Prime Impressioni

Pro Evolution Soccer 2015, Prime impressioni sulla demo

76 Visualizzazioni

Pro Evolution Soccer 2015 A

Da qualche giorno, come saprete, la demo di Pro Evolution Soccer 2015 è disponibile per un assaggio del titolo finale che arriverà a metà novembre su Pc e console.

Abbiamo ovviamente messo mani sulla versione di prova del gioco di calcio targato Konami su PlayStation 3 facendoci una prima idea di quello che vedremo.

Impatto visivo importante, gameplay a sprazzi ed altre caratteristiche sono gli elementi che vi racconteremo in queste (brevi) prime impressioni sulla demo… per fortuna… è una demo che permette di fare partite amichevoli tra Juventus, Napoli, Real Madrid, Bayern Monaco, Atletico Madrid, Atletico Bilbao e Barcellona al Konami Stadium di giorno.

UN VESTITO MOLTO BELLO

PES 2015 demo 0110

Ciò che colpisce inizialmente di Pro Evolution Soccer 2015 è l’impatto grafico. Davvero notevole anche su PlayStation 3 dove il gioco gira a 720p. Dato che per noi non ha moltissima importanza (ci troviamo d’accordo concettualmente con Adam Bhatti di Konami sul fatto che se un gioco sia molto bello valga la pena averlo anche se giri a 480p.) ma che per molti può essere determinante.

Stessa risoluzione di Xbox One mentre su PlayStation 4 come sappiamo, il titolo girerà a 1080p.

Fatto questo distinguo, graficamente parlando ci troviamo di fronte ad un buon prodotto. I giocatori delle squadre presenti nella demo sono stati riprodotti molto bene con dettagli mirabili. I volti di tanti giocatori, soprattutto di quelli più conosciuti, sono ricostruiti piuttosto bene su PlayStation 3. Il Fox Engine fa, in questo senso, il suo dovere. Eccome, se lo fa: diciamo che mostra i muscoli visto i dettagli eccellenti sui volti dei calciatori. Assolutamente riconoscibili.

Ottimo l’effetto erba del campo di gioco (lo vediamo soprattutto nei replay) con discrete animazioni. Bene anche per i dettagli dello stadio e supponiamo che gli altri impianti presenti nel gioco sapranno essere all’altezza della situazione.

MA L’ABITO NON FA IL MONACO

PES2015_KONAMIStadium_overlook_1404378154

Ed andiamo subito ai nostri dubbi. Se graficamente il gioco (anche su PS3) può soddisfare, il gameplay ci sembra ancora lontano dall’essere paragonabile alla concorrenza.

I binari, che i più esperti conoscono, ci sembrano ancora presenti. In sostanza ci sono azioni che sembrano già scritte (o scriptate se preferite il termine tecnico più genuino) con passaggi che appaiono predeterminati.

Questo avviene soprattutto nei passaggi filtranti, che siano alti o bassi in molte occasioni, se il passaggio è dosato a dovere, l’attaccante riuscirà sempre ad avere la meglio sul difensore trovandosi a tu per tu col portiere o nella comoda posizione di effettuare un cross o un assist al compagno.

PES 2015 Lliorente 2506

La fisica, a nostro avviso, ha bisogno di essere rivista perché alterna fasi veritiere ad altre primitive con rimbalzi del pallone che non sembrano rispecchiare al meglio quella che dovrebbe essere la realtà… Difficili i contrasti ma questo è un dato positivo, soprattutto al livello di difficoltà più arduo. Costruire azioni può essere o uno strazio o esaltante.

E’, infatti, possibile costruire azioni molto spettacolari (a volte anche verosimili) degne di un videogioco del calibro di Pro Evolution che ricordiamo fino a PES 5 (era l’epoca della PlayStation 2 e della prima Xbox) dominava – giustamente – la scena calcistica videoludica. Ma sono sprazzi perché poi ci troviamo di fronte ad un altro problema grosso…

I PORTIERI, QUESTI SCONOSCIUTI

PES 2015 demo 0110 b

… Ma il peggio lo dobbiamo descrivere: i portieri. Ogni tiro, anche il più innocuo o quello scoccato dalla posizione più angolata può essere fatale. Chi lo subisce è costretto a farsi il segno della croce nella speranza che il proprio estremo difensore compia il miracolo.

Ed è assurdo vedere Neuer, il miglior portiere dell’ultimo Mondiale, campione iridato con la sua Germania, e sempre autore di prestazioni maiuscole al limite dell’impossibile, subire gol da un tiro in diagonale innocuo scoccato in direzione del proprio palo. Anzi, buttarsi il pallone dentro la porta.

Tiro dal lato sinistro, il portierone è piazzato bene, respinge il pallone che però rimane li, rimbalza sulla coscia ed entra in porta.

Episodi che spezzano le gambe a tutti (e minano la voglia di andare avanti a giocare, ma è un lavoro sporco e con poche soddisfazioni che qualcuno deve pur fare, ndr).

Ma non finisce qui perché spesso e volentieri i numeri 1 sono vittime di una Intelligenza Artificiale che sembra limitata. Almeno su PlayStation 3. I riflessi sono relativi e molte volte capita di vederli in ritardo.

Konami deve lavorare in queste settimane per migliorare questo aspetto cruciale del gioco. Sovente siamo arrivati a tu per tu col portiere e quando non fa il miracolo, una tantum, o non si tira il pallone fuori, nella stragrande (fottutissima) maggioranza delle occasioni il destino è segnato: gol e palla al centro. Se conoscete Holly e Benji, sappiate che la bravura media degli estremi difensori sembra quella di Alan Crocker alle prime armi…

CONCLUSIONI

Una demo è una demo, per carità. Ma in termini di gameplay, se a tratti può essere divertente (ma ancora lontano dalla simulazione), Pro Evolution Soccer 2015 è carente in termini di Intelligenza Artificiale. Il gioco, lo diciamo per dovere di cronaca e per oggettività, può anche risultare divertente ma il problema è il confronto diretto con Fifa 15.

Devono essere migliorati i portieri, diversamente la situazione non sarà il massimo ed il lavoro svolto, almeno parte del lavoro svolto, potrebbe essere vanificato. Dal punto di vista meramente grafico ci troviamo di fronte ad un bel vedere. Quello che la versione dimostrativa ha mostrato ci fa capire che il Fox Engine può essere spettacolare anche su PlayStation 3 ed Xbox 360 per il resto, vale quello che abbiamo scritto in precedenza.

PREGI: Graficamente ben fatto. Foto-realismo dei volti a tratti impressionante anche su PS3, anche a 720p. Gameplay facile da apprendere. Divertente…

DIFETTI: … ma a volte disarmante. Intelligenza Artificiale da rivedere. Portieri praticamente da implementare.

Ti potrebbero interessare

Lascia un commento