Articoli

Hellraid, parlano gli sviluppatori, il gioco si ispira a classici come Diablo, Hexen ed Heretic

43 Visualizzazioni

Hellraid-Headless

Annunciato ad aprile, Hellraid è conosciuto per essere in fase di sviluppo da parte di Techland. Gli sviluppatori polacchi ci spiegano un po’ di dettagli sul gioco attraverso un lungo articolo su VG247. Tutto è iniziato da una semplice mod per Dead Island, ma il progetto è poi andato avanti prendendo una sua forma.
Sappiamo così che Hellraid, atteso entro la fine dell’anno per Pc, Xbox 360 e PlayStation 3, sarà un action in prima persona con chiari riferimenti gdr ad ambientazione dark, con dungeon, catacombe, torrioni e paludi umide da esplorare. Insomma, il nuovo gioco sarà un dungeon crawler che si ispirerà alle classiche atmosfere di Diablo, Hexen ed Heretic.
Lo ha detto Marcin Zruczkiewicz, di Techland.

“Si tratta di giochi che hanno influenzato gli autori del nostro team – ha spiegato il produttore – e ci piacerebbe ricreare la stessa esperienza unica e divertente ma in una forma moderna che possa magari ricorrere anche alla cooperativa online, elemento impossibile da implementare a quei tempi”.

E così, Hellraid, offrirà ad un massimo di quattro giocatori la possibilità di esplorare, ma anche combattere sia in modo collaborativo che competitivo.
Tuttavia, proprio un gioco di ruolo cartaceo, Hellraid utilizzerà su un sistema di Game Master. Zruczkiewicz ha spiegato come progressione dell’eroe del giocatore e la rigiocabilità saranno potenziati dal sistema Game Master e come Techland punti su questi due elementi per la sua nuova “creatura”.

“Hellraid darà ai giocatori nuove esperienze quando tornano in un livello per completare una sidequest o per rigiocare una missione in co-op – ha detto Kruczkiewicz – crediamo che ciò conferirà al nostro titolo una rigiocabilità quasi infinita, man mano che il Game Master farà comparire diversi gruppi di nemici, oggetti e tesori sulla mappa generando casualmente le sfide quando si gioca con gli amici. Vorremmo anche possa cambiare la posizione degli oggetti nelle missioni ripetute, ma siamo ancora in una fase di sviluppo iniziale e non siamo sicuri di ciò che riusciremo a inserire nella versione finale del gioco”.

E poi una rapida occhiata alla gestione e progressione dei propri personaggi che sarà possibile gestire anche dopo aver completato il gioco visto che si potranno rigiocare i vari livelli ridisegnati dal sistema Game Master.

“Lo sviluppo dei personaggi in Hellraid non sarà ridotto come in Dead Island – ha continuato – e e vogliamo dare ai giocatori ancora più opzioni. Ognuna delle quattro classi di personaggi disponibili avrà un proprio albero delle abilità con capacità attive e passive pensate appositamente per loro. Utilizzare personaggi diversi renderà effettivamente diversa l’esperienza. Troveremo il guerriero adatto ai combattimenti corpo a corpo, le abilità magiche dei maghi, la guarigione del Paladino e così via”.

Ti potrebbero interessare

Lascia un commento