In primo piano

Killzone: Shadowfall, la causa per pubblicità ingannevole va avanti

22 Visualizzazioni

Killzone_1

La causa contro Sony per pubblicità ingannevole in merito ai 1080p effettivi di Killzone: Shadow Fall va avanti.

Ad agosto, come ricorderete, Douglas Ladore aveva deciso di adire le vie legali perché la grafica del comparto multiplayer di Killzone Shadowfall era sfocata e non sembrava andare effettivamente a 1080p. Cosa che venne anche accertata da Digital Foundry.

Il giudice Edward Chen ha accolto le richieste di Ladore respingendo il ricorso di Sony.

“La mozione di Sony non è accolta. Sony potrebbe avere ragione nell’affermare che Killzone giri a 1080p anche nel multiplayer – si legge su Hardcoregames – ma Ladore non avverma che questo abbia rappresentato la risoluzione di output del gioco. Il fulcro della sua denuncia sta nel fatto che la grafica del multiplayer di Killzone non era originariamente creata né renderizzata in 1080p. La risoluzione di output è stata presentata come 1080p nativi, cosa che invece non è così”.

Il giudice si è espresso così e questo potrebbe avere risvolti sgradevoli per Sony Ladore, lo ricordiamo, ha chiesto 5 milioni di dollari come risarcimento. Chiaramente vi terremo informati dei fatti.

Ti potrebbero interessare

Lascia un commento