Recensioni

Speedball 2: Evolution

 

Riportare i classici del passato in auge è sempre stata una moda anche nel mondo dei videogiochi.
Speedball 2: Evolution, pubblicato per iPhone ed iPod Touch su AppStore lo scorso fine febbraio, è il remake di Speedball 2: Brutal Deluxe, gioco sportivo futuristico nonché capolavoro del 1990 su Amiga che venne sviluppato dai leggendari Bitmap Brothers.
Ad occuparsi di questa conversione, anzi, ad idearla e metterla in pratica, sono stati quelli di Tower Studios capeggiati da Jon Hare, uno che di giochi retro ne sa molto essendo stato il fondatore di Sensible Software.

RITORNA LO SPORT FUTURISTICO SENZA REGOLE

Dopo 21 anni, quindi, torna lo sport futuristico in cui i giocatori sono dei veri e propri gladiatori che indossano corazze e sono liberi di fare tutto ciò che serve per vincere.
L’unica regola ferrea di questo sport, simile alla pallamano (si gioca con le mani, con una palla rotonda e contrariamente al football americano sono ammessi passaggi all’indietro, oltre che a quelli in avanti e laterali, ndr), è che non ci sono regole. Tutto, ma proprio tutto, è concesso.
Ed anzi, la forza bruta viene premiata perché chi fa uscire un giocatore della squadra avversaria per infortunio guadagna 10 punti, l’equivalente di un goal.

 

Un gol è stato appena realizzato. Anche in questa versione, il mitico urlo "Ice cream, Ice cream" durate i replay non mancherà

 

UN REMAKE DAVVERO CONVINCENTE

La struttura di base dell’originale Speedball 2 è rimasta intatta. E questa è già una buona notizia perché non è stato snaturato il concetto retrò. Come è ovvio, graficamente il titolo ha subito una importante opera di ammodernamento. La visuale dall’alto gode adesso di una risoluzione maggiore e di tanti dettagli in più anche se lo stile caratteristico è rimasto tale all’originale.
Sfumature e tonalità metalliche, volutamente fredde sono l’ingrediente fondamentale della grafica, sia in azione che nei menu.
La varietà è più ampia grazie anche al maggior numero di arene presenti, tutte differenti e molto carine da guardare. Avremo ora lo Speedball Stadium, quello di base, lo Space Stadium, il Gold Stadium, il Cyber Stadium ed il Fire Stadium.

LE NOVITA’ NEL GIOCO

Le novità più rilevanti in Speedball 2 Evolution, però, stanno nelle modalità di gioco. Oltre alle partite singole si troverà il Career Mode, ovvero una tipologia di partita che permetterà al giocatore di prendere le redini di una squadra e di gestirla per 10 stagioni, arco di tempo utile per vincere quanti più campionati e coppe possibili.
Semplice la gestione del team. Così come nel titolo originale, si può decidere di spendere i fondi raccolti dopo ogni partita per potenziare le caratteristiche dell’intera squadra, o dell’intero reparto (difesa, centrocampo ed attacco), o del singolo giocatore. L’utente può anche decidere di comprare nuovi giocatori nel mercato.
Nella modalità Challenge, invece, si affronteranno le squadre di Speedball 2 in cinque trofei differenti.
E’ presente anche la possibilità di poter sfidare un amico tramite bluethoot o sul web. Ed è possibile inoltre postare i propri risultati su Twitter con un’apposita opzione.

 

 

Ecco la gestione della squadra. Con pochi touch potremo scegliere quali attributi migliorare o se comprare un giocatore nel mercato

IL GAME-PLAY A SUON DI TOUCH

I dubbi e le perplessità della vigilia erano rivolti al comportamento del gioco in partita. Dopo i primi incontri possiamo affermare che  il gioco si difende abbastanza bene. Sicuramente le paure sono state fugate da un’ottima resa. Si può sfruttare l’accelerometro o si può optare per il pad classico (anche se touch).
I comandi sono buoni, ma a volte non sono troppo precisi. Il game-play ha conservato la stessa frenesia che era il tratto distintivo del titolo del 1990. Ventuno anni dopo Speedball 2 Evolution riesce a colpire favorevolmente anche i palati più fini e temprati da anni di partite affrontate con i joystick.

MA CHE COSA E’ SPEEDBALL?

In questo breve paragrafo descriveremo questo sport. Le squadre, composte da 9 giocatori (1 portiere ed otto giocatori di movimento), si sfidano in una partita da due tempi di 90 secondi (tempo reale) l’uno. Tre minuti in cui accadrà tutto ed il contrario di tutto. Non ci sono falli laterale e si gioca anche con le sponde.
Non conta soltanto segnare più gol (che valgono 10 punti), ma anche mettere fuori combattimento gli avversari (l’uscita di un atleta varrà quanto un gol), e di sfruttare tutti i bonus possibili. Vi sono dei sensori disposti in particolari parti del campo che se verranno colpiti dalla palla varranno 2 punti. Altri daranno invulnerabilità temporanea al giocatore, altri trasformeranno la sfera metallica in una palla imprendibile per gli avversari…

CONCLUSIONI

Missione compiuta. Tower Studios e Jon Hare cercavano di far rinverdire i fasti di Speedball ed Evolution ha fatto appieno il suo dovere. Il gioco, pur essendo di nuova concezione, non è stato snaturato.
Tutte le cose buone, giocabilità, grafica e sonoro, sono state migliorate ed ampliate. La profondità è data dalla modalità Carriera (con 10 stagioni in cui far evolvere il proprio team) e dalle sfide in rete o bluetooth.
L’atmosfera fredda e futuristica è rimasta tale e non manca nemmeno l’immancabile urlo “Ice Cream, Ice Cream” ad ogni gol nell’arena. Il tutto adesso è in formato tascabile a prezzo onesto. Meglio di così…

PREGI

L’atmosfera non è stata svilita. I concetti migliori sono stati ampliati. Giocabile e rigiocabile.

DIFETTI

A volte troppo frenetico. Piccole imprecisioni nei controlli.

VOTO: 8,5/10

 

Tags

Commenta questo articolo