Articoli

Zaharia, alcuni dettagli sul gdr italiano su Kickstarter; c’è il prototipo da scaricare

106 Visualizzazioni

zaharia_desert_artwork

Ritorniamo a parlare di Zaharia, gdr italiano di Inner Void Interactive che è approdato su Kickstarter con l’obiettivo di raccogliere 120.000 sterline entro un mese (ad ora siamo ad oltre 3.700 con più quasi 250 sostenitori, ndr).
Somma necessaria per lo sviluppo del gioco su Pc Windows, Mac e Linux realizzato con Unity. Vediamo, dunque, alcuni dettagli tratti dalla pagina Kickstarter del titolo della software house indipendente romana che vuole proporre al pubblico un gioco di ruolo di livello. Se siete curiosi è possibile scaricare il prototipo del gioco dal sito di Inner Void Interactive con circa mezz’ora di gameplay.

ZAHARIA, QUESTA SCONOSCIUTA

zaharia 1802 artwork d

Zaharia è un gdr con un’ambientazione esotica ispirata al fascino delle culture mediorientali, creata con cura per essere originale ma, allo stesso tempo, credibile e verosimile. Il giocatore potrà realizzare il proprio personaggio ed interpretarlo liberamente, scrivendo la sua storia nel mondo di Zaharia senza costrizioni o artifici.
Esplorando il mondo di gioco si scoprirà la sua storia secolare, si entrerà in contatto con un mondo radicalmente differente dal fantasy ispirato al medioevo europeo.

Nonostante la libertà concessa, il gioco avrà una forte componente narrativa ed ogni singolo personaggio e quest verranno sviluppati con cura per inserirsi in un mondo vivo, complesso ed in continua evoluzione.

L’AMBIENTAZIONE FANTASY SI SPOSTA AD ORIENTE

zaharia 1802 artwork c

Il team ha lavorato moltissimo sull’ambientazione per renderla unica. Ci sono già più di mille pagine di materiale, ma – dicono gli autori – il lavoro è appena cominciato.
L’obiettivo principale è quello di creare un’ambientazione Fantasy che, nonostante le sue caratteristiche uniche, sia credibile e coerente. Per fare questo gli autori hanno studiato ed approfondito diverse materie tra cui storia, filosofia, teologia, antropologia, sociologia, biologia.

Questo lavoro è stato importante per mantenere intatta la sospensione dell’incredulità nel giocatore, che non incapperà in incoerenze e forzature.

Zaharia offrirà un setting fantasy concettualmente lontano dal fantasy classico: la Zaharia è una grande nazione che sta vivendo un periodo di crescita economica, sociale e culturale; la scienza si sta affermando con prepotenza e i sapienti cercano la conoscenza nel progresso, non nello studio di qualche leggendaria civiltà ormai scomparsa. Ad un primo impatto la Zaharia può sembrare una nazione quasi utopica, dove il diverso è tollerato, non esiste alcuna forma di aristocrazia e all’uomo è conferita una grande dignità.

Gli autori, però vogliono ritrarre l’umanità nella sua interezza: l’intolleranza, la superficialità, l’egoismo e tanti altri aspetti negativi dell’uomo sono innati, non possono essere rimossi da un contesto culturale, semplicemente si manifestano in forme differenti.

ASSOLUTA LIBERTA’ DI GIOCO SEMPRE E COMUNQUE

monaco-guerriero

Zaharia offre la possibilità di approcciarsi ad ogni situazione scegliendo le modalità di gameplay più adatte al personaggio che si vuole impersonare, senza alcuna costrizione innaturale da parte del gioco. E’ possibile sfruttare il combattimento, la furtività, il dialogo o varie azioni contestuali per proseguire nel gioco.
Ognuna di queste modalità porterà ad una via diversa, che avrà le sue peculiarità, per cui non sarà indifferente scegliere una o l’altra. Le conseguenze delle azioni influenzeranno il mondo di gioco e i personaggi che lo popolano e si protrarranno non solo nell’immediato, ma anche nel lungo termine.
Le relazioni sociali saranno importanti in Zaharia, per questo motivo vogliamo creare un’esperienza più profonda e appagante possibile.

I DIALOGHI

zaharia 1802 artwork

I dialoghi in Zaharia saranno ricchi di linee di dialogo da scegliere, in modo da permettere al giocatore di interpretare il suo personaggio come meglio crede, scegliendone non soltanto l’etica, ma anche la personalità. Come in ogni buon gdr anche qui ci saranno numerosi elementi che potranno influenzare lo svolgersi di un dialogo.

Andiamo ad esaminarli nel dettaglio:

Abilità del personaggio e stat check: quasi tutte le abilità che il personaggio deciderà di sviluppare avranno un impatto nei dialoghi, permettendo di accedere a vie altrimenti precluse.

Simulazione delle relazioni: la simulazione delle relazioni tra il PC e gli NPC (personaggi non giocanti) avverrà attraverso due variabili, il Rispetto e l’Amicizia.

Queste ci permetteranno di caratterizzare maggiormente le relazioni che intercorrono tra due personaggi rispetto a quanto farebbe una singola variabile, infatti in questo modo potremo simulare separatamente il rispetto che un personaggio ha per le capacità dell’altro dal grado di affiatamento e intimità raggiunto dalla loro relazione.

Sistema di reputazione: la reputazione sarà estremamente importante e permetterà ai personaggi specializzati nell’arte del dialogo di avanzare nel gioco facendo uso non soltanto delle loro doti dialettiche ma anche dal loro peso politico piuttosto che della loro spada. Il sistema che gestirà la reputazione terrà conto non solo delle relazioni del personaggio con gruppi e fazioni di vario genere, ma anche della fama che ha nel mondo, che sarà gestita, su scala sia locale che globale, da tre variabili differenti.

