Articoli In primo piano

Starcraft II: Legacy of the Void dettagli, immagini e video dalla BlizzCon 2014

131 Visualizzazioni

StarCraft_II_Legacy_of_the_Void_Logo

La BlizzCon 2014 è teatro del finale della saga di StarCraft II. Blizzard ha infatti offerto un primo assaggio di StarCraft II: Legacy of the Void, la tanto attesa conclusione della trilogia del gioco che è al contempo un’espansione a se stante prevista per Pc Windows e Mac.

Gli sviluppatori dell’rts (strategico in tempo reale) hanno diffuso oltre ad i dettagli anche un trailer di un paio di minuti, diversi screenshots ed anche art-works sui personaggi. Le immagini sono disponibili anche qui.

I presenti all’Anaheim Convention Center, sono stati i primi al mondo a giocare a Legacy of the Void, con le nuove missioni della campagna per giocatore singolo, una nuova funzionalità cooperativa chiamata Modalità Arconte e gli scontri multigiocatore da affrontare con unità inedite.

Durante l’evento è stata annunciata anche un’altra nuova modalità di gioco, Comandanti Alleati.

StarCraft II: Legacy of the Void continua la storia di StarCraft II: Wings of Liberty laddove la prima espansione, Heart of the Swarm, si era fermata proponendo una nuova campagna che porta così a un’epica conclusione la famosa saga di fantascientifica.
Le leggendarie figure protoss Artanis e Zeratul tentano di unificare il loro popolo di fronte a un combattimento intergalattico, per sopravvivere a un antico male proveniente dal Vuoto, e che minaccia l’universo intero. Anche l’eroe terran Jim Raynor e Kerrigan, la Regina delle Lame, avranno un ruolo fondamentale nel mantenere l’equilibrio.

La Modalità Arconte, è rivolta al multiplayer competitivo ed è stata rivelata alla BlizzCon. E’ un nuovo modo per giocare a StarCraft II con gli amici. In questa modalità, due giocatori condividono il controllo di una singola base e delle unità, e devono sconfiggere il nemico coordinandosi in azioni multiplayer.
Condividendo la responsabilità del comando delle truppe e della gestione delle risorse, i giocatori possono concentrarsi sulle rispettive zone di battaglia e architettare le strategie più complesse.

Comandanti Alleati è un’altra nuova modalità di gioco di StarCraft II. Questa esperienza di gioco collaborativo, basato sul raggiungimento di obiettivi, prevede che i giocatori uniscano le proprie forze e diventino dei veri comandanti all’interno della saga.
Ogni comandante possiede abilità e potenziamenti unici e conferisce bonus speciali al proprio esercito. I giocatori devono combattere fianco a fianco attraverso una serie di scenari unici, migliorando man mano le proprie abilità da comandanti.

Le battaglie multigiocatore in Legacy of the Void comprenderanno un gran numero di nuove unità, e unità veterane aggiornate.
Gli sciami zerg possono dare il bentornato alla Criptolisca, una creatura storica dello StarCraft originale, capace di devastare le unità di fanteria con spine mortali che fuoriescono dal terreno. I protoss schierano una nuova arma chiamata Disgregatore, che può utilizzare dei potenti picchi di energia per travolgere le truppe di terra. I terran hanno progettato una nuova tecnologia, chiamata Salto Tattico, che permette ai loro incrociatori di teletrasportarsi su qualsiasi posizione del campo di battaglia.

Diverse altre nuove unità e abilità sono state mostrate alla BlizzCon, spiegando quindi le nuove opzioni strategiche e tattiche per i giocatori di Legacy of the Void.

Blizzard ha rivelato inoltre che Legacy of the Void includerà delle funzionalità volte a migliorare l’esperienza multigiocatore online con dei tornei automatici permettendo, così, ai giocatori di partecipare attivamente agli eventi della community di StarCraft II. Legacy of the Void sarà un’espansione a se stante che non richiederà una licenza del gioco di base, StarCraft II: Wings of Liberty, o della prima espansione, Heart of the Swarm.

Ulteriori dettagli su Legacy of the Void, incluso il prezzo e la disponibilità, saranno annunciati più avanti. Ora spazio alla clip. Buona visione.

Ti potrebbero interessare

Lascia un commento