Articoli

Darkout debutta su Steam, ecco i requisiti di sistema ed alcune immagini

13 Visualizzazioni

 

darkout 05122013a

Allgraf, un piccolo studio indipendente, ha ufficializzato il debutto di Darkout su Steam. Si tratta di un action-strategico mixato ad elementi sandbox e gdr a tema fantascientifico disponibile per Pc Windows. Il prezzo è di 11,99 euro.
Il titolo è ambientato in un pianeta remoto dove i giocatori dovranno farsi strada in livelli 2d generati casualmente. I compiti degli utenti sono quelli di costruire e difendersi contro gli alieni che vagano nel buio.

 

“Questo è un giorno memorabile per la squadra – ha detto Adrian Banninga , CEO di Allgraf – il lancio di Darkout rappresenta la prima tappa di una esperienza di gioco impostata sul pianeta post-apocalittico Illuna. Nostro mix di strategia, di esplorazione e narrazione cattureranno la fantasia di entrambi i neofiti del genere e veterani” .

 

I giocatori dovranno sopravvivere su Illuna, un mondo orribilmente trasformato. Darkout si presenta come un gioco sandbox sci- fi con elementi gdr e di sopravvivenza integrati in mondi generati casiualmente che dovrebbero assicurare estrema varietà e partite sempre diverse. Sistema di ricerca e lavorazione unica di Darkout incoraggia i giocatori a essere creativi e innovativi con le loro strategie contro un orda di creature sensibili alla luce che diventano tanto più abbondante nei luoghi più oscuri e quando scende la notte.
E così si interagirà con gli oggetti, si raccoglieranno risorse e si costruiranno dei ripari. Previsto anche il crafting (la personalizzazione) delle armi, e molto altro.

REQUISITI DI SISTEMA

      Minimi
      • OS: Windows XP SP3 / Vista / Windows 7
      • Processor: Intel Pentium Core 2 Duo 1.3 Ghz or Better
      • Memory: 2 GB RAM
      • Graphics: OpenGL Graphics card that can display at least 1024×768 res (Nvidia 8000 series or better)
      • Hard Drive: 3 GB available space
      • Sound Card: Any
      • Additional Notes: Latest OpenGL Drivers

      ALCUNE IMMAGINI

       

      Ti potrebbero interessare

      Lascia un commento