Articoli

Randal’s Monday è disponibile su Steam e GOG, trailer di lancio e dettagli

23 Visualizzazioni

Randals Monday - GDC 001

Randal’s Monday è la nuova avventura grafica punta e clicca firmata Daedalic. Il publisher tedesco ha annunciato l’esordio odierno su Steam e GOG.

Il gioco, sviluppato da Nexus Game Studios, parla di Randal che può essere un cleptomane, un sociopatico ed un amico orribile. Un ritratto niente male in una storia che includerà molti riferimenti alla cultura geek degli ultimi 30 anni.

La storia è divisa in sette capitoli e gli sviluppatori promettono circa venti ore di gameplay.

In pratica, Randal si sveglia dopo la festa di fidanzamento di Matt, il suo migliore amico, con una fortissima sbornia e anche il portafoglio di Matt in suo possesso. All’interno del portafoglio c’è l’anello di fidanzamento dell’amico e senza pensare alle conseguenze, Randal lo vende venendo, così, colpito da una terribile maledizione.
Matt si suicida e ora Randal è costretto a rivivere lo stesso sfortunato lunedì più e più volte nel tentativo di annullare il suo errore.

Il nostro (eroe?) deve recuperare l’anello e rimettere a posto la propria vita, prima che le cose peggiorino… come quelle ad esempio appartenenti alla categoria “Continuum spazio-temporale che crolla”.

CARATTERISTICHE 

Su Steam sono elencate queste caratteristiche chiave del titolo. Eccole:

  • Tempo di gioco: dipende tutto dal tempo che hai passato di fronte al televisore da bambino;
  • Circa un fantastiliardo di riferimento alla cultura geek;
  • Niente Zombie! (Cerchiamo di essere onesti, sono una specie di caratteristica odierna…) Poi di nuovo, anzi… Ne abbiamo alcuni, e allora: ZOMBIE!
  • Una tonnellata di colpi di scena… e ancora di più colpi di scena che vedrete da un miglio di distanza;
  • Uno script esilarante, scritto dal migliore amico del vicino del ragazzo che fa da barbiere a Terry Pratchett.

IMMAGINI

Ci sono anche diverse immagini, disponibili anche qui, eccole.

Questo slideshow richiede JavaScript.

TRAILER DI LANCIO

Ti potrebbero interessare

Lascia un commento