Articoli

DOFUS e WAFKU, i giustizieri del Krosmoz (Multiman) arrivano a dicembre

71 Visualizzazioni

Dofus_Logo

I giustizieri del Krosmoz, anche conosciuti come Multiman, rivoluzioneranno il gameplay di DOFUS e WAKFU a partire dal mese prossimo.
Grazie a questa nuova funzionalità, oltre al proprio personaggio principale, i giocatori potranno controllare nei combattimenti contro i mostri fino a due Compagni d’Armi.
Insieme ai Multiman, il 10 dicembre, arriveranno in gioco molti nuovi contenuti (missioni, dongioni, personaggi non giocanti, ecc…) che renderanno questo aggiornamento ancora più importante per il gameplay dei due titoli Pc firmati Ankama in questione.
Dai primi di dicembre i Multiman arriveranno anche nel gioco online di Krosmaster sotto forma di statuette tutte da collezionare.

LA STORIA

Nel corso del 2013, un’orda di Super-Cattivi (Boss di Dongione di diverso livello pubblicati nel corso dell’anno) hanno agitato il mondo del Krosmoz. Dopo tanti mesi, finalmente, i giustizieri sono pronti a passare all’attacco.
Il Capitan Amakna ha reclutato,nelle sue schiere degli esseri, creati da un potente alchimista destinati a mantenere l’ordine del Mondo dei Dodici. Per sconfiggere il male il Capitan Amakna e i suoi accoliti hanno fondato l’ordine dei Giustizieri del Krosmoz.
Lumino, Barbecuo, Surfo, Ceppo, Bubolo e Ombra, i Multiman, sono delle creature ibride create dai mostri e dalla magia dei Dofus, le potentissime uova di drago. Sono i primi 6 personaggi a introdurre il cosiddetto “sistema dei compagni”.
Sia in DOFUS che in WAKFU sarà possibile controllare almeno un personaggio supplementare oltre al proprio. La sua potenza aumenterà quando passera un livello, anche se sarà meno incisiva di un personaggio abituale.
Per i Multiman, l’unione fa la forza! La presenza di più Multiman in uno stesso combattimento permetterà di dar vita a strategie originali e ottenere particolari bonus. I Multiman possono essere utilizzati solo dai giocatori abbonati, ma tutti possono scambiarli.

Ti potrebbero interessare

Lascia un commento