Articoli 1

Bethesda, i suoi avvocati scrivono a Notch per aver infranto il copyright di Elder Scrolls

20 Visualizzazioni

Paradossale. Bethesda accusa Markus Notch Persson, papà di Minecraft, per aver infranto il copyright di Elder Scrolls.
Come? Semplice: l’oggetto del contendere sarebbe nell’ultimo progetto di Mojang (il team di Persson e soci), ossia Scrolls. Si tratta di un gioco di carte da collezione di stampo fantasy. Lo apprendiamo da Notch stesso che ne dà notizia su Twitter dicendo di aver ricevuto una nota da parte degli avvocati di Bethesda.
Il titolo avrebbe evidentemente fatto storcere il naso a Bethesda che a quanto pare si è sentita parte lesa. Colpa della parola Scrolls contenuta nel titolo della serie ruolistica di Bethesda (The Elder Scrolls).

AD INIZIO LUGLIO UN PRECEDENTE SIMILE TRA APPLE ED AMAZON

Ricordiamo che recentemente, ad inizio luglio, Apple ha perso una causa con Amazon per un motivo analogo: la casa di Cupertino voleva l’esclusiva sulla parola App (celebre l’AppStore) contenuta però anche nell’Amazon AppStore. I giudici hanno dato torto ad Apple motivando la loro sentenza: la parola App è troppo generica.
Crediamo, a meno di un copyright totale anche sulla parola Scrolls (possibile?), che anche in questo caso il tutto possa decadere. Scrolls vuol dire pergamene ed è una parola comune.
Sotto la lettera ricevuta da Markus Persson. Ad ogni modo è pubblicità per entrambi. Seguiremo anche questa.

Ti potrebbero interessare

1 Commento

    Lascia un commento