Articoli

E3 2014, Dead Island 2 avrà multiplayer fino ad 8 giocatori; dettagli sull’ambientazione

78 Visualizzazioni

Dead-Island-2

Presentato con un bel video, arrivano anche i primi dettagli su Dead Island 2. In particolar modo un’intervista di Game Trailers fatta a Bernd Diemer fa luce, se non altro per quanto riguarda le prime cose basilari, sul comparto multigiocatore.

Scopriamo così otto giocatori potranno cimentarsi nella stessa partita; il doppio di quanto si poteva fare nel primo Dead Island. Per invitare gli utenti alla partita, gli sviluppatori si sono ispirati a Journey: saranno gli altri ad unirsi in giro per il mondo di gioco.

“Si può giocare da soli se si vuole – ha spiegato Diemer – ma se si è connessi e si vuole giocare con gli altri, questi potranno entrare nel proprio mondo, nel proprio server”.

Il funzionamento ricorda quello delle stanze di gioco viste negli fps con una differenza: non si potranno ammazzare gli altri giocatori, ma al massimo competere con loro.

“Non volevamo fare un gioco competitivo dove bisogna ammazzare gli altri giocatori e fare quante più Kill possibile in quanto non sarebbe un Dead Island. E’ più importante divertirsi e giocare con gli altri”.

[embedplusvideo height=”480″ width=”800″ editlink=”http://bit.ly/SEt6oO” standard=”http://www.youtube.com/v/tixXmJIE7m8?fs=1&vq=hd720″ vars=”ytid=tixXmJIE7m8&width=800&height=480&start=&stop=&rs=w&hd=1&autoplay=0&react=1&chapters=&notes=” id=”ep4028″ /]

AMBIENTAZIONE CALIFORNIANA

Il titolo, come già appreso dal comunicato ufficiale in sede di presentazione, sarà ambientato in California, in una solare e colorata località turistica.

Nel gioco, la California in tre grandi aree ma sono due, finora, sono state descritte. La prima è la città di Los Angeles, da Hollywood a Venice Beach. La seconda è San Francisco nei dintorni del Golden Gate Bridge.

Un’altra peculiarità del titolo è la ricerca demografica. In questo modo gli zombie rispecchieranno la popolazione locale per una maggiore coerenza.

IL PROTAGONISTA SARA’ UN SUPER EROE

Infine, il personaggio nel gioco sarà considerato un eroe. Si partirà dall’essere una persona qualunque fin quando non si scoprirà che l’infezione degli zombie non attecchirà anche sul proprio personaggio.

“Per i giocatori sarà come una seconda chance dopo essere stati morsi. Verrà fuori che sarete una di quelle persone immuni all’infezione e questo vi renderà degli eroi agli occhi di tutti gli altri”.

Ci sarà ancora molto da parlare visto che il gioco, sviluppato da Yager, debutterà nella primavera del 2015 su Pc, PlayStation 4 ed Xbox One basandosi sulla potenza dell’Unreal Engine 4.

 

Ti potrebbero interessare

Lascia un commento