Articoli

Assetto Corsa si prepara al lancio della versione 1.0, Kunos ci illustra le novità

88 Visualizzazioni

AC_RC_06

La versione 1.0, ovvero quella “finale” di Assetto Corsa è sempre più vicina. Nel frattempo, Kunos Simulazioni ha reso noto che lo scorso 29 settembre ci sono stati oltre 130 i colleghi presenti all’Autodromo di Vallelunga (alle porte di Roma) per l’anteprima internazionale.

L’occasione è stata ghiotta per i (fortunati) presenti, di provare in anteprima la 1.0 Release Candidate su quattro simulatori equipaggiati con il nuovo Fanatec Chlubsport Wheel V.2, del rSEAT RS1 M4A Full motion, dotato dell’ Oculus Rift DK2. Questo già risponde al fatto che il DK2 di Oculus sarà pienamente supportato in Assetto Corsa 1.0.

I colleghi hanno avuto anche l’esperienza in pitlane grazie 15 delle vere GT incluse in Assetto Corsa, per consentire loro una piena comparazione tra simulazione e realtà.

SUPPORTO 4K, FMOD, SISTEMA DANNI ED ALTRO NELLA VERSIONE 1.0

Alla fine, Assetto Corsa 1.0 includerà circuiti come Monza, Nurburgring, Silverstone, Spa-Francorchamps e molti altri, realizzati in Laserscan, e vetture prodotte da Ferrari, McLaren, Pagani, Mercedes, BMW, Alfa Romeo, e molte altre. Inoltre, altri circuiti e più di 25 auto aggiuntive sono già previsti per la produzione e il rilascio dopo la 1.0, e molti di questi contenuti saranno provveduti come aggiornamenti gratuiti.

La Release Candidate sarà pubblicata nei prossimi giorni. Il team attende il feedback del team di betatesting interno, dato che rispetto alla versione attualmente disponibile su Steam, la nuova versione introduce molti cambiamenti e novità, a partire dal motore grafico e da quello sonoro: quest’ultimo ha subito un cambiamento radicale, grazie all’adozione di FMOD Studio, che garantisce una maggiore immersività, effetti di riverbero e la gestione di una serie importante di effetti aggiuntivi, che ha comportato anche la ridefinizione dei set audio di ciascuna auto presente nel gioco.

AC_11

Alcune delle novità presenti nel comparto grafico sono state inserite nella build di gioco rilasciata la scorsa estate, e gli screenshot e video da voi pubblicati hanno mostrato il vostro apprezzamento, ma il meglio deve arrivare.

La versione 1.0 di Assetto Corsa includerà effetti di calore, lens flare, Godrays, oltre a migliorare depth of field, FXAA, tone mapping e altro ancora. Tutti gli effetti di post processing possono essere disabilitati singolarmente, sia per incontrare i gusti personali che per garantire prestazioni adeguate su quei Pc che rispettano i requisiti minimi previsti da Assetto Corsa.

La nuova edizione introduce anche il supporto per 4K, riflessi statici per i Pc meno performanti, effetti di polvere, sporco, fumo e detriti migliorati, un nuovo modello 3D per il pilota, più dettagliato e realistico e gli oggetti collidibili nei circuiti.

La Release Candidate introdurrà anche il sistema dei danni che coinvolge la carrozzeria, le appendici aerodinamiche, le sospensioni, il motore, il cambio e gli pneumatici, soggetti a blistering, spiattellamenti e forature.

Questa novità ne richiedeva un’altra, richiesta a gran voce: i pitstop. L’intervento dei meccanici in pitlane è stato implementato, con tanto di pitcrew e animazioni: la versione 1.0 supporterà i pitstop in multiplayer, e la gestione in single player verrà integrata in un prossimo aggiornamento gratuito, dato che comporta la definizione e implementazione delle strategie di gara per l’intelligenza artificiale.

Le novità in arrivo sono tante, e ve le illustreremo nei prossimi giorni, in contemporanea col rilascio della Release Candidate.

ALTRI CONTENUTI

Ci saranno: le attesissime Ferrari 458 GT2 e Mercedes-Benz SLS GT3, LaFerrari, che introduce in Assetto Corsa la gestione avanzata del Kers, Silverstone National, il leggendario circuito di SPA-Francorchamps, riprodotto in Laserscan fin nei minimi dettagli, e una new-entry, che vuole simboleggiare il rapporto tra il team di sviluppo di Assetto Corsa e la community: col team che annuncia ufficialmente la Carroll-Shelby Cobra 427SC.

Ti potrebbero interessare

Lascia un commento