Articoli

The Witcher 3: Wild Hunt pensato per un pubblico maturo; ogni quest sarà una sorpresa

20 Visualizzazioni

The-Witcher-3-Wild-Hunt 0505

Arrivano ulteriori conferme che The Witcher 3: Wild Hunt atteso per febbraio prossimo su Pc e console Next-Gen, sia destinato ad un pubblico maturo. Nondimeno gli sviluppatori puntano anche su quest che siano sorprendenti ed originali.

A dirlo è Jakub Szamalek, sceneggiatore del gdr di CD Projekt Red (lo studio responsabile della serie Fantasy) nel corso di un’interessante anteprima di PC Gamer incentrata sui 36 finali del gioco.

“Vogliamo realizzare prodotti per giocatori maturi – dice Szamalek – questi non sono giochi per tutti…. Abbiamo particolari ambizioni su quello che vogliamo raggiungere. I giochi che sviluppiamo hanno una storia complessa nella quale si dovrà lavorare un po’ per comprenderla appieno e penso che il nostro pubblico pretenda lo stesso trattamento che potrebbero avere da film o libri”.

Nello stesso speciale Mateusz Tomaszkiewicz, capo designer delle Quest, ha dichiarato che ogni missione sarà sorprendente ed originale.

“Non vorremmo – dice il quest designer Mateusz Tomaszkiewicz – che il giocatore capisse in anticipo l’andazzo della storia dopo una manciata di quest. Quindi, in ognuna di queste, grande o piccola, stiamo provando ad inserire qualcosa di originale e sorprendente”.

Vedremo di cosa sarà capace il team polacco che ha promesso un centinaio di ore di gameplay (50 per la trama principale ed altre 50 per le missioni secondarie) e che sicuramente avrà bisogno di spunti originali per evitare di cadere nel tunnel del ripetitivo che porta spesso alla noia.

Ti potrebbero interessare

Lascia un commento