Articoli

Monochroma debutta su Steam a fine maggio

35 Visualizzazioni

monochroma 1505 3

Può scattare ufficialmente il conto alla rovescia per l’esordio di Monochroma, particolare platfom dal taglio “cinematografico”, su Steam.

Il gioco indie dei turchi di Nowhere Studios capace di concludere con successo il suo cammino su Kickstarter (l’anno scorso il progetto ha raccolto quasi 85.000 dollari a fronte degli 80.000 richiesti, ndr), sarà disponibile il 28 maggio per le versioni Pc Windows, Mac e Linux.

In Monochroma, i giocatori saranno proiettati in uno scenario dispotico ambientato negli anni ’50, in cui aiuteranno due fratelli, testimoni di un terribile crimine commesso da un’organizzazione malvagia. Senza sequenze filmate, testi o dialoghi, bisognerà aiutare i due fratelli a collaborare per superare una serie di rompicapi molto impegnativi e salvare il mondo dalla tirannia.

ALCUNI DETTAGLI SU MONOCHROMA

Il gioco è ispirato ai ricordi d’infanzia degli sviluppatori, quando si sono trasferiti con la propria famiglia dalle campagne alla capitale Istanbul, ma anche alle “proteste del parco Gezi”, che nel 2013 hanno provocato una delle più violente repressioni nella storia della Turchia moderna.

I giocatori potranno esplorare una serie di ambientazioni caratterizzate da un particolare contrasto tra bianco e nero, con occasionali spruzzi di rosso. Lo stile del gioco lo rende immediatamente comprensibile a utenti di ogni nazionalità, anche senza alcuna localizzazione (del resto sono assenti i dialoghi, ndr).

Il gioco è suddiviso in quattro capitoli, che includono vasti ghetti formati da migliaia di edifici popolari in grado di raggiungere le nuvole, un labirinto di tunnel fognari, una zona industriale ricca di fabbriche e un enorme dirigibile, che si libra nel cielo.

I rompicapi di Monochroma si baseranno sul realismo e sfrutteranno la fisica per fondersi in maniera naturale con lo scenario circostante.

Un altro segno distintivo di Monochroma è il rapporto tra i due fratelli. All’inizio del gioco, il fratello minore si ferisce a una gamba e quindi dovrà essere sostenuto dal maggiore. Ma quest’ultimo, a volte, sarà costretto a lasciarlo momentaneamente, per poter risolvere i rompicapi.
Tuttavia, potrà farlo solo in alcune zone sicure e luminose, perché come tutti i bambini ha paura del buio. Questa particolare meccanica di gioco rende Monochroma un puzzle game particolare e metodico, che ricompensa i giocatori generosi ma al tempo stesso coraggiosi. Sarà quindi obbligatorio essere un buon fratello maggiore.

Ti potrebbero interessare

Lascia un commento