Articoli

The Evil Within 2, nuove informazioni sui mostri

Tra i protagonisti di The Evil Within 2, che ricordiamo arriverà il prossimo 13 ottobre su Pc, PS4 ed Xbox One, ci saranno senza dubbio i mostri. Che saranno dietro ogni angolo a braccare il vero protagonista del nuovo capitolo della serie horror survival, Sebastian Castellanos. Bethesda, editore del titolo sviluppato da Tango Gameworks, ce lo ricorda.

E’ John Johanas, il direttore dei lavori sul gioco, ad offrire alcuni dettagli.

“Se pensate di essere paranoici, provate a immaginare come debba sentirsi Sebastian Castellanos (si può davvero parlare di paranoia, quando si è realmente braccati?)… Dalle terrificanti creature che infestano le strade ai perversi individui che sono riusciti a entrare nello STEM e ora stanno distorcendo il mondo a proprio piacimento, fino all’organizzazione segreta Mobius, che manovra nell’ombra: tutti danno la caccia a Sebastian. Non sarete mai al sicuro, ovunque vi troviate. Nonostante le aree di gioco di The Evil Within 2 siano molto ampie e possano essere esplorate liberamente, ogni angolo può nascondere un’insidia. Anche in mappe così vaste, quindi, non avrete mai l’impressione di essere al riparo dal pericolo”.

CARATTERISTICHE DELLE CREATURE

The Evil Within 2_Danger_Stefscura

In The Evil Within 2, Sebastian si troverà ad affrontare nemici spaventosi e sempre differenti, ma non vi combatterete soltanto le orde di mostri che si aggirano per le strade di Union. The Evil Within 2, infatti, include potenti nemici speciali, i quali possiedono abilità uniche e richiedono strategie estremamente diverse per essere affrontati. Questi nemici speciali sono stati creati dalla perversa immaginazione di alcune persone all’interno dello STEM, due delle quali le avete già incontrati: Stefano e Theodore.

“Stefano è un artista nel senso più profondo del termine – spiega Johanas – il suo personaggio, così come il motivo per cui si trova nello STEM, è avvolto nel mistero: dovrete esplorare il mondo per conoscere la sua storia. Possiede un campionario personale di creature indissolubilmente legate a lui, tra cui spicca Obscura, un essere che ama scattare macabre foto delle sue vittime. Esattamente come Stefano”.

Mentre abbiamo cominciato a fare un po’ di luce su Stefano (vi invitiamo a vedere il trailer di gioco “Sopravvivi” per saperne di più), Theodore rappresenta ancora un mistero assoluto.

“Dovrete attendere ancora un po’, prima di scoprire qualcosa su di lui – rivela Johanas – sappiamo solo che ha riempito il suo regno perverso di una razza di mostri totalmente diversa dalle altre”.

The Evil Within 2_Danger_Morgue

Trent Haaga, lo sceneggiatore di The Evil Within 2, afferma:

“In tutta sincerità, Stefano e Theodore sono i miei nemici preferiti del gioco. Non sono mostri nel senso tradizionale del termine, ma sono loro a creare e controllare creature come Obscura. Di fatto, sono mostri nel senso più intimo, date le loro personalità forti e inquietanti. Tra Theodore, Stefano e gli agenti Mobius finiti nello STEM, Sebastian avrà modo di interagire con molti più personaggi”.

MOBIUS E LO STEM

The Evil Within 2_Danger_Stampede

E poi c’è la Mobius, ovvero la ragione principale per cui Sebastian si trova in questo disastro. Sono stati loro a rapire sua figlia per usarla come Nucleo del loro nuovo mondo STEM. E sono loro, adesso, a rispedirlo nell’incubo che l’ha quasi ucciso l’ultima volta. La Mobius gli ha preso tutto, e ora ha bisogno che lui sistemi le cose.

“Lo STEM nelle mani della Mobius è un po’ come Matrix in quelle di Freddie Krueger – dice Haaga – Là dentro è un vero incubo, e Sebastian non immagina in cosa si sta infilando. Tutto ciò che sa è che deve salvare sua figlia, e lavorare per la Mobius è l’unico modo per riuscirci”.

La Mobius è costretta ad affidarsi a Sebastian, ma non significa che lui abbia alcun potere in questa situazione. Loro hanno ancora Lily, e nessuno sa cosa si nasconda a Union. La Mobius ha perso tutti i contatti con i suoi agenti sul campo, quindi Sebastian brancola nel buio.

“Sebastian è l’ultima speranza, per la Mobius –  spiega Johanas – altri sono stati mandati nello STEM prima di lui e potreste anche incontrarli. Se queste persone siano disposte ad aiutarvi o meno… dovrete scoprirlo da voi”.

 

Ti potrebbero interessare

Commenta questo articolo