochi. Si, stiamo lavorando per la colonna sonora attualmente”.

Il gioco sarà tradotto in più lingue in futuro?

“S, ci stiamo lavorando attualmente”.

Secondo la nostra esperienza, riteniamo che il gioco era un po’ più breve rispetto a quanto siamo abituati. Quali sono le vostre idee sulla longevità dei videogiochi in generale?

“Siamo consapevoli i giochi hanno contenuto ripetitivo che richiede di giocare la stessa cosa più volte al fine di progredire. Alcuni giochi di ruolo richiedono combattere gli stessi nemici decine di volte, viaggiando o accettando quest in modo banale ma nessuno di questi metodi fanno avanzare la trama e sono riempitivi.

Al contrario, The Huntsman: Winter’s Curse è stato progettato per essere un gioco narrativo in primo luogo ed il gameplay è stato realizzato per facilitare tale condizione. Non chiediamo ai nostri giocatori di trascorrere del tempo in giro da un luogo all’altro della mappa. Ogni volta che il giocatore non sta risolvendo una sequenza di combattimento, sta progredendo lungo la storia.

Questo significa che la lunghezza complessiva è più breve, ma sentiamo che questa sia stata una buona decisione: offrire “roba buona”, piuttosto che proporre un’esperienza riempitiva”.

State pensando di sviluppare ulteriori contenuti per espandere il gioco?

“Ci siamo focalizzati nel dare ai giocatori una grande esperienza, come il formulare di nuove idee”.

The Huntsman: Winter’s Curse è stata una sorpresa deliziosa. Ci sono idee per uno o più sequel?

“Non abbiamo nulla in programma al momento ma sarebbe una grande idea”.

Elisabeth e Marcus torneranno nella seconda stagione?

Non possiamo rivelare nulla sulla storia ma sarete tra i primi ad avere notizie quando le avremo”.

Quando arriverà la versione PlayStation 4?

“Più avanti, in estate”

Ci saranno notevoli differenze tra le versioni Pc e PlayStation 4?

“Le due versioni avranno le stesse caratteristiche e non ci saranno particolari differenze tra esse a parte il supporto al DualShock 4”.

State pensando ad una edizione Xbox One?

“Non siamo pronti a fare annunci su altre piattaforme, ma se riveleremo altre piattaforme, sarete tra i primi a saperlo”.

ENGLISH VERSION

Here is the English version about Q&A with Derek Chin, Lead Designer for Desert Owl Games, the team who developed The Huntsman: Winter’s Curse, the videogame based upon  Snow White and the Huntsman.

Enjoy the interview.

First of all, thanks for the precious time you’re granting us by answering our questions. Please introduce yourself to our readers as Desert Owl Games.

“Hey everyone! This is Derek Chin, lead designer for Desert Owl Games”.

Now that the first season is over, we would like to know how you have come up with the idea for The Huntsman: Winter’s Curse.

“It was a collaborative project between our studio and NBCUniversal. The game’s story takes place in the same universe as the film, but has its own distinct story. We wanted to respect and build on the themes in the film, like those of betrayal and transformation. We also hired a writer, Janni Lee Simner, to help us with the script for the game and we are extremely happy with the way the story turned out”.

When has development officially started?

“Development began about a year ago in April, 2015. We initially developed some internal prototypes of the combat and dialog systems as proof of concepts, and full development kicked into high gear soon after”.

How many people worked and are currently working on this project?

“Quite a number of people worked on the game over its development cycle, though not everyone was involved at every stage. Over 30 people worked on the title, between the Desert Owl Games and NBCUniversal teams”.

The Huntsman: Winter’s Curse is a fine mix of RPG, turn based and adventure games. What are the strong and the weak points of the game in your opinion?

“Early on, we knew that the visual style and look was going to be a hit and we are very happy with the way that turned out. Combat visuals and audio truly helped to make the game look and feel complete.

We wanted combat to have depth and to avoid it feeling repetitive or getting in the way of the story. We are proud we put in the work to accomplish this.

More full screen illustrations and localization were things we would have liked to have at launch. However, when you are launching a game with the release of a film, the deadline can’t be extended!”.

Marcus dà prova delle sue abilità magiche colpendo abilmente i minacciosi serpenti che si parano davanti ai nostri due protagonisti
Marcus dà prova delle sue abilità magiche colpendo abilmente i minacciosi serpenti che si parano davanti ai nostri due protagonisti

We really enjoyed what Abigail Larson did for the game. How and when has this collaboration started?

“We were already fans of Abigail’s distinct artwork, so when the style of the game was decided, we knew she would be perfect. We reached out to her once the overall story was written”.

The Original Soundtrack of The Huntsman: Winter’s Curse is quite impressive. Who is the author?

“Adgio Hutchings created the soundtrack for the game. We have worked him in the past and love his work. He’s also worked on a number of other video games”.

Are you planning on releasing the soundtrack as a DLC or as a digital album?

“Yes, we are working on this right now.

Will the game have more localizations in the future?

“Yes, we are currently working on localization”.

According to our experience, we believe the game was a bit shorter than expected. What are your thoughts about games longevity in general?

“We are aware that repetitive content is present in games, which requires playing the same thing repeatedly in order to progress. Some RPGs require fighting the same enemies dozens of times, mundane travelling or doing fetch quests, none of which do advance the plot and just fill up time.

In contrast, The Huntsman: Winter’s Curse was designed to be a narrative-driven game first and foremost, and the gameplay is intended to facilitate that. We don’t ask our players to spend time walking around from location to location. Any time the player is not resolving a combat sequence, they are progressing along the story.
This means the overall length is shorter, but we feel it was a good decision to stick to “the good stuff” rather than padding the experience”.

Are you thinking about developing further content to expand the game?

“We are focused on giving current players a great experience, as we formulate new ideas”.

The Huntsman: Winter’s Curse was a sweet surprise. What do you think about the idea of one or more sequels?

“We have no plans at this time, but think it’d be a great idea”.

Are Elisabeth and Marcus coming back in the Second Season?

“We aren’t ready to reveal any story advancements, but you will be one of the first to know when we are”.

huntsman_2

When will The Huntsman: Winter’s Curse be released on PS4?

“Later this summer”.

Are there going to be any noticeable differences between the PC version and the PS4 one?

“The two versions will have feature parity and won’t have any noticeable differences other than supporting the DualShock 4”.

Are you planning on an Xbox One version?

“We aren’t ready to make any announcements about additional platforms, but if we do reveal additional platforms, you will be one of the first to know”.

Tags

Commenta questo articolo