Articoli

Il Comitato Olimpico Italiano (CONI) riconosce come Sport i videogiochi grazie al GEC

50 Visualizzazioni

GEC

Un’apertura importante. Il Coni, Comitato Olimpico Nazionale Italiano, riconosce i videogiocatori come sportivi. La notizia è riportata da La Gazzetta dello Sport. I cosiddetti eSport, quindi, saranno equiparati alle altre discipline classiche.

Questo grazie al lavoro del GEC (Giochi Elettronici Competitivi) che fa parte delle ASI (Associazioni Sportive e Sociali italiane), un ente riconosciuto dal Comitato Olimpico.

Pietro Soddu, direttore operativo del GEC spiega:

“L’ente nasce dalla presentazione dell’eSport sotto tutti gli aspetti, dall’agonismo, la competizione e la dedizione che i giocatori usano per competere, che sono gli stessi di qualsiasi altra disciplina sportiva”.

Soddu aggiunge:

“Vogliamo avvicinare le persone al concetto di gioco. Istruire sul come giocare, in modo anche competitivo, nel rispetto della salute e della persona. Tutto questo con lo scopo di allineare l’Italia al resto del mondo dove la presenza di queste realtà è assai solida”.

Per ora, i videogiochi supportati dal GEC sono: League of Legends, Fifa, Heroes of the Storm, Dota 2, Hearthstone, Starcraft 2, Street Fighter, Tekken e The King of Fighters.

Per approfondimenti, qui c’è il link per il sito ufficiale.

Ti potrebbero interessare

Lascia un commento