Queste tre variabili sono il Prestigio, la Diplomazia e la Minaccia che indicano rispettivamente quanto prestigio ha nel mondo il personaggio, quanto si è distinto per avere un approccio diplomatico e quanto invece per averne utilizzato uno aggressivo.

Grazie a questi tre sistemi sarà possibile simulare in modo approfondito le relazioni sociali e la loro evoluzione. In questo modo il giocatore potrà vivere la dimensione sociale del gdr in modo libero e dinamico, senza essere incatenati all’uso raro di qualche abilità sociale.

I COMBATTIMENTI

hashishin1lev

Inner Void Interactive spiega la propria visione sui combattimenti e vuole differenziarsi dal resto dei giochi di ruolo fin qui conosciuti.
L’idea di crescita del personaggio che sfrutterà sempre il modello dei livelli, prevede che gli eroi non siano immortali. In sostanza, anche il combattente più bravo avrà le sue difficoltà a fronteggiare un grosso gruppo di contadini. Anche i personaggi esperti sono esseri umani che possono morire anche per incidenti, o una infida freccia vagante.

Questo forma un sistema di combattimento dove è impossibile utilizzare le canoniche tattiche dei gdr o dei mmorpg.

Scordiamoci, quindi, del classico tank, perché nonostante la corazza pesante un soldato può essere stancato dai suoi nemici, quindi atterrato ed eliminato facilmente. Niente guaritore, le magie di cura funzionano lentamente nel mondo di Zaharia, sarà quindi importante fare estrema attenzione alla salute dei propri personaggi. Gli autori invitano anche ad evitare di combattere con la stessa tattica senza badare allo scenario che sarà interattivo e permetterà al giocatore di svolgere molte azioni contestuali. Sarà quindi prezioso conoscere il “campo di battaglia” per approfittare delle varie coperture e sfruttarle tatticamente. Il combattimento sarà a turni ed estremamente tattico.

IL PARTY

zaharia 1802 in game

Il gruppo che seguirà il giocatore per il mondo di Zaharia sarà una componente fondamentale all’interno del gioco. Videogiochi come Baldur’s Gate 2 o Planescape Torment sono ancora oggi ricordati per l’incredibile profondità con la quale erano gestiti i vari compagni di gruppo, con i quali si poteva avere un rapporto profondo e dinamico.

Gli sviluppatori vogliono dare un’esperienza appagante per il giocatore, permettendogli di interagire con diversi individui che potranno unirsi a lui. Ogni compagno sarà dotato di una propria personalità ed etica, con la quale interpreteranno il mondo circostante e le azioni del giocatore. I componenti del party avranno delle proprie esigenze, si opporranno alle decisioni che ritengono sbagliate e supporteranno quelle che invece ritengono giuste, avranno una propria vita personale e la loro evoluzione nel corso del gioco non sarà legata solamente alle azioni del giocatore, ma potrà procedere autonomamente.

CARATTERISTICHE PRINCIPALI DI ZAHARIA

  • Grafica isometrica 3d
  • Combattimenti a turni basati su un sistema di regole realizzato dagli sviluppatori
  • Narrativa non lineare ed interpretativa che permette al giocatore non solo di scegliere in quali imprese gettarsi, ma permette anche di compiere molte scelte e risolvere un problema in più modi
  • La trama principale non viene imposta al giocatore ma è costituita da una serie di eventi con i quali si potrà interagire a proprio piacimento e coerentemente con il personaggio che si è deciso di creare ed interpretare
  • Un mondo da esplorare liberamente, in stile Fallout
  • Molte scelte e conseguenze che vanno ad influenzare dinamicamente il contesto nel quale si gioca
  • Un grande numero di abilità e di statistiche da gestire in modo da poter creare, in ogni piccolo dettaglio, il proprio alter ego virtuale
  • Un’ambientazione originale creata da zero, ispirata alla Persia e all’Arabia tardo-medievali, profondamente diversa dal classico fantasy
  • Un sistema di combattimento originale che dà vita a combattimenti dinamici e tattici
  • NPC (personaggi non giocanti) vivi e dotati di un’IA che permette loro di reagire dinamicamente alle azioni del giocatore e che permette di creare rapporti personali dall’incredibile profondità
  • Un mondo coerente e verosimile che non scende ad inutili compromessi con il mercato e non presenterà mai al giocatore situazioni insensate, nessun filler (come combattimenti inutili) per allungare artificiosamente la longevità del titolo
  • Trattazione di temi maturi: schiavitù, sessualità, razzismo, teologia, filosofia, moralità, politica e così via
  • Cinque fazioni principali tra cui scegliere, ciascuna delle quali profondamente caratterizzata e differente dalle altre
  • Sistema di magia innovativo che rende i maghi qualcosa di diverso da armi d’assedio portatili
  • Estrema personalizzazione dell’esperienza di gioco da parte del giocatore, che potrà decidere nel minimo dettaglio la difficoltà, la composizione dell’interfaccia e la presenza di eventuali aiuti
  • Combattimenti non obbligatori nella maggior parte dei casi e, per finire il gioco, non sarà necessario utilizzare un personaggio abile in questa caratteristica
  • Tonnellate di dialoghi a risposta multipla, capaci di offrire al giocatore un ampio ventaglio interpretativo
  • Una molteplicità di approcci interpretativi e ludici.

Ti potrebbero interessare

Lascia un commento