Articoli

Hellraid, esplorazione, combattimenti ed altro in questi 20 minuti di gameplay

15 Visualizzazioni

hellraid 1909 1

C’è molta attesa per Hellraid, titolo ad ambientazione Dark Fantasy che si ispira ai grandi del passato, tra cui Hexen. Tehcland, che non ha sviluppato Dead Island 2 proprio per portare avanti questo progetto, ha diffuso un video con oltre 20 minuti di gameplay.

Vediamo quindi a che punto sono arrivati i lavori del gioco in preparazione per Pc, PlayStation 4 ed Xbox One. Hellraid utilizzerà il motore proprietario Chrome 6 e questo sembra davvero aiutare nell’intento gli autori del titolo annunciato originariamente per Pc, PlayStation 3 ed Xbox 360 ma poi spostato su computer e console Next-Gen.

La versione del gioco è relativa a quella portata alla Gamescom 2014 dello scorso mese. Leggiamo dalla breve descrizione del video su YouTube che si tratta ancora dell’Alpha.

Osserviamo, oltre al mondo di gioco (gli esterni li vediamo per la prima volta sostanzialmente) ma anche alcuni combattimenti (con gli immancabili scheletri, all’inizio, già visti in diverse occasioni in Hellraid),
Il video ci mostra anche non morti (anche loro immancabili in un titolo Fantasy) e notiamo come combattere non sia soltanto una questione puramente action.

La clip ci fa conoscere anche il sistema di progressione del personaggio e uno scorcio dell’albero delle abilità (o skill three se preferite la dizione anglofona), che sembra veramente molto ampio (questo dovrebbe permettere una gestione e personalizzazione del proprio personaggio non indifferente), Che decidiate di essere maghi elementalisti, guerrieri forzuti o altro, l’inventario ed altro.

Vediamo il video su questo ampio scorcio di gameplay sull’action gdr commentato dagli sviluppatori con attenzione.

[embedplusvideo height=”423″ width=”700″ editlink=”http://bit.ly/1uYVekh” standard=”http://www.youtube.com/v/0f92GtvFh9E?fs=1&vq=hd720″ vars=”ytid=0f92GtvFh9E&width=700&height=423&start=&stop=&rs=w&hd=1&autoplay=0&react=1&chapters=&notes=” id=”ep7158″ /]

Ti potrebbero interessare

Lascia un commento