News in breveVideo

La Principessa è in un altro castello, episodi 3 e 4

Continua la web-serie di Drunken Otters

Sostieni IlVideogioco.com

Caro lettore, la redazione de IlVideogioco.com lavora per fornire aggiornamenti precisi e affidabili in un momento lavorativo difficile messo ancor più a dura prova dall’emergenza pandemica.
Se apprezzi il nostro lavoro, che è da sempre per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Vorremmo che il vero “sponsor” fossi tu che ci segui e ci apprezzi per quello che facciamo e che sicuramente capisci quanto sia complicato lavorare senza il sostegno economico che possono vantare altre realtà. Sicuri di un tuo piccolo contributo che per noi vuol dire tantissimo sotto tutti i punti di vista, ti ringraziamo dal profondo del cuore.




La Principessa è in un altro castello arriva al quarto episodio. La web-serie su YouTube firmata da Drunken Otters continua e venerdì è stata pubblicata la puntata che ci porta al giro di boa. La serie si compone, infatti, di 8 episodi.

Luca Di Martino e soci sono stati ispirati da diversi classici quali Super Mario, Legend of Zelda, Ghouls ‘n Ghosts, i Final Fantasy ed altri. C’è anche una nota “trash” buona mentre ricordiamo che sono stati realizzati modellini per i set e stop motion per i mostri. Le scene d’azione sono state girate direttamente dagli interpreti sfruttando attori con solide formazioni di scherma, acrobatica e arti marziali.

Il prossimo appuntamento è per venerdì 16 novembre con la quinta puntata.  Detto questo, vi lasciamo agli episodi 3 e 4 mentre qui c’è il link del canale sulla nota piattaforma. Buona visione.

Tags

Sostieni IlVideogioco.com

Caro lettore, la redazione de IlVideogioco.com lavora per fornire aggiornamenti precisi e affidabili in un momento lavorativo difficile messo ancor più a dura prova dall’emergenza pandemica.
Se apprezzi il nostro lavoro, che è da sempre per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Vorremmo che il vero “sponsor” fossi tu che ci segui e ci apprezzi per quello che facciamo e che sicuramente capisci quanto sia complicato lavorare senza il sostegno economico che possono vantare altre realtà. Sicuri di un tuo piccolo contributo che per noi vuol dire tantissimo sotto tutti i punti di vista, ti ringraziamo dal profondo del cuore.




Commenta questo articolo